Piasco.net - Il Blog! ...by Cagio
Piasco.net Home Meteo Arte e Cultura Storia Pro Loco
\\ Home Page : Articolo
apr03gio
FANTAPIASCO
Di Marta (del 03/04/2008 @ 18:29:22, in generale, linkato 2262 volte)
FANTA PIASCO
 Ispirata da un recente convegno di Maurizio Pallante *e da uno degli ultimi commenti del blog (di Pauligno), che chiede chiarimenti sulle future scuole, mi lancio in alcune riflessioni, più o meno personali e provocatorie, sull’ urbanistica piaschese e in particolare sulle fantomatiche nuove scuole medie, di cui si parla da 15 anni (chissà se le vedranno i nostri bis-bis nipoti!)
Premetto che non sono una esperta di urbanistica, né un architetto o geometra, ma ammetto di essere parecchio galvanizzata (sto cercando di informarmi e capirci qualcosa) da efficienza energetica , riciclo, riutilizzo, rispetto dell’ambiente, per cui mi avventuro nella …Fantapiasco .
Secondo me, urbanisticamente parlando, il nostro paese è in ritardo di anni, soprattutto dal punto di vista del rispetto dell’ambiente, e dei suoi abitanti di conseguenza; ne è limpido esempio la cementizzazione selvaggia dell’ ultimo decennio.
Oltretutto basta guardarsi attorno per vedere che le strutture di cat A in base al risparmio energetico (ed economico del suo abitante) sono assolutamente sconosciute a Piasco.
 Essere in ritardo non è necessariamente una colpa, può essere un vantaggio, in quanto possiamo solo migliorare, guardandoci attorno per imparare dagli errori altrui, ad esempio delle grandi città. Insomma, siamo sicuri che tra qualche anno il nostro paese non avrà l’aspetto e la scarsa vivibilità di una periferia torinese, quando i nuovi palazzoni odierni avranno perso la lucentezza dei primi anni???? Io sinceramente vedo molti presupposti …
Oltretutto per legge europea entro il 2020 si dovranno attuare misure per ridurre l’emissione di Co2, che ci coinvolge in ogni aspetto quotidiano dalla casa, al trasporto,viaggi, stile di vita. Per cui è bene portarsi avanti , prevenendo misure drastiche a cui saremo obbligati per legge e per forza.

 Ma ora basta criticare, passiamo alle… proposte:
Le nuove scuole medie dovrebbero sorgere in via Mario del Pozzo, dietro la palestra, in uno spazio che risulta ormai parecchio angusto. Il risultato sarà una scuola piccola (sufficiente?Piasco cresce..), senza un cortile (per la pausa dell’intervallo etc.), con pochi parcheggi (tutti in bici almeno!), con al massimo 2 arbusti di recinzione (se no il pollice verde del paese si lamenta!).
Il nuovo quartiere di via Mario del Pozzo è a mio avviso già sufficientemente saturo di cemento e asfalto, assolutamente privo di verde e irrispettoso dell’ ambiente, con i suoi bei giardinetti tappabuchi (e coscienze) da guardare ma non toccare.
 E i bimbi dove giocano? Nei giardinetti no, sotto i portici no, nel parcheggio di cemento no ( ci sono i camper, furgoni etc)… a sì, IN STRADA!

Allora perché non fare dietro la palestra un bel parco da vivere, calpestare, giocare, respirare per tutti con panchine, alberi e prato e un bel campo da gioco???( questo era già apparso in un commento sul blog) .
Si guadagnerebbe dal punto di vista estetico, ma soprattutto di salute, e di conseguenza di umore!

 Per la scuole medie proporrei di riutilizzare il sito dove già si trovano. Di posto ce n’è da vendere, perlopiù in quel luogo un campo sportivo regolamentare non si può fare perché la metratura non è sufficiente. (x curiosità il campo sportivo “vero” dovrebbe essere in via Tivoletto, come da piano regolatore)
Quindi si potrebbe ristrutturare (impresa ardua credo), rivalutare, ottimizzare, riciclare la vecchia struttura scolastica o perlomeno sfruttarne l’area in modo intelligente.
L’ideale sarebbe costruire una scuola secondo i principi del risparmio energetico, con pannelli solari, aule adeguate (numericamente e qualitativamente), senza barriere architettoniche etc… ovvero una scuola funzionale ed economica.
 Con il vantaggio di avere una valvola di sfogo nel prato di fronte.
La palestra non serve, già c’è quella supermegafantastica del comune, che è comodamente raggiungibile a piedi!

Una proposta è quella di coinvolgere nel progetto istituti, quali ad esempio il Politecnico con la Facoltà di Architettura, indicendo un concorso per nuove idee, magari fresche e moderne!
Piasco all’ avanguardia , dai!!! I

n conclusione anche il paese ci guadagnerebbe, perché via Mario del Pozzo sarebbe più vivibile e si eviterebbe di mantenere in piedi il rudere spettrale delle vecchie scuole inutilizzate, o peggio di vedere sorgere un altro palazzone al suo posto.

Chiaramente i problemi logistici ci sono, ma tutti risolvibili con un po’ di buona volontà.

Insomma, abbiamo il centro del paese poco utilizzato, con vecchie case potenzialmente belle trascurate, e si continua a costruire costruire costruire altrove. La logica del produrrre a consumare ci divora, ma siamo sicuri che nuovo sia sinonimo di utile, funzionale, di rispetto ?

Vorrei sapere da voi se questa è solo una mia idea bislacca o siamo in molti a condividere lo stesso ideale di luogo in cui vivere.

*Maurizio Pallante è saggista, laureato in lettere ha svolto lavori di consulenza per il Ministero dell'Ambiente riguardo l'efficienza energetica. È stato tra i fondatori del Comitato per l’uso razionale dell’energia (CURE) nel 1988, ha svolto l'attività di assessore all'Ecologia e all'Energia del comune di Rivoli. Svolge attività di ricerca e di pubblicazione saggistica nel campo del risparmio energetico e delle tecnologie ambientali. Collabora con Caterpillar per la festa della Decrescita felice, di cui è il principale ispiratore. È membro del comitato scientifico di "M'illumino di meno".
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa

Technorati tag  ambiente; costruire; medie; scuole; urbanistica;

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli....

(S)Consiglio (17%)
CagiOrson Wells (7%)
Da Strada dei Cannoni a Cannonata di Asfalto (4%)
Piasco come Frassino? (50%)
C' il VAS, butumie el fiur! (11%)
Io ci volevo fare un inceneritore! (25%)
A PROPOSITO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA. UNA PROPOSTA (14%)
riforestiamo (7%)
al piaschese non far sapere... co i ndar en tla cava ed pere (8%)
BIO CASA NOSTRA (29%)
IL PROGRESSO DELL' ACQUA (2%)
L'ENERGIA FAI DA TE, COSì CI SALVEREMO DAL NUCLEARE (5%)
A Proposito di Scuole Medie (33%)
Puliamo il Mondo 2008 (17%)
SCUOLE MEDIE (9%)
STRATEGIA RIFIUTI ZERO (18%)
PILLOLE DI RISPARMIO ENERGETICO (50%)
M'illumino di Meno a Piasco (4%)
I risultati ARPA (10%)
 
# 1
Eh Marta, io sarei della tua stessa idea, però oramai il progetto della scuola è già stato fatto da uno studio privato e lo stesso a quanto pare è anche stato presentato in regione per una richiesta di finanziamenti (sembra che il progetto sia stato approvato dall'ente, i finanziamenti non so).
Quindi mi dispiace per i bambini che dovranno giocare sull'asfalto ma la scuola sorgerà in via Mario del Pozzo (anche perchè oramai l'area era stata destinata a questo utilizzo).
Ma se in tutto questo vogliamo vedere qualcosa di buono, posso dirti che dal consiglio comunale di lunedì è emerso che da quando le scuole elementari sono riscaldate a gusci di nocciole i consumi sono diminuiti di molto ed è in progetto la realizzazione di un grosso impianto fotovoltaico sopra il tetto delle scuole che a quanto pare dovrebbe azzerare la bolletta della luce delle stesse oltre a contribuire a diminuire l'inquinamento.
Quindi non ci resta che sperare che queste scuole vengano fatte nel migliore dei modi e nel più breve tempo possibile (quest'anno verrà spesa comunque una bella somma di denaro per alcuni adattamenti dell'attuale edificio della scuola media; interventi per la messa sicurezza - Parole del Consiglio Comunale).
A questo punto la mia proposta è: perchè questo progetto non lo presentano alla popolazione?
Ciao Ciao
Di  Diego  (inviato il 03/04/2008 @ 19:35:13)
# 2
per il riscaldamento delle NUOVE scuole medie rilancio di prendere almeno in considerazione (almeno fare un progettino di fattibilità o meno) la GEOTERMIA a bassa entalpia (sonde geotermiche).

Se il progetto di fattibilità desse esito positivo, sarebbe un terno al lotto per Piasco.

Cementificazione selvaggia: non mi sembra che Piasco abbia avuto una cementificazione selvaggia. Per carità, i commenti vanno interpretati. Io per selvaggio intendo qualcosa di costruito qua e là senza un minimo di criterio.
Per quanto riguarda la zona dove abito (Via del Pozzo) non mi sembra si possa parlare di cementificazione selvaggia: abbiamo spazi verdi, parcheggi e il viale a due passi, è stato incentivato lo spostamento pedonale verso il centro (con il passaggio verso Via Umberto I) e soprattutto gli edifici non sono quelle caserme tipo 4-5 palazzi a 6-7 piani ciascuno, senza verde intorno, ...

I bimbi di Piasco vengono a giocare molto in questa via, perchè:
1) è un vicolo cieco e quindi le macchine non si possono lanciare a pazza velocità
2) trovano molti più spazi che non in Via Umberto o Via Roma


Mi preoccupa molto di più vedere costruire al di là della provinciale (a sinistra per chi sale in Valle), per i motivi espressi nel forum PIASCO COME FRASSINO?

Il viale secondo me è un punto di forza per Piasco, e va ben sfruttato da chi vuole correre, andare in bici con i bimbi, passeggiare, ... non vedo l'ora che si faccia anche il tratto fino alla piscina!

Sotto i portici i bimbi non possono giocare semplicemente perchè noi condomini paghiamo qualcuno che li tenga puliti, e un conto è portarci i bimbi di 1-3 anni che iniziano a camminare o corrono ai 2 Km. orari, un conto è permettere a ragazzini/e di 14-18 anni di scorazzare con biciclette, roller, gridando come se fossero in piazza e (purtroppo) non facendosi alcun problema di sporcare i muri con le ruote, zampate di scarpe, o (peggio ancora) di battere sugli spigoli dei muri rompendoli.

In tutto ci va un minimo di decenza (e di cervello)!

Nelle due piazzette ci sono spesso ragazzi che giocano a calcio o pallavolo, e tutti i giorni d'estate si radunano almeno una quindicina di ragazzini a giocare in fondo alla strada a quattro basi, palla prigioniera, ...

Non mi sembra che Piasco sia stata selvaggiamente cementificata.
Perchè non proviamo a migliorare i posti che stanno peggio?
Di  anna 76  (inviato il 04/04/2008 @ 18:05:50)
# 3
non so.. forse è gusto personale, ma in via mario del pozzo ci saranno anche due praticelli (e guai a chi li pesta..) ma a me sembra davvero una cementificazione selvaggia.
palazzoni enormi, esteticamente discutibili, come tutte le cose e zero alberi. due aiuole con cartelli, vietato calpestare l'erba..i bambini avranno anche una strada per giocare con poco passaggio di macchine.. ma non la si può confrontare ad un bel prato o ad un parchetto con qualche albero che da ombra (anche per le mamme di estate)..
secondo me oltre a ri-sistemare il vecchio bisognerebbe fare molto meglio il nuovo, per poi non dover sistemare anche quello..
Di  robymu  (inviato il 05/04/2008 @ 10:21:25)
# 4
son d'accordo che ci sia molto di peggio di via mario del pozzo. a parte che i bambini giocano in strada che NON è fatta per questo, trafficata o no. io mi riferivo soprattutto alla scarsa considerazione delle energie alternative e del risparmio e nergetico, per tutto il paese.
anche io condivido la preoccupazione per le nuove costruzione sulla provinciale sia verso valle che verso villanovetta.come saranno?
pernso che sia il comune a dover essere rigoroso: mettere un limite alle case che consumano troppo!!!!!!!!!! e poco rispettose dell' ambiente e del verde anche esteticamete
Di  marta  (inviato il 05/04/2008 @ 18:10:44)
# 5
Allora Marta..posso dirti che:

in seguito alla delibers Regionali dell' 11/01/2007 e alla legge regionale 13 del 27 maggio 2007 sono diventati obbligatori (o lo diventereanno):

- la certificazione energetica per gli edifici nuovi, per quelli esistenti da restaurare e per le fasi di compravendita dell'immobile;

-l'utilizzo di fonti rinnovabili ovvero istallazzione obbligatoria di impianti per produrre acqua calda sanitaria utilizzando energie rinnovabili in grado di coprire almeno il 50% del fabbisogno dell'edificio (ma per questo occorre aspettare i decreti attuativi);

- sono previsti controlli, verifiche e ispezioni sugli edifici esistenti cioè controlli agli edifici e un' autocertificazione da parte del proprietario che dovrà essere presentata alla provincia in seguito ai controlli eseguiti da un tecnico che verrà chiamato annualmente dal proprietario;

- la normativa ha inoltre introdotto una serie di nuovi indici, l'indice EPi (energia primaria per climatizzazione invernale) è un indice che permette di verificare l'energia necessaria per mantenere la temperatura interna di progetto in condizione di attvazione continua dell'impianto riportata dal combustibile primario. E'un indice che tiene conto dell'energia primaria cioè di quella consumata trasformata in eneergia priamria tenendo conto delle dispersioni. (forse è un po' complicato...non ho capito neanch'io bene di cosa si tratta..). In breve bisogna controlallare l'energia realmente consuata e rientrare in determinati parametri;

- la documentazione da presentare per ottenere il certificato di agibilità è aumentata cioè, bisogna anche presentare l'attestato di qualificazione energetica e fare l'asseverazine lavori al progetto presentato.

Questo è quanto mi hanno spiegato a scuola..spero si capisca qualcosa e spero di non aver scritto cavolate..ovviamente correggetemi se sbaglio!!

Ciao a tutti!!
Di  Geo  (inviato il 08/04/2008 @ 18:15:47)
# 6
........
la certificazione energetica per gli edifici nuovi, per quelli esistenti da restaurare e per le fasi di compravendita dell'immobile;

-l'utilizzo di fonti rinnovabili ovvero istallazzione obbligatoria di impianti per produrre acqua calda sanitaria utilizzando energie rinnovabili in grado di coprire almeno il 50% del fabbisogno dell'edificio (ma per questo occorre aspettare i decreti attuativi);

- sono previsti controlli,.....
Come sempre Geo è molto ben informato, ma i controlli chi li fa?
O meglio chi ha interesse a farli?
Di  Ω Alessio  (inviato il 09/04/2008 @ 00:07:11)
# 7
secondo me la normativa nuova (in attesa dei famosi decreti attuativi che attendiamo da più di un anno) è una buona norma.

Dovrà essere applicata per gli impianti di nuova costruzione, per quelli già esistenti ma in corso di ristrutturazione e per gli acquisti/vendite nonchè per i contratti di affitto (anche chi vorrà affittare dovrà esibire il certificato energetico).

I controlli non so chi dovrà farli, ma già il fatto che occorre richiedere (e pagare) un tecnico qualificato (= che abbia fatto il famoso corso da certificatore energetico), mi da qualche speranza che in futuro si possa avvicinarsi sempre di più all'impatto ambientale minore possibile (impatto zero sarebbe impossibile per le case).

C'è sempre il solito problema: chi ha un animo sensibile al tema dell'energia, per fare tutto ciò che ha in testa (impianto fotovoltaico, impianto geotermico, raccolta acque pluviali, ...) dovrebbe vincere al super enalotto per ristrutturare una casa o per farsene costruire una nuova con questi parametri.
E con i tempi che corrono, non è così semplice...

Spero vivamente che si arrivi a ridurre i costi di produzione di impianti energetici, in modo tale da renderli fruibili alla maggior parte delle persone.

Di  anna 76  (inviato il 09/04/2008 @ 13:58:26)
# 8
PRIMO - La legge nazionale (Finanziaria 2007 e Finanziaria 2008) e quella regionale sopracitata pongono dei limiti buoni in vista del risparmio energetico.
Possiamo far pressione sugli amministratori locali perchè adeguino al più presto anche i Regolamenti Edilizi dei Piani Regolatori senza aspettare gli obblighi di legge (vedi art. 17 della Legge Regionale 13 del 2007 - (vedi > http://arianna.consiglioregionale.piemonte.it/arric/servlet/ ServTESTI?TIPOVISUAL=HTML&LAYOUT=PRESENTAZIONE&TIPODOC=LEGGI &LEGGE=13&LEGGEANNO=2007)

SECONDO - Chi controlla se vengono eseguiti gli isolamenti e gli impianti così come dichiarati dai progettisti?
I commi 5 e 6 dell'art. 7 della Legge Regionale dicono che è l'ARPA a controllare, a campione.
Le sanzioni, come vedete all'art. 20, non sono piccole.

Se si guarda un po' più lontano del proprio naso, sui lunghi tempi, si vedrà che ne avremo tutti dei benefici (o vogliamo ancora dipendere dalla Russia per il gas, dal Medio Oriente per il petrolio, ecc.?).

Spero che le leggi recepiscano anche le pratiche del buon costruire, ad esempio vietando edifici con grandi superfici vetrate che disperdono molto calore, o tenendo ben presente l'orientamento dei vari locali dell'edificio per sfruttare al meglio illuminazione e calore del sole che sono gratuiti.

TERZO - Certo, per Piasco, e non solo per questo Comune, le scelte poco lungimiranti (e sarebbe interessante indagare, magari in qualche caso anche volutamente speculative di qualche privato) fatte nei decenni passati hanno disegnato lo sviluppo edilizio dei paesi a cavallo di strade trafficate...
Discorso analogo si può fare per i "bellissimi" capannoni prefabbricati che cercano la comodità e un affaccio pubblicitario su strade battute, ma che hanno rubato spazi di paesaggio...
Su queste cose si può andare a leggere il Piano Regolatore e chiedere che gli Amministratori apportino modifiche perchè in futuro le cose vadano diversamente. Scelte impopolari, perchè si va a toccare interessi economici che contano, ma è cosa molto buona il tentare di farle; sovente abbiamo l'impressione di essere in una gabbia e di non poter fare niente, non è così vero...
Di  lup  (inviato il 09/04/2008 @ 20:20:34)
# 9
Lup mi ha anticipato..stavo per rispondere anch'io alla domanda di Alessio:i controlli chi li fa?
Come dice giustamente Lup i controlli verranno fatti dalla Regione, avvalendosi dell' ARPA, (in accordo col comune) a campione (comma 6 art. 7 legge regionale 13/2007)...[mi correggo..la legge è sì la 13 del 2007 ma non del 27 maggio bensì del 28 maggio]..
Ciao a tutti!
Di  Geo  (inviato il 09/04/2008 @ 20:33:01)
# 10
Cara Marta
Ho letto con molta attenzione il tuo intervento sulle scuole medie e mi permetto di fare alcune considerazioni.
Forse è vero ,,, è troppo tardi ormai ,come dice Diego, ma non importa . A volte , nellagire siamo vincolati da condizionamenti di varia natura , ma nel pensiero siamo liberi ed è giusto poter esprimere sempre le nostre idee, tanto più se sono divergenti perché favoriscono il cambiamento e di conseguenza la crescita
. E vero , in Via Mario del pozzo lo spazio disponibile, a mio avviso, non sarà sufficiente per una scuola media adatta ad un paese in espansione ( vedi i numerosi cantieri aperti in vari punti)
non ci sarà spazio per il verde intorno , anzi sarà circondata da asfalto( o nella migliore delle ipotesi da una pavimentazione permeabile ) perché aumenteranno le esigenze di parcheggio .
La vecchia scuola è in una posizione ottimale , ha uno spazio verde davanti stupendo, non capisco perché non sia stata considerata in passato lopportunità di ristrutturarla. Oltretutto questo intervento avrebbe riqualificato una zona di Piasco che , grazie alle numerose attività della sala Polivalente , è molto frequentata da chi arriva da altri paesi, ledificio ( non oso più chiamarla scuola)
che ospita le scuole medie è veramente fatiscente e non ci fa onore.
Maurizio Pallante lo ha affermato con forza , giovedì sera a Saluzzo di fronte ad una sala gremita , lo Stato non deve più occupare neanche un metro quadrato di terreno agricolo, deve investire tutte le sue risorse nella ristrutturazione , ha un patrimonio enorme di edifici che devono essere riqualificati. .
Fa proprio al caso nostro vero?
Di  MIchela  (inviato il 13/04/2008 @ 20:56:03)
# 11
Letto e approvato Signora Maestra!
Viva la libertà di pensiero (che ancora ci rimane).
Di  Ω Alessio  (inviato il 13/04/2008 @ 22:27:43)
# 12
Idea!! Perchè per il prossimo consiglio comunale la minoranza (che è l'organo preposto), non prepara una bella interpellanza sulle "future scuole medie"? In un occasione così chi di dovere sarà obbligato a dare una risposta a tutti i nostri dubbi e sicuramente ci sarebbe anche un po di spazio per dibattere sulla questione!!
Di  000604  (inviato il 14/04/2008 @ 08:53:23)
# 13
Ma qui siamo nel fantascientifico!?

Se anche fosse possibile ristrutturare le vecchie e fatiscenti scuole medie, con il numero di nuove leve che stanno crescendo a Piasco, sarebbe necessario sopraelevare di almeno 2 piani oppure allargare l'attuale edificio al doppio dello spazio, coprendo così gran parte del campo sportivo.

Quindi si costruirebbe comunque qualcosa in più.

Io non voglio insegnare in un grattacielo a 4 piani, e non voglio neppure che il comune di Piasco spenda più nella salsa che nel pesce.

Per cui evitiamo di dire sciocchezze e concentriamoci su come fare a coprire le spese!

Ne ho le scatole piene di gente che dice no a tutto, e che pretende di ristrutturare senza ampliare: signori miei, qui il problema non è abbellire una struttura, ma è renderla sufficentemente capiente e SICURA per i nostri ragazzi!

Le idee di Pallante vanno benissimo, ma occorre adattarle volta per volta alle singole esigenze delle comunità, non vanno applicate indistintamente a tutti i casi.
Di  734007  (inviato il 14/04/2008 @ 10:13:38)
# 14
mal misurate le medie attuali saranno lunghe 30 -35 metri e larghe 15 - 20, su tre piani e con una palestra. Pensate che si riesca a fare un edificio molto più grosso nella vigna dove verranno costruite? su due piani? ristrutturare l'attuale deificio la vedo dura, questo sì, ma l'ipotesi di sfruttare lo spazio dove sono attualmente non era così strampalata IMHO. Nasceva un altro problema, visto che difficilmente di fanno delle scuole in tre mesi per un anno o due non ci sarebbero posti dove fare lezione provvisoriamente.
Di  ipotetiCagio  (inviato il 14/04/2008 @ 17:33:45)
# 15
Evviva il libero pensiero!!!!!!
Come mai chi ha espresso una sua opinione non ha il coraggio di firmarsi e si rifugia nell'anonimato?
Di  Michela  (inviato il 14/04/2008 @ 17:42:54)
# 16
000604 ero io comunque... scusate è che questa mattina ero un po di fretta!!
Di  Diego  (inviato il 14/04/2008 @ 22:28:44)
# 17
Allora!!!!! vedo le scuole medie fanno notizia , quindi possiamo dare alcune notizie ufficiose.
1= IL progetto è fatto e approvato, quindi per un progetto diverso si sprecherebbero solo soldi inutilmente
2- ilprogetto di piasco è inserito dalla regione come finanziabile
3- il progetto è dotato delle aule previste dalla normativa vigente e adeguato per una popolazione come quella attuale
4 L'UNICO PROBLEMA ,A MIO AVVISO, E' L'OSTINARSI A NON CHIEDERE CONTO AL COMUNA DI ROSSANA PER GLI ALUNNI DEL MEDESIMO COMUNE FREQUENTANTI A PIASCO, in questo modo Rossana non spende nulla e Piasco ha spese supplementari.
Proposta
Percheè il Comune di Rossana non si accolla le spese di manutenzione in percentuali con i frequentanti? lo stesso si dovrebbe fare per la nuova struttura:
Scusate per la lunghezza del testo ma tanto dovevo.
Di  ocinemod  (inviato il 16/04/2008 @ 12:16:20)
# 18
ops: volevo scrivere Comune di Rossana
Di  ocinemod  (inviato il 16/04/2008 @ 12:17:43)
# 19
Scusa Domenico ma spero proprio che i nostri dipendenti in Comune non siano così fenomeni da non averci pensato... e poi con le tasse che i PIASCHESI pagano possiamo benissimo farne a meno dei soldi del Comune di Rossana!!!
Di  cni. ongiluaP  (inviato il 16/04/2008 @ 15:37:57)
# 20
WOW vedo che l'argomento scalda!
mi disp però che la gente non si firmi, soprattutto quando si espone un po.
a 734007 risp che non ho scritto solo ristrutturare ma anche ampliare, rivalutare , riutilizzare l'area.
e non solo la vorrei comoda e sicura, ma anche funzionale ed economica.il vecchio sito è più ampio.
e del vecchio edificio che si fara?in queste condizioni forse un centro sociale!
Di  marta00783112  (inviato il 16/04/2008 @ 17:54:24)
# 21
aggiungo:
mi piace l'dea di diego 00604 !appoggio.
Di  marta00783112  (inviato il 16/04/2008 @ 17:58:30)
# 22
Speriamo piaccia anche alla minoranza, almeno magari riusciremo a saperne tutti qualcosa di più
Di  Diego  (inviato il 16/04/2008 @ 20:30:45)
# 23
l'utente 734007 (spero che abbia sbagliato in buona fede e ritorni a firmarsi) utilizza un tono un po' troppo aggressivo, che non mi piace, però come contenuto mi trova parzialmente d'accordo.

Pur non volendo inerpicarmi in tresche politiche (di cui sento già fin troppo odore, e se continua così mi tolgo dal blog...) mi viene da pensare:
perchè la minoranza - che è al Consiglio Comunale da 3 anni - non ha fatto queste proposte all'inizio del mandato?
Forse allora si poteva ancora modificare, ragionare sopra, ...

Su una cosa l'utente anonimo e Domenico (che non so chi sia) hanno ragione:
con il progetto approvato, una parte (piccola) di contributi ottenuti, ora non si può pretendere di buttare il progetto originario al vento e ricominciare tutto da zero... altrimenti andiamo alle calende greche!
Forse si possono apportare modifiche parziali (che non stravolgano il progetto originario ma che lo completino).

Sull'utilizzo delle attuali scuole medie: 11 anni fa quando sono arrivata a Piasco (e si sentiva già parlare di scuole medie nuove da fare) sembrava che del "vecchio" edificio si volesse fare la sede della Croce Rossa (o Croce Verde) zonale. Non so se la cosa è ancora in aria o se sono cambiate le prospettive.

PS. : se qualche tecnico comunale ci legge, dia un'occhiata al sito della Fondazione CRC perchè sull'istruzione danno molti finanziamenti, e fosse pure 50.000 euro per 4-5 anni, non sono briciole...
Visto che la BRE (ex CRC) ha una filiale qui a Piasco, ne varrebbe la pena.
Idem per la CR Saluzzo.
Di  anna 76  (inviato il 16/04/2008 @ 21:31:09)
# 24
ne facciamo un bel palazzo di 5 piani o perchè non 2, visto che lo spazio c'è... se il comune lo vende qualche impresario della zona lo acquista di sicuro e VOILA'... ecco i soldi per le scuole!!!
e l'ampiamento in centro Piasco che a qualcuno piace tanto!!!!
Di  Pauligno.geometra  (inviato il 17/04/2008 @ 08:24:38)
# 25
Ma dai!!! ma quale tresca politica!!! si tratta semplicemente di chiedere spiegazioni a chi ne sa di più, anzi a chi ne sa qualcosa visto che noi non possiamo che fare supposizioni!!! E fino a prova contraria chi ne sa è chi ha visito il progetto e sta portando avanti il discorso dei finanziamenti regionali!!! Non si tratta di mettere nessuno sul patibolo, semplicemente di chiedere a qualcuno di soddisfare una curiosità "collettiva"!!
Di  Diego  (inviato il 17/04/2008 @ 10:28:48)
# 26
brau Diego
Di  Anonimo  (inviato il 17/04/2008 @ 11:41:27)
# 27
scusa Diego, ma a rispondere su questo blog sono sempre e solo 2 consiglieri, persone per bene ma che parlano per la loro parte. Se ci fosse anche l'opinione e i dati precisi di altri tecnici comunali o di altri consiglieri (da una parte e dall'altra) forse potremmo avere le idee un po' più chiare sulla questione.

Il blog (in generale) ha tre grosse potenzialità:
1) fare da "piazza" virtuale, in cui ognuno può dire la sua (mettendoci la firma) sui temi proposti
2) creare il confronto costruttivo, anche quando ci sono opinioni diverse
3) fare incontrare domande e risposte

Ma se continuiamo a parlare in astratto, non penso che ne caveremo un gran che...

Non arrabbiatevi, la mia è una considerazione personale.

Ma mi sembra che qui siamo sempre i soliti 15 su un paese di 3000.
Di  anna 76  (inviato il 17/04/2008 @ 16:50:57)
# 28
A scrivere è così, ma ti garantisco che a leggere sono in tanti, se poi la maggior parte non ha volgia, coraggio, tempo o che so io per scrivere...beh peggio per loro!!!Cmq non è colpa di Alessio e Michela se gli altri non si espongono quindi è giusto che anche loro continuino ad esprimersi!!
Di  Diego  (inviato il 17/04/2008 @ 18:02:16)
# 29
Mi collego allintervento del signore 734007. E vero ho usato il termine ristrutturazione in modo improprio, intendevo dire rifare del tutto o quasi.
Riguardo al problema sollevato da cagio, una soluzione ci sarebbe, ma non la dico perché temo di dare ulteriormente fastidio al signore senza nome e senza volto che ne ha già le scatole piene.
Devo dire che lidea della riqualificazione della vecchia scuola è da parecchi anni che mi frulla per la testa, ma non sono mai riuscita a concretizzarla in proposta fattibile .
Tengo a precisare che ,quando il progetto della scuola è stato presentato in Consiglio, la minoranza ha espresso tutti i suoi dubbi, in particolare riguardo alle dimensioni ridotte e al poco spazio disponibile. Sicuramente non ci siamo attivati abbastanza per trovare delle soluzione alternative.
Di  Michela  (inviato il 17/04/2008 @ 21:36:44)
# 30
Il tanto atteso commento della Mestra Michela al signore o signora (perchè anche questo non si capisce bene) è arrivato.
Condivido pienamente il contenuto e lo stile.
La precisaziopne che riguarda la posizione della Minoranza giunge quanto mai opportuna, e se hon l'ho fatta io è perchè sapevo delle intenzioni di Michela a fare altrettanto.
Inviterei quindi a partecipare di + ai Consigli Comunali, a volte potrà anche essere noioso (per il pubblico),sicuramente però si impara sempre qualcosa!
Ciao.
Di  Ω Alessio  (inviato il 18/04/2008 @ 09:23:29)
# 31
Molto corretto l'apporto di informazioni e discussioni su questo BLOG da parte dei 2 della minoranza ma mi piacerebbe anche saperne di più da parte della MAGGIORANZA visto che LORO dovrebbero dare spiegazioni e non la minoranza a mio parere.... o frose non sanno scrivere su un computer????
Di  info.pauligno  (inviato il 18/04/2008 @ 11:27:01)
# 32
Non ho mai dato nessuna colpa ad Alessio e Michela per il fatto che scrivono sul blog, anzi... mi sembra il migliore dei modi affinchè i cittadini possano esprimersi su determinate questioni e quindi interagire con il Consiglio Comunale.

So benissimo che Alessio e Michela fanno queste considerazioni per il bene comune.

Il mio intervento mirava soltanto a dire che forse ora è un po' tardi (cosa peraltro già detta da altri) per rifare un altro progetto.

Tanto di cappello ai consiglieri che hanno voglia di esprimere la loro opinione e che ci tengono informati on line!
Di  anna 76  (inviato il 18/04/2008 @ 16:03:14)
Ci sono 254 persone collegate

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Cerca per parola chiave
 




Titolo
Agricoltura (3)
Ambiente (33)
Associazioni (16)
Carnevale (18)
Cultura (12)
Eventi (119)
generale (60)
Informatica (1)
Natale (2)
NO alla centrale (13)
Notizie (37)
Politica (53)
Raccolta differenziata (6)
Solidariet (12)
Urbanistica (2)
Viabilit (3)

Catalogati per mese:
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi pi cliccati

Ultimi commenti:
Io un commento voglio f...
07/02/2013 @ 13:47:53
Di Franca Torta
Ho pubblicato, volentie...
05/02/2013 @ 22:33:20
Di beppe olivero
Buon giorno; visto che ...
05/02/2013 @ 00:46:32
Di Jack
...a proposito di "appa...
28/01/2013 @ 16:32:21
Di Giordana Pierbartolo (PIERH2O)
Buongiorno Fred, purtro...
28/01/2013 @ 16:06:13
Di Giordana Pierbartolo (PIERH2O)


Titolo
Autori (4)
carnevale07 (6)
carnevale08 (7)
eventi (4)
gite (2)
natale (1)
sagradautunno (6)
solidariet (1)
splash (5)

Le fotografie pi cliccate

Visita la nostra città virtuale!


Titolo
è partita la raccolta differenziata "porta a porta". Riusciremo a superare il 90% di differenziata?

 sì, entro 6 mesi
 sì, ma ci vorranno tra 6 e 18 mesì
 sì, però ci andrà più di un anno e mezzo
 No, è impossibile

Titolo
Sei di Piasco o quasi?
Hai un tuo blog e vuoi che i tuoi amici e concittadini lo vedano?
Chiedi a Cagio e Dottore e pubblicheranno il link al tuo blog qua sotto!


Titolo


21/11/2019 @ 15:22:55
script eseguito in 1447 ms


 

 Home page © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source