Piasco.net - Il Blog! ...by Cagio
Piasco.net Home Meteo Arte e Cultura Storia Pro Loco
\\ Home Page : Cerca
Di seguito gli articoli e le fotografie che contengono le parole richieste.

Ricerca articoli per saluzzo

Di Mirko Sil (del 09/01/2013 @ 23:52:51 in Solidariet, linkato 1654 volte)
A.D.A.S. associazione donatori autonomi del sangue Di saluzzo e sue Valli Gruppo di Piasco Piasco 13/01/2013 Cari amici donatori, siamo alla prima donazione…. dopo un buon anno come donazioni fatte nel 2012 … ripartiamo con grinta.. e generosità fitwalking a saluzzo • Domenica 20 gennaio ci sarà la 10° camminata di fitwalking a saluzzo. La camminata è aperta a tutti ,l’iscrizione e di € 5 devoluti per un progetto di solidarietà.il progetto e di aiutare la cooperativa il casolare nella loro attività di aiuto dei soggetti emarginati dalla società moderna vengono inseriti nel mondo del lavoro grazie al non indifferente sforzo dei nostri soci lavoratori e di tutti i soci volontari che partecipano alle numerose attività di sostegno. • come già gli anni scorsi (la quota per tutti i donatori verrà pagata dall’ associazione ADAS). La partenza (prevista per le ore 10,15) e l’arrivo si terranno a saluzzo in Piazza Cavour. E’ possibile iscriversi sino a giovedì 10 gennaio 2013 . Iscrizioni al sottoscritto …… PORTATE UN NUOVO DONATORE SARA’ COME DONARE DUE VOLTE DONAZIONE Domenica 27 gennaio 2013 p.s. nel 2013 vorrei diminuire il cartaceo e mandare gli avvisi tramite sms dal mio pc al vostro cellulare quindi gradirei che mi inviaste il vostro… al mio indirizzo di posta o al mio cellulare con nome e cognome.. naturalmente nel rispetto della privacy .. il mio cell : 3478276568 Saluti……… ILCAPOGRUPPO (Silvestro Mirko)
 
Di Mirko Sil (del 10/09/2012 @ 23:45:10 in Solidariet, linkato 1174 volte)
-FIDAS- A.D.A.S. associazione donatori autonomi del sangue Di saluzzo e sue Valli Gruppo di Piasco Piasco, 10

SETTEMBRE 2012 donazione di sangue domenica 23 settembre non mancate è un invito per tutti quelli che si

sentono in dovere di fare qualcosa per chi è meno fortunato di noi ...e donare una speranza concreta ciao PORTATE

 UN DONATORE NUOVO nella sala piano terra del Comune, dalle ore 8.00 alle ore 11.15: PS.. TENETE A MENTE IL

 PRANZO SOCIALE : ULTIMA DOMENICA DI NOVEMBRE A ROSSANA ULTERIORI NOTIZIE IN SEGUITO….. IL CAPO

GRUPPO (Silvestro Mirko)
 
Di Mirko Sil (del 13/09/2011 @ 23:28:21 in Solidariet, linkato 1082 volte)
A.D.A.S. associazione donatori autonomi del sangue Di saluzzo e sue Valli Gruppo di Piasco Piasco 11/09/2011 Cari amici donatori, siamo arrivati alla terza donazione annuale! p.s. vista la buona riuscita del pranzo dei donatori svoltasi per il cinquantennale,verra riproposto,insieme ai donatori di Rossana e Busca, domenica 27 Novembre 2011. al ristorante a rossana.( il prezzo per i donatori sarà penso invariato cioè 10 euro) Invierò prossimamente programmazione definitiva. Lofferta di sangue è un dono di classe E SE PORTATE UN NUOVO DONATORE SARA COME DONARE DUE VOLTE DONAZIONE Domenica 25 settembre 2011 nella sala piano terra del Comune, dalle ore 8.00 alle ore 11.15: sarò presente anchio, per informazioni, ma anche per ascoltare i vostri consigli per migliorare questo servizio. Saluti ILCAPOGRUPPO (Silvestro Mirko)
 
Di Mirko Sil (del 15/12/2009 @ 23:20:14 in Associazioni, linkato 1472 volte)
NUOVA A.D.A.S. FIDAS- associazione donatori autonomi del sangue Di saluzzo e sue Valli Gruppo di Piasco Piasco, 14 dicembre 2009 Carissimi amici Donatori, il NATALE si sta avvicinando. Come tutti gli anni colgo loccasione per ricordarVi limportanza del dono del sangue e ringraziarVi per le vostre preziose donazioni. Nel 2009 si sono iscritti 16 donatori nuovi e record come donazioni circa 280, veramente un OTTIMO risultato, mio e vostro, quindi un augurio di buona salute per proseguire e incrementare le donazioni. ma anche i nuovi donatori!! Vi invito, pertanto: MERCOLEDI 22 DICEMBRE 2009 alle ore 21 nella Sala Comunale di Piasco per uno scambio di auguri di buon Natale e felice Anno Nuovo. Come di consueto offriremo il panettone natalizio e il calendario 2010 (da tenere in considerazione perché sono evidenziate tutte le date delle donazioni nei Comuni con la Banca del Sangue, i giorni per le donazioni che si effettuano allospedale di saluzzo e di Savigliano e da quest anno anche a CUNEO), come semplice segno di riconoscenza. Chi non potesse essere presente, sia così gentile da delegare qualche altro donatore o familiare per il ritiro del pacco natalizio (anche perchè portare il panettone a casa di tutti diventa un servizio un po complicato e difficile). Vi ringrazio anticipatamente , e porgo distinti saluti. PER TUTTI... PER EVENTUALI CHIARIMENTI CONTATTATEMI TRANQUILLAMENTE... Il Capogruppo: Mirko Silvestro
 
Di Mirko Sil (del 04/09/2008 @ 22:24:41 in Eventi, linkato 1686 volte)
NUOVA A.D.A.S. associazione donatori autonomi del sangue Di saluzzo e sue Valli Gruppo di Piasco ciao, questo e il testo integrale della lettera che ogni anno spedisco ai 18enni per avvicinarli al mondo della donazione del sangue.. a piasco, il gruppo dei donatori e di circa 200 persone ,che una ,o piu' volte nel arco dell'anno donano il proprio sangue, (colgo l'occasione per ringraziarli tutti)ora ,tocca anche a voi fare la vostra parte ,un atto di solidarieta', di altruismo verso chi e' piu' sfortunato di noi p.s. tuttora si stanno facendo studi per creare il sangue sintetico, ma purtoppo, ogni tentativo e' risultato negativo . a piasco durante l'anno ci sono 3 donazioni nella sala comunale che mi impegno di segnalarvi almeno 10 giorni prima del prelievo...ciao e coraggio a tutti (segnalo un record men il signor Giovanni Margaria di S.ANTONIO con + di 150 donazioni)non necessita di ulteriori commenti.... Il tuo sangue può salvare veramente una vita!!!!!!!!! Carissimo amico, sono sicuro che non ti offenderai se mi sono permesso ti spedirti questa lettera e spero che dedicherai 2 minuti per leggerla. Credo , che avrai già sentito parlare del dono del sangue e che forse dentro di te, un pensiero al riguardo lavrai anche fatto , ma poi ,un po per pigrizia ,per timore o forse per.indifferenza tutto è finito cosi!!! Ebbenecè ancora tempo per ripensarci e per donare; metti la mano sul tuo cuore,sentirai un battito, lo stesso che il tuo sangue potrebbe donare ad una persona malata.. Domenica, 07 SETTEMBRE , vieni anche tu (i tuoi famigliari o amici compresi) nella sala comunale di Piasco per la donazione alla banca del sangue di Torino , troverai tanti altri donatori che prima di te hanno scelto come forma di volontariato il dono del sangue.Se non sei ancora convinto o preferisci donare a saluzzo sotto cè il mio numero di telefono cosia voce posso essere piu preciso su tutto quello che non ti è ancora chiaro.. Perchè donare? Il sangue, elemento di vita, non si può fabbricare. E indispensabile per gli interventi chirurgici, in genere, ed interventi di elezione come quelli cardiochirurgici e per il trapianto di organi nonché di malattie quali leucemia talassemia etc. Donare il sangue è il più bel gesto che un uomo possa fare ad un altro uomo, è una partecipazione alla sofferenza altrui, esprime solidarietà disinteressata e unopera di dedizione amichevole. Oggi servono 40.000 unità di sangue intero per ogni milione di abitante, quindi in totale sono necessarie circa 2.300.000 unita di sangue intero e 1.770.000 litri di plasma lanno perché il nostro paese abbia quanto occorre. Se ogni persona in grado di donarlo contribuisse anche con una minima quantità di sangue in un anno, tutti i problemi sarebbero risolti. IL beneficio I controlli sui donatori sono molto accurati, al fine di evitare prelievi a persone che non sono nelle migliori condizioni fisiche. La quantità di sangue che viene prelevata , viene ricostituita in pochi giorni dallorganismo. Inoltre,diventare un donatore periodico - cioè sottoporsi al prelievo almeno un paio di volte allanno - offre molti vantaggi, perchè il donatore e il suo sangue vengono frequentemente controllati, offrendo lopportunità di cogliere molte malattie al loro sorgere. Aumentare il numero dei donatori periodici è lunico sistema per evitare la speculazione o il rischio di contagio. Chi può donare il sangue? Ogni individuo sano di età compresa fra i 18 ed i 65 anni, di peso corporeo non inferiore ai 50 kg. Al momento della donazione devono essere nella norma, cioè nei limiti previsti dalla legge: la temperatura corporea, la pressione arteriosa , la frequenza cardiaca e lemoglobina. Dove si può donare? Presso il centro di raccolta fisso dellOspedale Civile di saluzzo*. Presso il centro Trasfusionale dellospedale di Savigliano**. Presso i centri mobili della Banca del Sangue e del Plasma della città di Torino. IL Sangue: comè fatto e a che serve Il sangue è un liquido che rappresenta il 7% del nostro corpo. E responsabile delle più importanti funzioni vitali. Si compone di una parte liquida, il plasma, e di minuscoli corpi invisibili ad occhio nudo,ma numerosissimi e attivissimi ed instancabili nel purificare e difendere il corpo umano: si tratta dei globuli bianchi, dei globuli rossi e delle piastrine.Il sangue in base a particolari sostanze presenti nei globuli rossi si differenzia in quattro tipi fondamentali: gruppo A gruppo B ,gruppo AB e gruppo O . Conoscere il proprio gruppo sanguigno è molto importante. Riassumendo: i globuli rossi ossigenano lorganismo, i bianchi ci difendono dalle infezioni e le piastrine sono essenziali per la coagulazione.Insomma il sangue testimonia lo stato di salute del nostro corpo e ci è indispensabile per vivere. *con decorrenza dal mese di gennaio i prelievi festivi saranno effettuati nella seconda domenica nei mesi dispari dalle ore 8.00 alle ore 10.00. Durante la settimana il LUNEDI MERCOLEDI VENERDI dalle ore 8.00 alle ore 10.00. **prelievi domenicali effettuati nella seconda domenica di ogni mese dalle ore 8.00 alle ore 10.00. Durante la settimana TUTTI I GIORNI dalle ore 8.00 alle ore 10.00. Per informazioni rivolgersi a SILVESTRO Mirko Cellulare n 0175797062 n.3478276568 silmirk@alice.it
 
Di cagio (del 07/02/2007 @ 22:11:48 in generale, linkato 2432 volte)
Ho appena finito di leggere l'articolo sul Corriere di saluzzo sul Consiglio comunale di Piasco del 22 gennaio. E SONO INCAZZATO. Può darsi che io abbia assistito ad un altro Consiglio e allora scrivo la mia cronaca, per quello che mi ricordo, visto che è già passato qualche giorno.
Alle 20,30 i consiglieri sono quasi tutti presenti i sala e si aspetta che il deputato Costa Jr, di cui nessuno conosce il nome ma tutti sanno che è il figlio di Raffaele Costa, arrivi. Finita la chiacchierata in via Assandria tra casa di Marchetti e quella di Eugenio (l'ho visto mentre andavo in municipio) il deputato è entrato in ritardo scusandosi e giustificandosi col fatto che è molto impegnato; creduto da tutti ha iniziato un coinvolgente discorso nel più perfetto stile democristiano anni '70. A metà discorso avrebbe potuto continuare il senatore Carlotto e nessuno se ne sarebbe accorto. Di tutta l'aria fritta detta ricordo solo la promessa del suo personale impegno per la nuove scuole medie. Siamo a posto! Un deputato eletto col proporzionale (quindi non votato dai cittadini, come del resto gli altri 629), per giunta dello schieramento di minoranza, promette di interessarsi alle nostre scuole! Ma dico io: se ci sono dei fondi pubblici per le scuole dovranno mica venire distribuiti per interessamento di un deputato figlio di un deputato che ha i “ganci giusti”!? Ma sono cose da dire in un consiglio comunale? Altro che seconda repubblica, qua non siamo arrivati neanche ad uscire dal feudalesimo.
Dopo questo splendido intervento è arrivato il peggio: Berji ha ricordato l'amicizia che lo lega al deputato, fatto questo che ricopre grande importanza per la vita amministrativa del comune : - ), e soprattutto visto che nessuno se la sentiva di commentare Guido Monge ha deciso di fare un intervento dei suoi: interessante il primo minuto, forbito, acuto... ma dopo 90 secondi “coinvolgente” come sempre. Costa con uno sforzo non indifferente dei muscoli mascellari ha evitato l'incidente diplomatico trattenendo lo sbadiglio che aveva ormai contagiato tutti i presenti.
Il rampollo forzista di Mondovì sorridendo si è poi congedato ed è iniziato il Consiglio vero e proprio, scandito dalla voce nasale del segretario comunale e da asincrone alzate di mano su temi di davvero scarsa importanza. Ben più interessanti sono state le relazioni di Stefano Gherzino sull'attività della Sala Polivalente e di Guido Monge (che quando parla di cose interassanti e non tanto per coprire un imbarazzante silenzio è anche piacevole da ascoltare) sul Consorzio Monviso Solidale.
 
Di dottore (del 01/03/2007 @ 22:06:49 in generale, linkato 1674 volte)

Pubblico questa lettera ricevuta da Luciano (più conosciuto come Ciano o Lucio), gestore della Sala Polivalente.

In questi giorni ho vissuto la triste esperienza di un dramma famigliare, la scomparsa di mio padre..
Era già da quasi ormai un anno e mezzo che non stava più molto bene, ma per ben che uno sia preparato, il dolore della scomparsa di un padre è uno dei momenti più difficili e dolorosi della vita di un uomo.
Quindi voglio ringraziare col cuore, tutte quelle persone che mi sono state vicine in questi giorni, ma soprattutto tutti quelli che sono stati vicini a mio padre. In particolare la dott.sa Dellavalle e il team delle infermiere di saluzzo, le infermiere dell'A.S.L di Verzuolo, che venivano con molta pazienza a medicarlo a casa, tutto il reparto di Medicina B dellospedale di saluzzo e soprattutto mia moglie per tutte le ore che gli ha dedicato.
Ancora un ringraziamento a Don Rocco e a tutti i massari di Madonna del Carmine, di cui mio papà ha fatto parte per 50 anni ed ai molti amici e parenti.
Voglio anche chiarire l'equivoco creatosi sabato per lo svolgimento della rassegna teatrale, presso la Sala Polivalente di cui sono il gestore. Infatti sabato mattina si è presentato il sig. Paolo Mattio, organizzatore della serata, per chiedere di aprire lo stesso la sala. Come facilmente si può immaginare, nello stato emotivo in cui mi trovavo avrei preferito essere lasciato in pace col mio dolore, anche perchè l'abitazione di mio padre si trova di fronte alla sala. Dopo l'interessamento delle autorità civili, la sala è stata aperta per il regolare svolgimento dello spettacolo.
Devo dire che c'è stato un grande rispetto da parte dell'organizzazione e degli spettatori a cominciare dallo spegnimento delle luci esterne della sala, per il minuto di silenzio fatto prima dello spettacolo e per la discrezione nell'uscita del pubblico.
Voglio quindi rivolgere le mie scuse al sig. Paolo Mattio, per il mio comportamento forse un po' troppo egoistico, chiedendo la sua comprensione per la difficoltà di quel momento.

Luciano Isaia

 
Di cagio (del 25/02/2008 @ 21:59:57 in Carnevale, linkato 2230 volte)
operarockEccoci qua reduci dal carnevale delle meraviglie, con una coppa in più e con una festa imminente!
Andiamo con ordine, qua trovate le foto della premiazione di giovedì sera a Paesana.
Per la festa organizzata in tempi record e da un numero record di presone (raga' dove siete finiti?) il programma è piuttosto figo: venerdì sera il sindaco consegnerà una targa celebrativa a “Quelli che.. il Carro!” e poi suoneranno gli Operarock (www.myspace.com/operarockband), sentiti dal sottoscrtto al Red House: spettacolo! I casinisti andiamo a nozze con 'sti qua! Molti li avranno già sentiti suonare, infatti nella vita precedente si chiamavano X-over e facevano quello che fanno tutte le cover band, poi sono stati bravi e si sono reincarnati in rocketari incazzati. Astenersi tromboni e gente che non vuole muovere le chiappe.
Sabato sera siamo ai fornelli, capo cuoco Pelu ci ha già lasciato le consegne e questa settimana Davide ed io impazziremo a trovargli tutto il necessario per una cena grandiosa. Il menù: due antipasti (si parlava d'insalata d'oriente e cammello tonnato : - D) un primo, la porchetta del mitico Tarciso con le patate fritte preparate dai due patatosi per eccellenza, dolce, caffe acqua e vino alla ridicola cifra di 18 euri! prenotarsi in fretta da Davide al 348 9187939. dopo cena ci sarà un dj ma non si sa ancora chi: sono in lizza 1 matteo dj, 2 dj kamillo, 3 dj pagnotta, 4 dj teo sammy. Votate il preferito!

Poi per chi come me in queste settimane vive a pane e carnevale e ama navigare un po' il web un sito immancabile è www.carnevale-cento.it, uno dei siti non ufficiali dello splendido carnevale di Cento. Visto che non ho una gran voglia di scrivere vi segnalo due post apparsi sul sito in questione che mi hanno fatto pensare a quanto sia piccola l'Italia e come tutti abbiamo gli stessi problemi.
Il primo è un pezzo dedicato a chi pensa che per far belle figura basta comprare un carro, infatti ho sentito con le mie orecchie: “Piasco ha vinto perché ha comprato il carro a Cento, facile così”, “Luserna ha montato il carro in mezza giornata”, “una volta era più bello perché ogni gruppo partiva da zero”.
A parte che chi non ha mai fatto un carro, e per carro intendo uno coi movimenti, un po' grande, non ha idea dei problemi tecnici che ci sono in un montaggio di figure che provengono da altri carnevali e di come sia difficile fare i tacun a dei giganti di cartapesta credo sia illuminante per tutti sapere come vanno le cose qualche chilometro più a sud, anche perché il Grand Prix di Luserna – saluzzo – Racconigi grazie alla decina di gruppi presenti tutti gli anni ed ai carri “comprati” (che tanto piacciono al pubblico che vuole essere stupito) sta diventando uno dei carnevali più importanti del Nord Ovest

VIAREGGIO VS CENTO, LA SAGA INFINITA !!
Pochi giorni fa sui siti più famosi di informazione viareggina, sono apparsi degli articoli dove il bozzetto della Soc.Risveglio e Ribelli, venivano presi di mira a causa dei pezzi di Viareggio che formeranno il loro carro. Esprimendo la loro strampalata opinione e additandoci come dei parassiti del loro carnevale, vorremmo specificare alcune cose.
La prima è che Cento non compra più carri in blocco da molto tempo. La compra vendita diretta di carri completi è finita agli inizi degli anni 90 e i pezzi che sono giunti successivamente sono arrivati dopo che hanno sfilato in altri carnevali, come il carro di Alfredo Ricci e del Malfatti, che hanno sfilato completi a Busseto e a Vercelli. Di certo il viareggino che ha scritto “non ha scoperto l’acqua calda” ed è assolutamente inutile rivangare una questione vecchia trita e ritrita nei confronti di Cento.
Perché allora non rivolgere la stessa critica a tutti i carnevali che sfilano con carri di Viareggio ??
Si poteva dire qualcosa a Busseto per il carro di Emilio Cinquini “Vamos a Sposar” che ha sfilato nel 2007, come lo stesso carro delle borse e di una precedente opera del Ricci sulla pasta…
Si poteva dire qualcosa a Vercelli dove il carro del Politi 2006 ha sfilato quest’anno e nel 2008 vedremo nelle loro vie “Lo stato di salute del dissenso”.
Ma forse il nocciolo della questione è un altro: Il carnevale di Cento, negli ultimi 10 anni è riuscito ad ottenere una copertura mediatica che ha eguagliato e superato Viareggio per alcuni anni. E forse vedere carri di Viareggio sfilare da noi, con il successo che abbiamo, per alcuni viareggini doc viene interpretato come “un farsi belli con il lavoro degli altri”, ma si sa che compriamo carri e alcuni pezzi li creiamo noi.
Molti forse non sanno che i carristi centesi (volontari e non professionisti come a Viareggio) nel corso degli anni hanno instaurato un ottimo rapporto con i costruttori viareggini e molti di loro sarebbero felici di vedere sfilare le loro opere nelle nostre vie, perché dopo essere state in altri carnevali, dove di certo non le hanno trattate con i guanti d’oro, i carristi centesi hanno la pazienza di farle rinascere e di riportarle al loro vecchio splendore.
Cento, ha anche comprato carri in blocco da altri carnevali, ripresentandoli uguali e con lo stesso titolo. Ma mai nel corso degli anni, i costruttori originali hanno accusato Cento di sfruttare il loro lavoro; anzi sono venuti a sfilare con noi.
Quando compriamo i carri, portiamo soldi alle associazioni che ce li vendono, perché siamo gli unici a disporre di cifre per permetterci di comprare pezzi di una certa rilevanza.
E’ ora di smetterla di vederci come uno spauracchio che si approfitta degli altri e se non si vuole vedere sfilare i propri carri in altre città, bisognerebbe chiudere il mercato a Vercelli e a Busseto, ma come abbiamo detto in precedenza, i soldi derivanti dalla compravendita dei carri sono oro colato per garantire il futuro del carnevale in questo periodo di crisi per voi, per noi e per tutti gli amanti della cartapesta….

Un altro punto interessante è che a Cento hanno i problemi che forse noi abbiamo superato, almeno nelle sfilate diurne, specie se precedute da una notturna o da una serata al Fortino : - )
Il problema però secondo me non va sottovalutato, ragazzi quando qualcuno dei “capi carro” vi urla contro non è per sentirsi importante,e che col costume siete al centro dell'attenzione ed un giudizio negativo su uno qualunque dei figuranti va ad infangare mesi di lavoro volontario, pensateci... per il 2009.

I GRUPPI MASCHERATI ? LA VERA VERGOGNA DEL CARNEVALE

Prego i due web-master di pubblicare la mia mail con la speranza che qualcuno sollevi questo problema che sta affliggendo la nostra manifestazione...

Ieri ho assistito per la prima volta da spettatore al nostro amato carnevale; e oltre a lodare le costruzioni in gara, devo dire che sono disgustato dai gruppi mascherato delle società. Sono lontani i tempi dove 300 persone ballavano e si divertivano davanti ai carri con sorprendenti coreografie; oggi l'unico obiettivi è ubriacarsi, fare danni e ridurre i gruppi ad un'orda di bufali scatenati. Non esiste più l'appartenenza alla società, non esiste più il sano modo di ballare e passare le domeniche con serenità. Oggi vediamo i ragazzi che si passano il bere dalle barricate, ubriachi duri alle due, fare risse e ridursi ad un'orda selvaggia che schiaccia tutto e tutti. Addirittura si trovano pezzi di costumi lungo il corso; ma è anche ora che le società si mettano una mano sulla coscienza e dire basta a questo schifo. Orribile anche la scena del Riscatto, che obbligato a spegnere la musica si è ritrovata tutta la marmaglia a gridare ogni tipo di improperio ai carristi, una scena a dir poco scandalosa. Dovete riorganizzare la distribuzione dei costumi; basta darne via 300, dove solo 50 te li ritrovi davanti al carro e gli altri te li ritrovi in giro a bere o mischiarsi agli altri carri. Fate come fa già qualcuno, tutti sul carro e risolvete i problemi, o se amate così tanto il gruppo a piedi fate un'attenta selezione di 60 persone che ti garantiscono serietà e costume integro. La vera rovina del carnevale non sono i problemi di classifica finale o i soldi che non arrivano, ma sono la maggior parte dei giovani che stanno rovinando, e ci stanno riuscendo molto bene, una caratteristica principale del nostro carnevale.

Grazie e buon carnevale a tutti...

 
Di cagio (del 20/03/2012 @ 21:55:27 in Eventi, linkato 1867 volte)

La compagnia Oltre il Sipario del teatro del Marchsato in collaborazione con la proloco Piasco presenta:

LAFFARE DEL SECOLO
di Alberto Decostanzi

Sabato 24 Marzo 2012 ore 21

Piasco - Sala Polivalente "Dott. Serra" - Via Umberto I, 145

- L'INCASSO DELLA SERATA SARA' DEVOLUTO ALLA COOPERATIVA SOCIALE IL CASOLARE DI PIASCO -

Prevendita biglietti:
Tessuti di Calvetti Irene - C.so Piemonte, 25 saluzzo
"Tabaccheria Tallone Davide" - Piasco
"Tabaccheria del Borgo" - Fr.San Antonio, Piasco

LA TRAMA:

2012, Grecia, Portogallo, Irlanda, Spagna, Italia. USA. E' la nuova crisi globale! Come fareste se foste senza lavoro, senza più soldi e sul punto di... farla finita? Niente paura non è un dramma, è una commedia per il nostro Gabriel Nevins che risolverà tutto con determinazione e fantasia. Perché è impossibile conoscere gli uomini senza conoscere la forza delle parole. Perché la coerenza è lultimo rifugio delle persone prive dimmaginazione. Una metafora dolcissima e divertentissima sul mondo del lavoro, un meccanismo dove soltanto il pubblico e due personaggi conoscono la verità. La commedia è travolgente! Riuscirà il nostro eroe a sventare la crisi e costruire l'affare del secolo? Volete sapere come andrà a finire??? Non potete perderla!!!

PERSONAGGI E INTERPRETI

HAROLD Fincher, presidente della banca - Lionello Nardo
PHOEBE Fincher, sua figlia - Luana Pes
DANIEL Adamson, impiegato della banca - Matteo Rosso
GABRIEL Nevins, amico di Daniel - Alberto Decostanzi
Dr. COLDHEART direttrice generale - Daniela Levrone
Dr. DAVIDS, direttore della banca - Giovanni Ciraso
Dr. HOFFENBACH, direttore della banca - Alessandro Oreglia
Dr. LOCKE, direttrice della banca - Leonora Arnolfo
Miss DE FAZIO, Segretaria del presidente - Laura Sassone
OLIVIA, donna delle pulizie - Valentina Calice
CLARA, stagista presso la banca - Ilaria Papa
Lady Henrietta BLOCH - Irene Calvetti
Il DISOCCUPATO - Luigi Cagioni

Regia: Valter Scarafia

Ecco cosa dicono di noi in TV, o meglio cosa diciamo noi in TV!

all'interno del telegiornale di GRP TV


e come speciale dedicato allo spettacolo, sempre in onda su GRP TV
 
Di beppe.olivero (del 27/11/2009 @ 21:42:34 in NO alla centrale, linkato 2640 volte)

Sabato scorso, 21 novembre a Frassino, un bel gruppo del Comitato Valle Sostenibile ha partecipato alla serata informativa organizzata dal centro studi della valle Varaita dal tema: “Centrale a biomasse a Rossana? Riparliamone.”

 

 


In questa sede c'è stata, finalmente, l'occasione di un confronto con il Sindaco di Rossana Marco Carpani, oltre che con Tebaldi e Pastorino, tecnico e titolare della ditta Benarco, l'azienda che vuole costruire la Centrale a Molino Varaita.
Un riassunto sintetico della serata i lettori del nostro blog lo possono leggere nell'articolo del Corriere di saluzzo pubblicato di seguito.
Lo spazio maggiore e l'occasione di dibattito che offre questo strumento magnifico messoci a disposizione da Dottore e Cagio, però, è uno stimolo per fornire a tutti un informazione ancor più dettagliata ed efficace.
Rispetto alla serata del 30 settembre scorso, mi è parso, che si sono fatti passi avanti nella conoscenza del problema. Innanzitutto i proponenti, sindaco Carpani in testa, non hanno più minimizzato l'impatto ambientale della Centrale. Ricordate, a Piasco , gli accenni all'inquinamento simile ad uno o due camion che passano? Ebbene, forse dopo le comparazioni esatte che abbiamo pubblicato sul blog nelle settimane scorse, nessuno ha più tirato fuori quella bugia. La linea difensiva adesso è: “anche la Burgo, la Calce Piasco o la centrale di Costigliole inquinano”.
Mal comune mezzo gaudio, insomma. L'obiezione è talmente ridicola che non merita un commento.
Solo per scrupolo mi sono informato, sommariamente, in merito alla Centrale ad olio vegetale di Costigliole saluzzo. Lì è successo l'esatto opposto di quanto vorrebbero fare a Rossana. L'impianto è partito come teleriscaldamento, quindi, a fronte di una caldaia grande in più, si sono spente circa 600 utenze private. Contemporaneamente si genera anche energia elettrica, per voi è la stessa cosa?
Un altro arcano, in merito al teleriscaldamento che non c'è, ce l'ha svelato, forse inconsapevolmente, Riccardo Tebaldi il progettista dell'impianto. La centrale potrebbe fornire acqua calda gratis ad un temperatura media durante l'anno di circa 52°. Per ogni grado in più di energia termica la centrale dovrebbe rinunciare a qualche punto di resa elettrica. Hai capito perché ci vogliono aggravare l'aria con immissioni supplementari in più? Perché il business lo fanno sui certificati verdi (che gli paghiamo noi), favorire il teleriscaldamento non gli conviene poiché l'energia elettrica gli rende troppo. Già, in fondo realizzano solo un 20% all'anno, dato presentato da qualche tecnico in sala e mai contestato.
Un siparietto interessante si è aperto con Carpani quando si è tentato di capire come è nato questo progetto.
Il Sindaco di Rossana non ha fatto mistero di aver cercato lui stesso Pastorino per proporgli di fare una centrale a biomasse vicino a casa nostra. I due si conoscevano da tempo per via di un socio - amico comune. Bella storia vero? Il pretesto è sempre quello di valorizzare e dare un mercato al nostro patrimonio boschivo. Se poi si butta addosso ai paesi vicini tonnellate di polveri sottili ed altre porcherie è un dettaglio trascurabile. E pensare che la soluzione ideale, forse, ci sarebbe. Si chiama bio o piro gassificatore, ovvero un impianto che trasforma qualsiasi tipo di biomasse in un gas simile al metano per poi impiegarlo per produrre energia. Questo tipo di centrali sono più versatili, efficienti energeticamente e, soprattutto, ad impatto ambientale minimo, quindi più semplici da insediare sul territorio. Oggi pomeriggio sono stato a Dronero dove l'amministrazione comunale ha indetto una piccola conferenza stampa per presentare un progetto di un impianto di questo tipo nel suo Comune. Si tratterebbe del terzo realizzato in Piemonte.
Prossimamente sul blog e sul Corriere di saluzzo cercherò di dare più informazioni possibili anche su questo progetto. Spero di essere stato esauriente in merito alla serata di Frassino. Invito tutti quelli che hanno qualcosa da dire sull'argomento ad integrare e commentare questo post. Fate correre la voce...

 

 

 

 




 
Di Geo (del 14/10/2009 @ 21:36:17 in Notizie, linkato 1443 volte)
Gruppo Giovani Calendario incontri 2009-10

Tutti gli incontri del GRUPPO avranno inizio alle ore 20:45 con ritrovo sul piazzale della Parrocchia di S. Giovanni. Eventuali cambiamenti di orari e luoghi verranno comunicati durante lanno. Le condivisioni saranno organizzate con laiuto di Don Berna da 3-4 responsabili che decideremo insieme.

QUANDO?

COSA?

Domenica 18 ottobre 09

Riflessione con Don Bernardino

Venerdì 30 ottobre 09

Condivisione

Domenica 15 nov. 09

Riflessione con Don Marco Gallo

Venerdi 27 nov. 09

Condivisione

Domenica 6 sera, Lunedì 7 tutto e Martedì 8 mattina, dicembre 09

3 Giorni

INVERNALE

con Diocesi di Pinerolo a Pianezza

Venerdì 18 dic. 09

Confessioni

Domenica 10 genn. 10

Riflessione con Don Bernardino

Venerdì 22 gennaio 10

Condivisione

Venerdì 29 gennaio 10

Marcia della Pace e della Vita (camminata verso SantOrso)

Venerdì 12 febbraio 10

Incontro saluzzo su Sindone

Domenica 28 febbr. 10

Riflessione con Don Bernardino

Venerdì 12 marzo 10

Condivisione

Domenica 28 marzo 10

Riflessione sulla Pasqua (D.Berna)

Giovedì 1 aprile 10

Adorazione Giovedi Santo

Ven9 o Dom11 apr. 10

Riflessione con Don Bernardino

Venerdì 23 aprile 10

Condivisione

Sabato 1 maggio 10

Domenica 2 maggio 10

2 Giorni PRIMAVERILE

a SORPRESA!


Vi aspettiamo per il primo incontro domenica prossima in cui vi daremo notizie più precise sui temi dei vari incontri! Venite almeno a curiosare...e fate correre la voce!

I Coordinatori del gruppo, Don Rocco e Don Bernardino.
 
Di Mirko Sil (del 07/02/2010 @ 21:27:02 in Solidariet, linkato 1141 volte)
Gruppo di Piasco Il tuo sangue può salvare veramente una vita!!!!!!!!! Carissimo amico, sono sicuro che non ti offenderai se mi sono permesso ti spedirti questa lettera e spero che dedicherai 2 minuti per leggerla. Credo , che avrai già sentito parlare del dono del sangue e che forse dentro di te, un pensiero al riguardo lavrai anche fatto , ma poi ,un po per pigrizia ,per timore o forse per.indifferenza tutto è finito cosi!!! Ebbenecè ancora tempo per ripensarci e per donare; metti la mano sul tuo cuore,sentirai un battito, lo stesso che il tuo sangue potrebbe donare ad una persona malata.. Domenica, 14 febbraio , vieni anche tu (i tuoi famigliari o amici compresi) nella sala comunale di Piasco per la donazione alla banca del sangue di Torino , troverai tanti altri donatori che prima di te hanno scelto come forma di volontariato il dono del sangue.Se non sei ancora convinto o preferisci donare a saluzzo sotto cè il mio numero di telefono cosia voce posso essere piu preciso su tutto quello che non ti è ancora chiaro.. Perchè donare? Il sangue, elemento di vita, non si può fabbricare. E indispensabile per gli interventi chirurgici, in genere, ed interventi di elezione come quelli cardiochirurgici e per il trapianto di organi nonché di malattie quali leucemia talassemia etc. Donare il sangue è il più bel gesto che un uomo possa fare ad un altro uomo, è una partecipazione alla sofferenza altrui, esprime solidarietà disinteressata e unopera di dedizione amichevole. Oggi servono 40.000 unità di sangue intero per ogni milione di abitante, quindi in totale sono necessarie circa 2.300.000 unita di sangue intero e 1.770.000 litri di plasma lanno perché il nostro paese abbia quanto occorre. Se ogni persona in grado di donarlo contribuisse anche con una minima quantità di sangue in un anno, tutti i problemi sarebbero risolti. IL beneficio I controlli sui donatori sono molto accurati, al fine di evitare prelievi a persone che non sono nelle migliori condizioni fisiche. La quantità di sangue che viene prelevata , viene ricostituita in pochi giorni dallorganismo. Inoltre,diventare un donatore periodico - cioè sottoporsi al prelievo almeno un paio di volte allanno - offre molti vantaggi, perchè il donatore e il suo sangue vengono frequentemente controllati, offrendo lopportunità di cogliere molte malattie al loro sorgere. Aumentare il numero dei donatori periodici è lunico sistema per evitare la speculazione o il rischio di contagio. Chi può donare il sangue? Ogni individuo sano di età compresa fra i 18 ed i 65 anni, di peso corporeo non inferiore ai 50 kg. Al momento della donazione devono essere nella norma, cioè nei limiti previsti dalla legge: la temperatura corporea, la pressione arteriosa , la frequenza cardiaca e lemoglobina. Dove si può donare? Presso il centro di raccolta fisso dellOspedale Civile di saluzzo. Presso il centro Trasfusionale dellospedale di Savigliano. Presso i centri mobili della Banca del Sangue e del Plasma della città di Torino. IL Sangue: comè fatto e a che serve Il sangue è un liquido che rappresenta il 7% del nostro corpo. E responsabile delle più importanti funzioni vitali. Si compone di una parte liquida, il plasma, e di minuscoli corpi invisibili ad occhio nudo,ma numerosissimi e attivissimi ed instancabili nel purificare e difendere il corpo umano: si tratta dei globuli bianchi, dei globuli rossi e delle piastrine.Il sangue in base a particolari sostanze presenti nei globuli rossi si differenzia in quattro tipi fondamentali: gruppo A gruppo B ,gruppo AB e gruppo O . Conoscere il proprio gruppo sanguigno è molto importante. Riassumendo: i globuli rossi ossigenano lorganismo, i bianchi ci difendono dalle infezioni e le piastrine sono essenziali per la coagulazione.Insomma il sangue testimonia lo stato di salute del nostro corpo e ci è indispensabile per vivere. Per informazioni rivolgersi a SILVESTRO Mirko Cellulare n 0175797062 n.3478276568 silmirk@alice.it
 
Di dottore (del 06/12/2011 @ 21:22:48 in Ambiente, linkato 2043 volte)
Ricevo il comunicato stampa da Nicola Carrino (Assessore Costigliole) e diffondo la notizia anche perchè trovo sia un'ottima idea, e inoltre io ne sto già usufruendo!!!

Arriva la Casa dellAcqua a Costigliole saluzzo

Inaugurazione domenica 11 dicembre alle ore 10

La Casa dellacqua è in arrivo. Tutti potranno rifornirsi di acqua refrigerata da bere a tavola, naturale o frizzante, con poca spesa.

In questo modo Costigliole avvia un progetto con più finalità. Innanzitutto, promuovere tra la popolazione il consumo dellacqua potabile, controllata e sicura, con un piccolo risparmio economico per il consumatore.

In secondo luogo, grazie al minor uso di bottiglie di plastica, contribuire in modo deciso al bene dellambiente. Questo perché ogni cittadino riutilizzerà le sue bottiglie (preferibilmente in vetro, oppure semplicemente in plastica) invece di gettarle ogni volta.

Non solo la prospettiva di diminuzione dei rifiuti in plastica. Anche la volontà di non costruire un nuovo edificio per questo servizio, ma di recuperare e rendere più efficiente un edificio già esistente.

E' infatti ledificio del peso pubblico, sito in via Divisione Cuneense, ad ospitare la struttura. Continuerà ad essere anche peso, visto che con il sistema elettronico attuale di pesatura, gli spazi interni necessari non sono più quelli di una volta. Così lo spazio libero delledificio sarà usufruito per i macchinari di refrigerazione, filtrazione ed erogazione dellacqua.

Soddisfazione particolare per gli amministratori di Costigliole, uno dei primi paesi che ha questa struttura, in quanto, sulla base della convenzione con la ditta Cryos Srl di Peveragno che gestirà limpianto, per il Comune non ci saranno costi per la Casa dellAcqua. Lazienda di Peveragno, infatti, ha sostenuto le spese di ristrutturazione ed adeguamento delledificio, mentre il Comune si impegnerà gratuitamente alla concessione dei locali per alcuni anni.

Il costo dellacqua ed i costi indiretti saranno invece, naturalmente, sostenuti dal consumatore attraverso il pagamento della tariffa, che sarà di pochi centesimi al litro (5 centesimi per un litro d'acqua frizzante e 3 centesimi per un litro d'acqua naturale).

Domenica mattina l'inaugurazione con la consegna di bottiglie in vetro e delle tessere per l'erogazione dell'acqua (il distributore funziona comunque anche a monete).
 
Di Geo (del 16/01/2008 @ 21:16:24 in Notizie, linkato 1861 volte)
Ieri sul notissimo Blog di Beppe Grillo è uscito un articolo che parlava dei finanziamenti dati ai giornali da parte dello Stato (cioè da noi).

Leggendo il post e, meravigliandomi riga dopo riga su quanti soldi vengono dati  "a gratis" ai giornali, mi sono soffermato su una cifra: 80000 €...no insignificante ovviamente.. ma sapete a chi vanno questi 80000 €??? ebbene... vanno tutti e 80 mila al "Corriere di saluzzo"... non l'avrei mai detto!! cioè, un giornale locale, credo letto da moltissimi piaschesi, che finisce su un blog letto in tutto il mondo?? Pazzesco..

Dopo essermi ripreso dallo shock iniziale a freddo ho pensato e fatto un sempice calcolo...cioè 80000 copie vengono pagate 2 volte: una prima volta le paga lo Stato (cioè noi) e una seconda le paghiamo noi [(ri)comprando il giornale dal tabachin]..non so ma forse qualcosa non funziona..booooooo?????

Corriere spiegateci voi come funziona la storia!!!!!! Non vorrei aver capito male...

A scanso d'equivoci riporto l'articolo del blog di Grillo (preso dal sito: www.beppegrillo.it) qui sotto cosicchè tutti possano leggerlo e farsi un opinione propria sulla questione.

La Casta dei giornali/ La Chiesa

Più di 100 giornali o periodici cattolici sono finanziati dallo Stato.
Ma non erano sufficienti l'otto per mille e l'esenzione degli immobili religiosi dall'ICI? Le nostre tasse contribuiscono a "La Voce dei Berici della Diocesi di Vicenza" e a "La Valsusa della Stampa Diocesana Segusina". Imperdibili per i fedeli più devoti. "Le testate percettrici di contributi diretti, relativi all’anno 2003, risultavano dunque 386, divise in otto categorie... QUARTA CATEGORIA: in pratica, monopolio di testate facenti capo, direttamente o indirettamente, alla Chiesa cattolica (diocesi, arcidiocesi, ordini religiosi, conventi, associazioni e opere pie, confraternite, ecc.). Fra i 106 «periodici editi da cooperative, fondazioni o enti morali ovvero da società il cui capitale sociale sia detenuto da cooperative, fondazioni o enti morali» si contavano sulla punta delle dita di una sola mano quelli editi da organizzazioni non cattoliche come l’Istituto Buddista e non religiose come l’ANMIL (Associazione dei Mutilati e Invalidi del Lavoro) e la Federazione Orticoltori. A primeggiare era la Società San Paolo. Fondata nel 1914 da don Giacomo Alberione, opera in trenta nazioni «e in molteplici campi di attività: editoria libraria, giornalistica, cinematografica, musicale, televisiva, radiofonica, audiovisiva, multimediale, telematica; centri di studio, ricerca, formazione, animazione». I Paolini sono impegnati programmaticamente e sistematicamente «nella diffusione del messaggio cristiano utilizzando i mezzi che la tecnologia mette a disposizione dell’uomo di oggi per comunicare». E la Periodici San Paolo, in particolare, riusciva a utilizzare puntualmente anche i contributi messi a disposizione dallo Stato italiano, assommando con sei testate una cifra superiore al miliardo delle vecchie lire: Famiglia Cristiana (210 mila euro), Il Giornalino (210 mila), Jesus (49 mila), Vita Pastorale (34 mila), Famiglia Oggi (5 mila) e Letture (5 mila). A parte la San Paolo, la gran parte delle testate di questa categoria si accontentavano di contribuzioni sotto i 50 mila euro: la più bassa in assoluto, meno di duemila euro, quella assicurata alla Impresa Tecnoeditoriale Lombarda per la Rivista Diocesana Milanese. Solo quindici riviste riuscivano ad aggiudicarsi un aiuto pubblico compreso fra i 50 mila e i 100 mila euro: L’amico del Popolo (102 mila), Città Nuova della Pia Associazione Maschile opera di Maria (94 mila), Toscana Oggi (89 mila), La Vita del Popolo dell’Opera San Pio X (82 mila), Corriere di saluzzo (80 mila), Verona Fedele (74 mila), Il Popolo dell’Opera Odorico da Pordenone (65 mila), La Vita Cattolica (64 mila), L’Azione della Diakonia Ecclesiale (63 mila), La Difesa del Popolo (61 mila), La Voce dei Berici della Diocesi di Vicenza (57 mila), Adista «fatti, notizie, avvenimenti su mondo cattolico e realtà religiose» (56 mila), La Voce del Popolo «settimanale di informazione della cultura cattolica di Brescia. Documenti e informazioni sulla Diocesi e sulla Curia Vescovile» (56 mila), Il Nuovo Rinascimento dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai (52 mila) e La Valsusa della Stampa Diocesana Segusina (51 mila). Nel 2004 queste testate passeranno da 106 a 115, per una contribuzione complessiva di 3 milioni 674 mila."  Beppe Lopez, La Casta dei giornali, ed. Nuovi Equilibri Saluti a tutti!!!

Geo
 
Di Dulce (del 19/04/2009 @ 21:11:27 in Eventi, linkato 1468 volte)

Oggi pioveva e c’è stato anche un terremoto perciò ho deciso di andare in un luogo sicuro e asciutto....
Invito anche voi a visitare la mostra davvero splendida che giustifica a pieno i 25 mila visitatori che ha avuto nel mondo.
Le opere esposte sono espressione della materia nelle sue molteplici forme colori e suoni  hanno suscitato in me emozioni ma quella che mi ha impressionato di più è stata dipinta con il sangue dell’artista che davvero sentiva la sua creazione come una parte di se stesso.
ENERGIE SOTTILI DELLA MATERIA
Castiglia - Castello dei Marchesi di saluzzo
Piazza Castello - saluzzo
 Fino al 10 maggio 2009
 Orari: Venerdì (15.00 – 19.00) sabato (15.00 – 23.00) e domenica
Ingresso 5 euro
Venerdì 24 e sabato 25 aprile  ingresso gratuito.
Possibilità di abbinare alla mostra d’arte la visita guidata alla Castiglia le sue celle e camminamenti.
 
Energie Sottili della Materia è una collettiva di scultura contemporanea che dal 3 aprile al 10 maggio presenterà le opere di oltre 30 artisti italiani in un percorso ideale che affiancherà i lavori di alcuni maestri riconosciuti come Melotti, Consagra, Zorio, Paolini, alle sculture di alcuni giovani emergenti meno noti al grande pubblico, con l’obiettivo di offrire al visitatore una possibile sintesi del sistema dell’Arte Contemporanea italiana degli ultimi decenni.
Selezionate dai curatori Marisa Vescovo e Alessandro Carrer, le opere che compongono “Energie Sottili della Materia” sono affiancate spesso da bozzetti e fotografie che illustrano le fasi più salienti del processo creativo di ciascun artista.
La collettiva, infatti, intende mostrare come, negli ultimi quarant’anni, le tecniche e le poetiche scultoree si siano progressivamente modificate ed abbiano subìto importanti trasformazioni, muovendo verso l’integrazione e la molteplicità dei generi: gli artisti hanno lavorato sui materiali, sullo spazio, sulla relazione con lo spettatore, disintegrando ogni volta le forme cristallizzate dell’arte per produrre nuove idee e nuovi mondi. Ciò che emerge è l’impossibilità di scegliere una risposta univoca, un vortice fatto di incroci ed attraversamenti disciplinari che produce un sistema articolato in cui ciascuno prova a conquistare una voce, un punto di vista, una sempre diversa organizzazione della forma e dell’idea. In questo processo il dialogo tra artista e “materia” subisce continue variazioni, ma resta la capacità per quest’ultima di liberare l’energia sottile, risultato e traccia palese di ogni processo creativo.
L’allestimento nello splendido complesso della Castiglia a saluzzo segna la conclusione di un viaggio di oltre 20.000 km che ha portato le opere di Energie Sottili della Materia in alcuni tra i più importanti musei dell’Estremo Oriente: a Shanghai, a Pechino e a Shenzhen in Cina e a Seoul nella Corea del Sud. In queste occasioni, durante il 2008, il successo di pubblico è stato enorme, con oltre 25.000 visitatori.
Energie Sottili della Materia è allestita da IGAV – Istituto Garuzzo per le Arti Visive – un’associazione culturale senza scopo di lucro con sede a Torino, che dal 2005 organizza e gestisce collettive internazionali di Arte Contemporanea, con l’obiettivo di sostenere e valorizzare l’opera degli artisti italiani all’estero e nel nostro paese.

 

 
Di cagio (del 06/02/2008 @ 20:38:39 in Carnevale, linkato 1842 volte)
Ecco on line alcune foto della sfilate della Quarta meraviglia.
Ragazzi ieri siete stati fantastici, per Racconigi sapete qual'è il vostro mestiere!

La notturna di Pinerolo >>>

La sfilata di domenica a Saluzzo >>>>

La sfilata fuori concorso del martedì grasso a Saluzzo >>>

 
Di Mirko Sil (del 01/04/2009 @ 20:35:58 in Eventi, linkato 1540 volte)
saluzzo:ad aprile la 6^edizione della Fiera del Volontariato E' stata presentata questa mattina dal presidente del CSV Giorgio Groppo e dall'Assessore del Comune di saluzzo Marcella Risso la 6^ edizione della Fiera del Volontariato, organizzata dal Centro Servizi per il Volontariato, che quest'anno farà tappa proprio a saluzzo il 3-4-5 aprile ospitata nella Caserma Musso Un messaggio forte quello proposto dal titolo della Fiera che fa da filo conduttore a tutta la manifestazione:'I care ho a cuore' la frase che Don Milani affisse alla scuola di Agostino Burberi. Un invito a non girarsi dall'altra parte, ma ad offrire il proprio aiuto a coloro che ne hanno bisogno e che con i tempi che corrono sono sempre di più. "La frase di Don Milani pone l'attenzione sul fatto che ciascuno di noi è chiamato a svolgere un ruolo, a vincere le paure ed a ricostruire una fiducia in un momento come l'attuale in cui le insicurezze sono all'ordine del giorno - ha commentanto il presidente Groppo -. Riscoprire i valori più importanti che sembrano dimenticati, ma che ci sono e ci accompagnano sempre". Un programma ricco quello di quest'anno che ha lo scopo di far avvicinare tutti al mondo del volontariato oltre a raggruppare le varie associazioni che, sul territorio svolgono un lavoro molto importante, ma poco appariscente. La Fiera permette anche a queste associazioni, fulcro del volontariato, di conoscersi aprendo nuove e fruttuose possibilità di collaborazione. "Spero che davvero la fiera abbia il successo che meriti - ha concluso l'assessore Risso -. Per noi è motivo di orgoglio ospitare questa manifestazione a saluzzo, per questo ringrazio il CSV e la Fondazione Bertoni" Questo il programma dalla 6^ Fiera del Volontariato 'I care' ho a cuore: Venerdì 3 aprile 2009 ore 18,30 - INAUGURAZIONE FIERA Intervento di Agostino Burberi Fondazione Don Milani di Firenze. Seguirà rinfresco ore 21,00 CONCERTO con Orchestra Sinfonica B.Bruni Direttore M C.Morbo. In programma musiche di B. Britten, W.A. Mozart e L. van Beethoven (Sala ROSSA) ore 23,00 CHIUSURA FIERA Ingresso al concerto gratuito. Biglietto da prenotare presso il CSV Società Solidale (Tel.0171 605660) entro il 31.03.2009, fino ad esaurimento posti. I biglietti vanno ritirati presso lo stand del CSV entro mezzora dallinizio dello spettacolo. Sabato 4 aprile 2009 ore 9,30 APERTURA FIERA ore 9,30 CONVEGNO Concretizza i sogni Convegno Distrettuale Rotary (Sala VERDE) Presentazione dei Progetti di volontariato internazionale promossi da Organizzazioni di Servizio con ODV e ONG ore 10,00 PRENDI LA VITA LA VOLO Incontro con le scuole superiori del territorio (Sala ROSSA) Convegno sulla SICUREZZA STRADALE e presentazione del Video Prendi la Vita al Volo a cura del CSV Società Solidale, Segnaletica Onlus, Associazione Italiana Familiari e Vittime della strada, Viviamolavita ore 11 ,00 - PREMIAZIONE CONCORSO visioniSOLIDALI (Sala ROSSA) ore 11 ,30 - LE SCUOLE VISITANO LA FIERA ore 15,30 CONVEGNO: I CARE: ho a cuore (Sala VERDE) Presentazione Buone Prassi delle OdV cuneesi realizzate sul territorio nel 2008 ore 16,30 da RAI 3: LA MELEVISIONE e IL FANTABOSCO in ALLA RICERCA DEL MELECANTO Spettacolo per bambini (sala ROSSA) ore 17,30 ESERCITAZIONE DI PROTEZIONE CIVILE CON UNIT CINOFILE. A cura dellAssociazione Nazionale Carabinieri Nucleo cinofilo Le Fiamme di Centallo con la collaborazione del Nucleo Il Tricolore di Busca e del Nucleo di Alba ore 18.15 Conferenza stampa di presentazione del FORUM DELLA SOLIDARIETA ore 21,30 SPETTACOLO/CONCERTO FLAVIO OREGLIO e I LUF: Non è stato facile cadere così in basso (Sala ROSSA) + filodiffusione + maxischermo in Sala VERDE ore 24,00 CHIUSURA FIERA Durante il pomeriggio Animazione per Bambini a cura dellAss. CONIVIP Ingresso allo spettacolo serale gratuito. Biglietto da prenotare presso il CSV Società Solidale (Tel.0171 605660) entro il 31.03.2009, fino ad esaurimento posti. I biglietti vanno ritirati presso lo stand del CSV entro mezzora dallinizio dello spettacolo. Domenica 5 aprile 2009 ore 9,30 APERTURA FIERA ore 9,00/12,00 - Incontro Provinciale Gruppi ACAT (sala VERDE) ore 10,00 POMPIEROPOLI Dove fare il pompiere è un gioco da ragazzi (Area esterna) ore 15,30 INTRUGLI ALCHEMICI - Varietà Magico con Beppe Brondino & Madame Zorà (sala ROSSA) ore 16,30 LE SORPREISE DLA MACIA D VIN spettacolo teatrale in lingua piemontese a cura della Compagnia teatrale di Cervignasco I Mach Fina Lì ore 18,00 SPETTACOLO MUSICALE a cura dellassociazione Musica e... ore 19,30 CHIUSURA FIERA ore 20,30 SERATA DANZANTE CON MAURIZIO E LA SUA BAND Durante il pomeriggio Animazione per Bambini a cura dell Ass. MACRAME e intrattenimento musicale con il repertorio di canzoni e musiche della tradizione Piemontese a cura dellAssociazione PIJTEVARDA Allinterno della Fiera sarà presente uno stand dellemittente TV per coinvolgere ospiti e associazioni nellevento e portare in presa diretta il ricco panorama del volontariato provinciale Per tutte le informazioni www.fieradelvolontariato.it alla fiera partecipiamo anche noi come donatori adas di tutti i paesi del saluzzese con uno stand della fidas
 
Di cagio (del 21/06/2007 @ 20:17:22 in generale, linkato 1811 volte)

Pubblico volentieri una mail di Nicola "4" sulla viabilità a Piasco. sottolineo che la pubblico volentieri perché la condivido e mi fa piacere che queste cose le dica un non Piaschese (4 è di San Bartolomeo - Venasca). Nicola infatti non vota Piasco e non conosce chi ha voluto, progettato e segue la circolazione stradale nel nostro comune, la sua è l'opinione di un utente della strada.


Prendo spunto dalla mia stessa provocazione per porre lattenzione su altri due problemi di viabilità sulle strade piaschesidato che in molti da tempo si lamentano ma nulla è stato fatto per migliorare le cose..
La più abominevole è il semaforo DEFICIENTE.
Ma si è mai visto che quando ti trovi a 20 metri da un semaforo alla velocità consentita di 50 km/h questo diventa rosso perché qualcuno che proviene dalla direzione opposta,superando il limite, lo ha fatto scattare?!
Io rispetto la velocità indicata ma mi devo fermare perché dallaltra corsia uno supera il limite!!!
Oltretutto lARANCIO a Piasco equivale al ROSSO, in entrambi i casi si è in infrazione (credo di non aver bisogno di dare altre spiegazioni al riguardo)!
La fantasia tricolore raggiunge poi il suo apice nel momento in cui qualcuno si prenota per lattraversamento pedonaleli si raggiunge il caos più totale!
Il secondo problema è rappresentato dalla rotonda vicino alla casa di riposo.
Normalmente chi proviene dalla vallata o da Costigliole e vuole entrare dentro Piasco rischia di essere investito da chi proviene da saluzzo che, data la struttura della rotonda non è incentivato/obbligato a rallentare in quanto la strada prosegue pressoché diritta in direzione vallata.
Nella maggior parte dei casi è chi è già dentro la rotonda, che per evitare sinistri, da la precedenza a chi proviene da saluzzo!

W le rotonde! Anche quelle con i dossi dentro!..di tre rotonde a Piasco non ce nè una normale!
 
Di cagio (del 01/03/2007 @ 20:05:29 in Carnevale, linkato 1664 volte)

In queste settimane di carnevale è in circolazione a Piasco, un po' ovunque il dépliant dei Magnin e del Carro allegorico. Nelle prime pagine dell'opuscolo si può leggere la storia di come nascono i Magnin di Piasco, maschera che non ha nulla a che vedere coi “magnin” degli altri paesi, poveri ed “enmagninà”.

Leggendo la storiella ci si imbatte in Re Carlin, personaggio che appare come uno squattrinato donnaiolo, personaggio che ha acceso subito la mia curiosità, in fondo siamo simili (almeno per i fondi :-/ ). Ho deciso allora di informarmi meglio su questo personaggio ed a colpi di google e wikipedia salta fuori che Re Carlin fosse Carlo Emanuele III e non IV come scritto sul libretto del carnevale 2007. oltretutto Carlo E. IV regnò pochissimo e nel periodo tra la Rivoluzione Francese e Napoleone, periodo infelice per andare in giro ai carnevali; inoltre questo sovrano fu particolarmente legato alla moglie ed al cattolicesimo, difficile immaginarlo in carrozza che va in gita con la marchesa di saluzzo.

Quindi preferirei che ad aver nominato i magnin cavallieri sia stato un re più festaiolo e se vogliamo anche importante sotto il profilo storico politico, già proprio come re Carlin (Carlo E. III). Quest'uomo infatti riveste una grade importanza per il Piemonte, sotto il suo regno venne coniato l'appellativo di “Bogia nen”, il Regno di sardegna acquistò importanza a livello europeo partecipando alle guerre di successione di Polonia ed Austria, Cuneo comandata dal “Barun Litrun” resistette al più duro degli assedi mai subiti (come leggenda vuole grazie anche all'aiuto dei buschesi che rifornivano il pane di nascosto, da cui nascono Micon e Miconètta)

Non pago delle mie ricerche ho consultato entrambe le edizioni del libro “Piasco, un paese di fondovalle” ed ho forse capito da dove nasce l'equivoco: infatti nella poesia in piemontese che entrambe le pubblicazioni riportano si parla del re che “as ciamava Emanoel – e 'dco Carlo numer trè” e che “ L'ha ficà so pà en perzon – e a virolè l'è 'ndait”, quindi indubbiamente Carlo Emanuele III, che fece imprigionare il padre Vittorio Amedeo, che dopo aver abdicato tentava di tornare al trono. Sulla nuova edizione del libro su Piasco compare però anche Carlo Emanuele IV nell descrione dei Magnin, perché? Io propendo per una svista degli autori, ma non posso esserne certo: Aldo Ponso, Yoko, Fusta avete una spiegazione? Io non posso continuare a non dormire la notte per questa questione! E meno male che Carlo Emenuele II pare non fosse molto attratto dal gentilsesso altrimenti qua non se ne capiva più nulla!

Pensate se un Savoia attuale passasse in questi giorni a Piasco ed avesse un guasto all'automobile. Come ripagherebbe Luca e Franco Corrado per la riparazione? Meglio non pensarci!!!


storiCagio
 
Di cagio (del 16/11/2007 @ 19:44:23 in generale, linkato 1669 volte)
Che i blog sono qualcosa in più di una moda fastidiosa e passeggera come il Tamagochi se ne sonno accorti anche i vecchietti che stanno al senato e si è fatto, per qualche giorno un gran parlare di nuovi media, partecipazione alla vita dello Stato, antipolitica (ma cos'è?). Però non mi sarei mai aspettato che il termine blog finisse in un atto pubblico del COmune* di Piasco, non ci avrei scommesso 100 lire. Ed avrei già perso 10 cent. Ma il punto è che non si parla di un blog qualunque ma, udite udite, di questo superfansticissimoblog!
A fare i precisi si parla di blog dalla Proloco mentre dovrebbe essere il blog ospitato dal sito della Pro Loco che per me sono cose un po' diverse, ma pazienza, citèsse.
Dove se ne parla? Nella Delibera di GIunta 110. Che non è ancora all'Albo Pretorio, pazientate.
E come faccio io a saperlo?
Perché all'Albo c'è la determina 159SF del 13/11/2007
E tutto questo per dire cosa?
Per dire che la determina, vista la delibera di GIunta 110, paga 2k€ ad uno Studio di avvocati di saluzzo per affidare, a seguito di commento apparso sul blog della Pro Loco un'azione legale a tutela dell'onorabilità dell'Amministrazione Comunale
Ed io che credevo che con un blog si potesse stimolare il dialogo e la partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa adesso cosa dirò quando qualcuno mi accuserà di aver fatto buttare nel cesso due stipendi di un italiano medio?
Se qualcuno sa qualcosa di più preciso si faccia sentire, possibilmente qua sul blog, potrebbe diventare famoso un giorno ; - )
* Visto che ci tengo all'onorabilità del COmune in cui vivo non voglio essere avaro di maiuscole
 
Di Dulce (del 07/05/2009 @ 19:15:54 in Eventi, linkato 1320 volte)

NUCLEARE?

La più  pericolosa delle alternative

venerdì 8 maggio 2009 ore 20,45

saluzzo

Antico Palazzo Comunale

Interviene:

 Gianpiero Godio 

responsabile settore energia

Legambiente  Piemonte - Valle  d’Aosta

incontro su:

                        rischi delle centrali esistenti e in costruzione

                                         problema delle scorie

                                  costi del kilowattora nucleare

riserve di combustibile e livelli di consumo energetico da soddisfare

                      contenimento di emissioni di anidride carbonica

                                       problemi di localizzazione

Al pubblico sarà consegnato  un questionario su cui annotare l’opinione sul nucleare

 

           

          

! NON LASCIAMO CHE GLI ALTRI DECIDANO PER NOI !

UNA STRADA ALTERNATIVA CHE STIAMO PERCORRENDO

! ASSOCIATEVI !

WWW.RETENERGIE.IT

   
 
Di cagio (del 20/10/2009 @ 19:14:17 in Politica, linkato 3449 volte)
In realtà qualcosa in più, perché non tutti gli abitanti di Verzuolo e Costigliole saluzzo sono cittadini della ex Comunità Montana Valle Varaita, ma voglio estender anche a loro il diritto ad essere risarciti. Già perchè se la sentenza di primo grado nei confronti di Silvano Dovetta dovesse essere confermata anche nei gradi successivi di giudizio e lo Stato stabilirà un pena per chi ha fregato circa 90k€ alla CMVV, nessuno restituirebbe il mal tolto, o i soldi rubati per essere chiari. La possibilità ci sarebbe anche stata ma giunta e consiglio dell'ente decisero di non costituirsi parte civile nel processo.
Adesso è il momento di battere cassa, siamo circa 18.500 persone dal Colle dell'Agnello a Falicetto, e ognuno di noi può scegliere da chi farsi restituire i sui 4,50 € abbondanti. Io consiglio di andare a chiedere agli ex componenti della giunta che adesso sono il lizza per la Grande Comunità del Monviso come:

da una parte:
- Alberto Anello, ex assessore a commercio, turismo, attività produttive, candidato alla presidenza ed ex amico di Dovetta e negli ultimi mesi principale rivale politico;

dall'altra:
- Bernardino Matteodo, ex Vice Presidente con delega ad iniziative comunitarie, cultura e istruzione, bilancio e programmazione e da sempre l' eminenza grigia della CM, storico braccio destro di Dovetta, nonostante si dice che dovrebbe essere uno di sinistra. Avesse i baffi verrebbe da fare il paragone con un'altra coppia di pelato e baffuto, ma non ha i baffi.
- Giuseppe Moi, ex assessore ai lavori pubblici, viabilità, servizi associati ed attualmente sindaco di Valmala.
- Alessandro Bianco di Pontechianale, ex assessore a caccia e pesca.

Quando poi avremo raggiunto la cifra che la Giustizia stabilirà che manca dalle casse decideremo cosa farne, ci sono un mucchio di possibilità: dalla seggiovia o il chiosco sul lago a Pontechianale, a finanziare i giovani imprenditori della valle, alle proloco, alla Croce Rossa... Sempre che la sentenza di appello non smentisca il Tribunale. Se invece dovesse intervenire la prescrizione io i soldi li voglio indietro lo stesso, anche perché Dovetta a suo tempo dichiarò che voleva dimostrare la propria innocenza, e non allungare i tempi per mandare tutto a monte.
Se vi capita chiedete a questi signori, e agli assessori e consiglieri uscenti dalla CM, se la pensano ancora come allora, se sostengono che il giudice si sia sbagliato, o se vogliono metterceli di tasca loro i soldi che non vollero chiedere indietro al loro capo. I loro nomi li trovate sul sito della CM Valle Varaita.
 
Di cagio (del 29/10/2011 @ 19:10:04 in Eventi, linkato 1563 volte)
Sabato 12 Novembre 2011 alle ore 21 arriva a Piasco l'ultima produzione (per il momento) del Teatro del Marchesato di saluzzo: “I DUE GEMELLI VENEZIANI” (di Carlo Goldoni).
Il ricavato della serata verrà devoluto in benificenza alla Cooperativa il Casolare, che da anni opera sul territorio piaschese e la cui attività di grande rilevanza sociale necessita sempre di aiuto da parte di tutti. Noi proviamo a fare la nostra parte recitando a Piasco una pièce che a saluzzo ha fatto il tutto esaurito otto sere su otto, incontrando anche i favori della critica, sicuramente molti dei lettori la faranno comprando il biglietto (alla misera cifra di 5 Euro)
Ma la commedia? Un capolavoro del teatro comico mondiale! È uno dei più grandi successi teatrali di tutti i tempi! È la storia di due gemelli: uno, Zanetto, è tonto e sciocco (un simpatico e rozzo Zanni); l’altro, Tonino, è intelligente e simpatico, (un vero cortigiano come Goldoni). Questo espediente, che affonda le sue radici nelle origini del teatro, permette un a...lternarsi di situazioni spassose e buffe, di gag e doppi sensi, assolutamente divertentissime.
Perché è pura magnifica Commedia dell’Arte, con i suoi intrecci
gustosamente complicati, gli irresistibili lazzi comici, la pluralità del linguaggio, le felici assurdità della trama.
La commedia è magnifica! Divertentissima! La comicità è delirante! Impetuosa e travolgente. È da vedere assolutamente!!! Non potete perderla!!!

In Scena:
ZANETTO Bisognosi - DECOSTANZI Alberto
TONINO Bi
sognosi - DECOSTANZI Alberto
Il Dottor BALANZONI - OREGLIA A
lessandro
ROSAURA - CALICE Valentina
PANCRAZIO - NARDO Lionello
LELIO - SALVATICO Riccardo
BEATRIC
E - PAPA Ilaria
FLORINDO - CIRASO Giovanni
BRIGHELLA - RAINERO Jacopo
COLOMBINA - CALVETTI Irene
ARLECCHINO - CARPANI Andrea
Sig.ra TIBURZIO - SASSONE Laura
BARGELLO - ROSSO Matteo
BIRRO - CAGIONI Luigi

Prevendita bigl
ietti:
Tabaccheria Tallone Davide (Piasco),
Tabaccheria del Borgo (Fr. Sant’Antonio – Piasco),
Tabaccheria Brugiafreddo (Costigliole saluzzo)
Palestra Fatti di Fitness (Venasca)
 
Di Dulce (del 15/04/2009 @ 19:09:26 in Ambiente, linkato 1892 volte)

Venasca

carabinieri sequestrano discarica abusiva

+

Vinadio

sotto il fossato 3 metri di bottiglie PET della Sant'Anna

E’ stato denunciato alla Procura delle Repubblica di saluzzo il 67enne proprietario di un terreno agricolo situato a 15 metri dal torrente Varaita adibito a discarica abusiva. A scoprire un ingente quantitativo di materiali edili di risulta, sotterrati nell’appezzamento i carabinieri della stazione di Venasca comandati dal Maresciallo Capo Luigi Matrone. Gli accertamenti hanno consentito di appurare che l'attività illecita era stata avviata già da alcuni anni e che nel sottosuolo erano stati interrati nel tempo una considerevole quantità di rifiuti dello stesso genere. L'area, di circa 400 mq, sottoposta anche a vincolo paesaggistico, è stata sequestrata. Le indagini continuano per verificare la provenienza dei rifiuti speciali non pericolosi e le modalità con cui sono stati scaricati.    (fonte targatocn.it)

.....e se non fossero SOLO rifiuti speciali non pericolosi?

intanto a Vinadio

Vinadio: sotto il fossato del Forte 3 metri di bottiglie PET

Sabato scorso avevamo dato notizia dell'autorizzazione (il link in fondo alla pagina), concessa dal Demanio, a procedere con gli scavi nei pressi del Forte di Vinadio, in particolar modo nella zona del fossato, sotto il quale si sospettava fossero seppelliti ingenti quantitativi di bottiglie d'acqua minerale piene. La segnalazione era partita da un gruppo di cittadini costituitisi in 'Comitato Spontaneo' nel luglio del 2008. Il Comitato aveva presentato un esposto informale indirizzato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Dipartimento della Protezione Civile, alla Regione Piemonte - Assessorato ai Beni Culturali, alla World Health Organization Svizzera, all’European Civil Protection Office di Brusselles e ovviamente al Dipartimento della Protezione Civile, all’ Autorità di Bacino del Fiume Po, al Comando Provinciale Carabinieri e a quello di Vinadio, all’Azienda Sanitaria Locale CN1 e infine al sindaco del Comune di Vinadio Angelo Giverso.

Lo scavo è stato eseguito questa mattina alla presenza del Demanio, proprietario del terreno, della Sovraintendenza ai Beni Culturali, del personale dell'Università di Torino che ha effettuato i rilievi, della Guardia di Finanza, che per prima aveva dato seguito alle segnalazioni del Comitato, di una serie di cittadini, del capogruppo di minoranza, del Sindaco Angelo Giverso e di alcuni membri del Comitato stesso. Lo scavo ha confermato la presenza di uno strato di 3 metri circa di bottiglie PET interrate, oltre a materiale di provenienza edilizia, come cemento e piastrelle. Le bottiglie sono etichettate Sant'Anna e gli anni di riferimento sono il 1999 e il 2000.

Lo scorso 3 aprile c'era stata la prima ispezione, condotta da un Professore della Facoltà di Idrogeologia dell'Università di Torino Domenico De Luca. Attraverso un'indagine geoelettrica, erano state rilevate delle anomalie dovute alla presenza di materiale di vario tipo, che alterava, appunto, l''equilibrio elettrico' della zona. Sempre nel corso della stessa ispezione, erano emersi una serie di abusi edilizi a ridosso del forte, edificati su terreno demaniale, una discarica sulle sponde del fiume, il subaffitto di terreni demaniali per usi privati, un ingente quantitativo di roulotte posteggiate all’interno del forte e altro ancora. Da qui l'autorizzazione a procedere con lo scavo per determinare la natura del materiale sotterrato.

Il sindaco di Vinadio, Angelo Giverso, presente questa mattina durante gli scavi, ha confermato la presenza delle bottiglie e di materiale di altro genere ma ha sottolineato come non sussista alcun pericolo per la salute pubblica. "C'era già stata un'ispezione, condotta dai tecnici dell'Arpa e dall'Asl - precisa - che aveva escluso pericoli di natura ambientale o per la stabilità del terreno. In questa zona non ci sono falde che possano venire inquinate. Il terreno è stabile. Quanto scoperto stamattina è riprovevole, ma ci sono sicuramente molte aree in giro piene di rifiuti interrati. Sono Sindaco dal 1983, ed è solo dal 1984 che il Comune di Vinadio possiede un compattatore per portare i rifiuti alla discarica di Borgo San Dalmazzo. Non è da tanti anni, infatti, che si è iniziato a prestare attenzione a queste cose. Prima si sotterrava di tutto. Comunque in paese si sapeva delle bottiglie, ma solo da qualche mese è diventato un problema."

L'azienda Fonti di Vinadio, tramite il suo ufficio stampa, conferma quanto espresso nel comunicato diramato ieri, cioé la totale estraneità ai fatti e soprattutto la volontà di chiarire la situazione. Così dichiarava infatti, ieri, l'azienda: "Fonti di Vinadio non ha mai sotterrato materiale plastico né dato mai incarico ad alcuno di farlo per suo conto. Per lo smaltimento degli scarti di produzione l’azienda si avvale infatti, ovviamente, della collaborazione di fornitori specializzati. Qualora qualcuno abbia agito in modo scorretto e doloso utilizzando il nostro prodotto, saremo i primi a chiedere che venga fatta chiarezza sui fatti, procedendo inoltre ad una richiesta di risarcimento per i gravi danni di immagine che ne potrebbero conseguire".

La Guardia di Finanza, presente sul posto al momento degli scavi, preferisce, almeno per il momento, non rilasciare dichiarazioni a riguardo.

 
La data concordata è martedì 21 aprile alle 10.30. Alla presenza del Demanio, della Sovraintendenza ai Beni Culturali, della Guardia di Finanza e di alcuni membri del Comitato Spontaneo dei Residenti di Vinadio, si darà seguito allo scavo test all'interno del fossato del Forte di Vinadio, di proprietà del Demanio appunto, sotto il quale sarebbero stati interrati ingenti quantitativi di bottiglie di plastica contententi acqua minerale. La vicenda risalirebbe a circa 8 anni fa ma solo a luglio del 2008 è scattata l'azione del comitato, capitanato da un imprenditore della zona. E' infatti del 21 luglio scorso il primo esposto informale proveniente dalla frazione Bagni di Vinadio, nel quale viene denunciato il deturpamento di un bene demaniale e artistico – il forte di Vinadio – ad opera di un probabile sotterramento di un ingente quantitativo di bottiglie di plastica.

Una lettera con destinatari eccellenti: in primis indirizzata al Ministero dei Beni e delle Attività Cuturali, e per conoscenza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Dipartimento della Protezione Civile, alla Regione Piemonte - Assessorato ai Beni Culturali, alla World Health Organization Svizzera, all’European Civil Protection Office di Brusselles e ovviamente al Dipartimento della Protezione Civile, all’ Autorità di Bacino del Fiume Po, al Comando Provinciale Carabinieri e a quello di Vinadio, all’Azienda Sanitaria Locale CN1 e infine al sindaco del Comune di Vinadio Angelo Giverso.

Dopo otto mesi è scattata l'indagine della Guardia di Finanza di Cuneo, su sollecitazione del Comandante della brigata di Vinadio maresciallo capo Antonio Merlino. Che vi fossero delle bottiglie seppellite nel fossato del Forte era notizia nota a tutti in paese ma nessuno aveva mai denunciato la cosa alle autorità competenti. Il comitato, nel farlo, si è appellato al d.lgs n. 490 del 1999, che si riferisce alla modifica strutturale di un bene culturale, reato ascrivibile al danneggiamento di un bene paesaggistico e ambientale. Il fossato, dunque, secondo il comitato, doveva rimanere tale e non essere riempito. Inoltre, i cittadini temono che vi possa essere inquinamento ambientale.

La fortificazione di Vinadio è fra gli esempi di architettura militare più significativi dell'intero arco alpino. I lavori di costruzione della fortezza, voluta da Re Carlo Alberto, iniziarono nel 1834 e si conclusero solo nel 1847. Nonostante una breve interruzione, dal 1837 al 1839, in soli undici anni si realizzò un vero capolavoro dell'ingegneria e della tecnica militare e per la sua costruzione in alcuni momenti furono impegnate 4000 persone. Un bene prezioso per Vinadio, dal punto di vista storico, turistico ed economico, al quale i residenti tengono particolarmente. Proprio per questo affetto nei confronti del Forte, i residenti hanno deciso di costituirsi in comitato, autotassarsi e commissionare un’indagine geoelettrica all’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Scienze della Terra, che, attraverso una serie di ricerche scientifiche in loco, ha redatto una dettagliata relazione in cui dichiara che nel fossato è fondata l’ipotesi ci siano sotterrati materiali che per consistenza è verosimile siano delle bottiglie di Pet.

Lo scorso 3 aprile c'è stata la prima ispezione. Sarebbero emersi una serie di abusi edilizi a ridosso del forte, edificati su terreno demaniale, una discarica sulle sponde del fiume, il subaffitto di terreni demaniali per usi privati, un ingente quantitativo di roulotte posteggiate all’interno del forte e molto altro ancora. È stato quindi redatto un verbale e disposta l’autorizzazione ad effettuare uno scavo test per verificare la presenza delle bottiglie. Tale scavo verrà effettuato martedì prossimo.

Il sindaco di Vinadio, Angelo Giverso, dal canto suo dichiara che il Demanio ha pieno diritto di effettuare le verifiche del caso, essendo la zona di sua proprietà. "A quanto mi risulta -precisa- c'è già stata un'indagine della Procura, chiusa in quanto non era emerso alcun pericolo né ambientale né per la stabilità del terreno. Forse il Demanio non ne è a conoscenza e per questo ha disposto lo scavo. Che ci fossero bottiglie lo si sapeva da molti anni. E' un atto riprovevole, certamente, ma non giustifica l'attuale allarmismo, a maggior ragione perché la cosa risale a molti anni fa e solo da pochi mesi se ne parla. Mi chiedo perché".

questi due articoli fanno riflettere come anche qui nel profondo nord le discariche abusive ci siano e a volte vengano a galla anche grazie a dei comuni cittadini come quelli ci Vinadio che nel 2008 si sono costituiti come comitato spontaneo.
Anche nel nostro paese si è formato un gruppo di cittadini sotto il nome del VAS con le stesse intenzioni.
Invito tutti a collaborare loro perchè eventi come questi non devono accadere e sono successi nel corso degli anni sarebbe opportuno denuciarne la presenza.
Non è mai troppo tardi per salvare la nostra terra anche perchè non ne abbiamo una di ricambio.


 
Di Mirko Sil (del 09/01/2010 @ 19:06:57 in Eventi, linkato 1800 volte)
Manifestazione a passo di cammino di km 6, o km10. 7 FITWALKING DEL CUORE Domenica 24 gennaio 2010 a saluzzo partenza ore 10,15 da piazza Cavour Si è pensato di partecipare nuovamente ( come donatori sangue a.d.a.s. e anche simpatizzanti, amici, parenti, ecc. più siamo, ..) a questa camminata visto la buona riuscita del 2009 raggiungendo come associazione la 5 posizione in classifica come numero di partecipanti.. mi raccomando chi partecipa (come donatore) indossare il nostro giubbotto rosso grazie .. Quindi partecipiamo numerosi!! La quota di iscrizione che è pari a 5 euro, per i donatori sara pagata interamente dalla nostra associazione, i gruppi più numerosi riceveranno un premio in denaro che verrà interamente devoluto o in beneficenza o per lacquisto, allospedale di saluzzo, di una sedia per le donazioni di sangue. Termine per liscrizione: 21 gennaio 2010 Sempre al sottoscritto Silvestro Mirko Tel. 0175/797062 Cell. : 3478276568 email : silmirk@alice .it
 
Di Mirko Sil (del 26/04/2009 @ 18:35:42 in Eventi, linkato 1491 volte)
A.D.A.S.
associazione donatori autonomi del sangue Di saluzzo e sue Valli
Gruppo di Piasco Piasco

22/04/2009
Cari amici donatori, Educare alla donazione del sangue è un’affermazione che non ha bisogno di lunghi commenti: è un terreno privilegiato dove famiglia ,scuola e società dovrebbero sapersi presentare garanti del significato profondo di questo gesto di volontariato……
L’offerta di sangue è un dono di classe E SE PORTATE UN NUOVO DONATORE SARA’ COME DONARE DUE VOLTE

Colgo l’occasione per ricordarvi di effettuare la Donazione il giorno 03 maggio 2009 nella sala piano terra del Comune, dalle ore 8.00 alle ore 11.15: sarò presente anch’io, per informazioni, ma anche per ascoltare i vostri consigli per migliorare questo servizio.

Saluti………
ILCAPOGRUPPO (Silvestro Mirko)
 
Di cagio (del 26/02/2007 @ 18:34:22 in Carnevale, linkato 1643 volte)
Sfilata a Saluzzo Martedì Grasso 2007

Sempre più in ritardo riesco a pubblicare le foto della sfilata di martedì scorso a saluzzo.

Con un clima decisamente più primaverile di domenica la sfilata si è svolta senza intoppi ed in allegria come tutti speravano. Il successo al concorso di domenica ha contribuito a rendere lambiente ancor più festoso di quanto fosse già nelle altre uscite. E adesso i 330 cavalieri rossi sono pronti per Racconigi.

Vai alla fotogallery

 
Di cagio (del 25/11/2009 @ 18:31:43 in Politica, linkato 2281 volte)
Ricevo e molto volentieri pubblico questa lettera di Maurilio Paseri, in riferimento al mio post del 20 ottobre "quattro euro e mezzo"
Mi scuso con l'autore per i tempi, non proprio tempestivi, della pubblicazione; in ogni caso quanto scrive non ha scadenza e rimarrà attuale ancora per un bel po'.
Sono felice che il blog sia seguito e partecipato anche fuori Piasco.



Leggo con molto ritardo lintervento di Cagio sulla vicenda Dovetta Centro di Isasca.

Devo dire che apprezzo molto il lavoro che fate sul blog, che è diventato un grande contenitore di discussione democratica e veramente partecipata.

Non è vero che non esiste più, a mio modo di vedere, partecipazione civica e il dibattito, solo che non funzionano più le formule classiche come convegni, riunioni politiche ma strumenti come il vostro.

Venendo allarticolo in questione devo però dire, in tutta franchezza, che con condivido la parte finale, dove si indicano tutti i Consiglieri della Comunità Montana (ormai ex) come corresponsabili nella vicenda o quanto meno silenti.

Così non è stato perché:

* ho personalmente firmato un documento, con il gruppo di minoranza, che chiedeva al Consiglio di riunirsi per decidere di costituirsi parte civile nel processo; la cosa sarebbe stata fondamentale proprio per recuperare, nel caso di sentenza definitiva, leventuale danno subito dallEnte;
* la maggioranza non ha aderito alla richiesta e largomento non è stato nemmeno messo allordine del giorno;
* ancora ad aprile Dovetta è andato in Consiglio a richiedere di nuovo la fiducia, che è stata concessa dai Consiglieri di maggioranza; il nostro gruppo non solo ha votato contro ma ha fatto mettere a verbale che, non essendo più allepoca Dovetta Consigliere, la cosa non era per noi legittima;
* in questi ultimi anni più volte con interpellanze abbiamo sollevato il caso di Isasca (ed anche tante altre questioni), che non dobbiamo dimenticarci, non si limita alla sola vicenda penale ma riguarda la costruzione di un complesso costato 2 milioni di Euro, più le attrezzature, e che adesso è un contenitore vuoto di cui nessuno sa cosa fare; di questo grande flop qualcuno dovrà rispondere politicamente o no ? ricordiamoci che Matteodo ha condiviso in pieno tutto il percorso politico di Dovetta (lo avete chiamato eminenza grigia e mi pare perfetto, adesso sarà il nuovo Vice-Presidente della Comunità Montana del Viso, buona fortuna);
* due anni fa il nostro gruppo di minoranza aveva convocato una riunione pubblica a Brossasco, con la presenza di Bruna Sibille( allora Assessore Regionale) per porre il problema di come gestire (in positivo) la situazione e venire incontro alle giuste istanze degli artigiani della Valle; venimmo, di fatto, indicati da Matteodo e C. come distruttori dellimmagine della Val Varaita....
* tutte queste, ed altre cose, non sono state quasi riportate dalla stampa locale ed in particolare dal Corriere di saluzzo che, quasi tutte le settimane, ci propinava la foto di Dovetta con relative odi.

Ho voluto riportare questi fatti perché qualcuno in questi anni ha provato a portare avanti un opposizione, molte volte costruttiva, in Comunità Montana; il tutto forse con non grandi risultati, ma vi assicuro che non è stata cosa facile.

Per onore di cronaca i Consiglieri di Piasco (tutti, maggioranza e minoranza) dellultima quinquennio sono sempre stati schierati con il duo Dovetta/Matteodo; liberi ognuno di prendere le proprie decisioni ma, anche, di condividere le responsabilità politiche della gestione.

Saluti.

Maurilio Paseri - Melle
 
Di Geo (del 30/05/2012 @ 18:16:01 in generale, linkato 1102 volte)
Ricevo e pubblico
 
Di Mirko Sil (del 15/09/2010 @ 18:03:13 in Associazioni, linkato 1145 volte)

associazione donatori autonomi del sangue Di saluzzo e sue Valli

Gruppo di Piasco


CARI AMICI DONATORI,


colgo loccasione per ricordarvi di effettuare la donazione il giorno 26 settembre 2010 nella sala comunale di Piasco.

Chi fosse impossibilitato in tale data, oltre alle solite possibilità (Ospedale di saluzzo, Savigliano e Cuneo) può recarsi , nelle date qui di seguito riportate, nei paesi viciniori:

Domenica 10 ottobre 2010 VILLAFALLETTO

Domenica 17 ottobre 2010 BUSCA

Domenica 31 ottobre 2010 LAGNASCO o SANFRONT


50 anniversario

Vorrei ancora ricordarVi limportanza di questo traguardo (50 anni !!) raggiunto grazie ai Donatori defunti e ai donatori tuttoggi attivi, con la speranza di proseguire e aumentare le donazioni con persone nuove e disponibili a regalare un gesto damore e di solidarietà così grande che è il DONO DEL SANGUE.

NON MANCATE!! GRAZIE

MENU

Albese parmigiano e rucola

Salmone con salse

Insalatina quattro sapori

Sformatino di zucchine con crema di form.

Risotto allortolana

Tajarin ai funghi

Arrosto di vitello Piemontese con contorni di stagione

Formaggio

Flan di mele e panna cotta

Cestino di frutta

Vini: Dolcetto Clavesana - Favorita

Caffè/Digestivo

IL PRANZO VERRA OFFERTO AI DONATORI ATTIVI.

PER I FAMIGLIARI E SIMPATIZZANTI € 28

BAMBINI:05 ANNI GRATIS

6-12 ANNI € 14

PRENOTAZIONI ENTRO

MARTEDI 28 SETTEMBRE 10

SILVESTRO MIRKO 0175797062 3478276568

DEGIOVANNI SERAFINO 017579156


 
Di dottore (del 10/01/2011 @ 17:27:50 in Eventi, linkato 2188 volte)

A. T. Pro Loco di Piasco - Comunicato Stampa

Ripartono le proiezioni alla Sala Polivalente di Piasco con la nuova Rassegna Cinema Gennaio – Aprile 2011.

Con l’ormai classica formula “10 film a 10 €” sono in vendita le tessere per la nuova rassegna cinematografica piaschese che inizierà il 27 e 28 gennaio con il film “Mangia Prega Ama” che vede protagonista una scrittrice newyorkese di successo interpretata da Julia Roberts che lascia marito e lavoro in cerca di se stessa tra Roma, Delhi e Bali. La rassegna prosegue con il film di Claudio Bisio “Benvenuti al Sud” (3-4 febbraio), il film di animazione “Cattivissimo Me” (10-11 febbraio), la commedia italiana “Maschi Contro Femmine” (17-18 febbraio) con un cast di grandi attori tra cui ricordiamo: Paola Cortellesi, Fabio De Luigi, Alessandro Preziosi, Nicolas Vaporidis, Claudio Bisio, Luciana Littizzetto e Emilio Solfrizzi. Si passa poi a film più drammatici come “Una Vita Tranqilla” (24-25 febbraio) e “Stanno Tutti Bene” (10-11 marzo) con Robert De Niro. Il 17-18 marzo tornerà la commedia italiana con “La donna della mia vita” e il 24-25 marzo l’ultimo film di Silvio Muccino: “Un altro mondo”. Concluderanno la rassegna i film “Somewhere” (31 marzo – 01 aprile) e “La solitudine dei numeri primi” (7-8 aprile). Visto il buon risultato di partecipazione alle precedenti rassegne si è pensato di aumentare i luoghi di prevendita delle tessere che sono: Tabaccheria Tallone Davide (Piasco), Tabaccheria del Borgo (Fr. Sant’Antonio – Piasco), Tabaccheria Brugiafreddo (Costigliole saluzzo) e Palestra Fatti di Fitness (Venasca). Le tessere saranno in vendita sino al 27 gennaio ’11 e saranno anche acquistabili presso la cassa del cinema le sere della prima proiezione. Maggiori informazioni e le trame dei film sono disponibili sul sito www.piasco.net  

 
Di beppe.olivero (del 13/03/2010 @ 16:57:03 in Politica, linkato 1543 volte)


Ora che li abbiamo incontrati e sappiamo chi sono quelli del Movimento a 5 Stelle la prima impressione,almeno per i candidati della lista provinciale, è che
ci troviamo di fronte a persone normali che in politica possono sembrare “dilettanti allo sbaraglio”, tanto sono lontani dallo stereotipo dell'uomo politico italiano stile “So tutto Io” degli ultimi decenni.
 
La percezione, all'inizio, disorienta un po' tanto siamo abituati alla (finta) democrazia delegativa che in Italia ci ha portato alla situazione di oggi. I “professionisti” della politica è vero, in campagna elettorale, sanno fare ben di più. Tutti slogan e certezze rassicurano le “pecorelle smarrite” con i loro programmi fatti sempre di più: più lavoro, più salute, più educazione, ecc.ecc. In campagna elettorale, sembra quasi una parola d'ordine tra i politici di mestiere, guai ad essere pessimisti oppure semplicemente realisti.
Peccato che, appena superato lo scoglio dell'urna, tutti o quasi tutti si dimenticano delle promesse fatte. I contatti con gli elettori diventano sporadici o superflui.
La “delega” a governare li fa chiudere nei palazzi, sordi alle istanze della gente specie quando queste si vanno a scontrare con gli interessi delle “famiglie potenti” che si sono impossessate di tutti (o quasi) i partiti.

L'alternativa di Davide Bono e di Piemonte 5 stelle richiede innanzitutto uno sforzo culturale. Occorre passare da un modello di democrazia delegativa ad uno di democrazia partecipativa dove ognuno, nella propria sfera di competenze ed interessi, si occupa o meglio si preoccupa di migliorare il mondo intorno a se.

Non esistono alternative se vogliamo costruire un futuro migliore.
Il modello lo abbiamo già sperimentato a Piasco, negli ultimi anni, in campo ambientale o in quello sportivo-ricreativo. Associazioni e gruppi di cittadini, collaborando con l'assessore o l'amministratore di riferimento, hanno fatto fare dei passi avanti alla nostra comunità.
La filosofia politica alla base del Movimento a 5 stelle ora la conosciamo. In due parole l'ha riassunta Fabrizio Ghirardi di Alba quando ha fatto cenno all'ideologia della Decrescita Felice di Maurizio Pallante.

Il sito dedicato la riassume così: La decrescita è la consapevolezza che non c’è progresso senza conservazione; indifferenza alle mode e all’effimero; attingere al sapere della tradizione; non identificare il nuovo col meglio, il vecchio col sorpassato, il progresso con una sequenza di cesure, la conservazione con la chiusura mentale; non chiamare consumatori gli acquirenti, perché lo scopo dell’acquistare non è il consumo ma l’uso; distinguere la qualità dalla quantità; desiderare la gioia e non il divertimento; valorizzare la dimensione spirituale e affettiva; collaborare invece di competere; sostituire il fare finalizzato a fare sempre di più con un fare bene finalizzato alla contemplazione. La decrescita è la possibilità di realizzare un nuovo Rinascimento, che liberi le persone dal ruolo di strumenti della crescita economica e ri-collochi l’economia nel suo ruolo di gestione della casa comune a tutte le specie viventi in modo che tutti i suoi inquilini possano viverci al meglio. In quest'ottica, capite bene, che la contrapposizione politica con gli schieramenti dominanti (ma anche, purtroppo, con la cultura) è fortissima.

Un esempio? Il problema energia.
La ricetta degli schieramenti politici dominanti è pressoché uguale. Puntare sulle biomasse (Bresso) oppure sul nucleare (Cota) per produrre più energia in modo alternativo alle fonti fossili. Gli effetti collaterali, naturalmente, sono minimizzati o nascosti in ossequio al grande business che si va a creare. Bono ed il Movimento di Beppe Grillo propongono invece il risparmio energetico, la riqualificazione energetica degli edifici, l'autoproduzione di energia con il sole, l'acqua , il vento sicuramente anche con le biomasse a patto che sia fatto in modo sensato e sostenibile.

Utopie? Forse, peccato che sia già un modello sperimentato con successo da anni in Germania ed Austria. Gli effetti collaterali: una ricaduta in termini di occupazione onesta e dignitosa incredibile in questi tempi di crisi ed un grosso passo avanti nella battaglia per un ambiente più pulito e sano in cui vivere Mi fermo qui augurandomi che altri proseguano ed integrino il discorso sul nostro blog.

Concludo, invece, riportando una lettera pubblicata sul Corriere di saluzzo che riassume in modo esemplare il dubbio riscontrato in tanti cittadini sull'opportunità di dare il proprio voto ad uno schieramento che, se va bene, arriverà a percentuali ad una cifra eleggendo pochi candidati, virus della democrazia partecipativa, nel Consiglio Regionale.

I furbetti del "voto utile" La correttezza dell’informazione non è propriamente uno dei punti di forza della democrazia italiana. Ma sotto le elezioni, da qualche tempo a questa parte, tutti diventano dei signori, nella premura di garantire a TUTTI i candidati lo stesso spazio a disposizione. A TUTTI?
Beh, no, forse non proprio a tutti... diciamo ai rappresentanti dei due più grandi partiti, dei due osannati Monoliti della politica italiana, e alle rispettive coalizioni.
La cosiddetta “par condicio” è dovuta a loro, che, grazie agli enormi poteri economici che rappresentano e li sponsorizzano (notoriamente legati anche giornali e televisioni), monopolizzano il mercato e detengono il primato delle preferenze. Poi, ci sono anche altre liste, certo, ma... lasciate perdere, ci dicono neanche troppo tra le righe i mezzi d’informazione: votate i Monoliti, tanto vincerà uno di loro.
E i Monoliti godono. Da anni, da decenni (anche se sono nati dopo, hanno ereditato solide ceneri dai loro predecessori) fondano il loro consenso proprio sul “voto utile”, sulla finta democraticità delle campagne elettorali, dove di fatto può vincere solo chi detiene già un’ampia fetta di potere, perché degli altri non si parlerà praticamente nulla.
E i due Colossi, pur cantandosele sonoramente in campagna elettorale per mettere in mostra le differenze, diventano di fatto sempre più simili, in modo che sia sempre garantita una continuità al sistema italiano, con tutti i suoi annessi e connessi che tutti ormai dovremmo conoscere. Insomma, alle elezioni, di fatto, “possiamo cambiar tutto, a patto che si lasci tutto come era”. A meno che... a meno che i cittadini Italiani non comincino, uno dopo l’altro, a guardarsi intorno, valutando TUTTI i programmi, visionando TUTTI i candidati, e non solo quelli che si riferiscono ai Monoliti.
E inizino, sempre in maggior numero, ad assumersi la fatica e la responsabilità di informarsi personalmente, e non solo tramite i Grandi Giornali e le Grandi Televisioni. Perché quella del “voto utile” è una grandissima stupidaggine, che può esistere solo in grazia di un sistema d’informazione malato e dell’assuefazione degli elettori. Che devono rivendicare, proprio attraverso il voto, la loro vera libertà, che è quella non di scegliere quello che si ritiene “il male minore”, ma la lista che veramente, fra tutte, li rappresenta meglio. Una libertà che, se si vogliono veramente cambiare le cose, deve avere il coraggio di rischiare.
Giorgio Perino
 
Di Dulce (del 13/11/2011 @ 16:51:24 in Eventi, linkato 1010 volte)

 

VENERDI 18 NOVEMBRE ORE 20
L'ALBERO FIORITO DI FRASSINO

PRESENTA IN COLLABORAZIONE COL

COMITATO ANTIRAZZISTA DI saluzzo


UNA CENA BENEFIT IN CUI L'AIOLI INCONTRA IL COUS COUS.
Il ricavato sarà destinato alla costruzione di una scuola

a BKO Sénou,
quartiere poplare di BAMAKO (Mali)

L’iniziativa nasce all’interno delle relazioni instaurate durante l’estate con i migranti africani presenti a saluzzo

A FINE CENA

LA MUSICA DI  ESTORIO DROLO RIUNITI PER L'OCCASIONE

L'INGRESSO AL CONCERTO CHE INIZIERA' VERSO LE 22,00 E' GRATUITO

LA CENA COSTERA' VENTI EURO COMPRESE LE BEVANDE

MENU

SFINCIONE
PATATE TUMA E AIOLI'
COUS COUS DI VERDURE
AGNELLO STUFATO ALL'AFRICANA
CROSTATA DI ALBICOCCHE

E’ gradita la prenotazione (tel. 0175.976241)

 

 
Di beppe.olivero (del 01/06/2011 @ 16:25:07 in Ambiente, linkato 1556 volte)

Venerdì 3 giugno alle 21.00, presso l'Ala della Pace, il Gruppo Vas di Piasco organizza una serata sul tema “Acqua T.V.B (ti Voglio Bere)”. Protagonista principe dell'incontro sarà uno studio delle acque sorgive cuneesi effettuato dai ragazzi del Liceo Scientifico Peano di Cuneo, coordinati dal Prof. Giacomo Olivero. Il Gruppo Vas di Piasco qualche mese fa, dopo aver lanciato la proposta di installare una Casetta dell'Acqua all'amministrazione comunale piaschese, aveva sollecitato al Liceo Peano le analisi sulle sorgenti più conosciute e frequentate della bassa Valle Varaita. Nel corso della serata ed alla presenza di diversi amministratori locali saranno resi noti e discussi gli esiti e le proprietà dei rilievi sulla Fonte Olivetta a Rossana, Santa Cristina a Costigliole saluzzo, Isasca e Venasca Centro e della Frazione Serravalle, Tetti Avena e Fontana Barale nel comune di Piasco. Lo studio, in ogni caso, ha ribadito l'assoluta buona qualità di gran parte delle fonti in questione così come dell'acqua del rubinetto di casa. Ritorna di attualità, dunque, la proposta di installare le Casette dell'Acqua ( che erogano anche acqua frizzante) nei nostri comuni così da offrire un servizio utile a tutta la popolazione ed ottenerne un significativo beneficio sia a livello economico e sia dal punto di vista ambientale. Tra l'altro oggi c'è la possibilità di installare queste “casette” a costo zero per le casse comunali.
La serata, inoltre, sarà un'occasione in più per sottolineare l'importanza della posta in gioco nei Referendum del 12 – 13 giugno.

Proprio oggi la Corte di Cassazione ha confermato il Referendum sul nucleare allontanando lo spettro del mancato raggiungimento del quorum. Il Comitato Referendario per l'acqua di Cuneo, attraverso la proiezione di alcuni brevi cortometraggi e la mostra “Fino all'ultima goccia”, proporrà qualche ulteriore riflessione sull'importanza dell'elemento acqua quale bene comune, bene che la “casta” di dx, sx e centro sta tentando di “rubare” ai comuni cittadini. La mostra “Le nostre Sorgenti”che riassume tutto lo studio degli allievi del Liceo Scientifico Peano, infine, sarà esposta presso la Porta di Valle di Brossasco dal 2 al 5 giugno 2011, nell'ambito della popolarissima manifestazione culturale “dOCumentarsi”.
 
Di Mirko Sil (del 15/01/2011 @ 16:11:20 in Solidariet, linkato 1601 volte)

-FIDAS - A.D.A.S.

associazione donatori autonomi del sangue

Di saluzzo e sue Valli
Gruppo di Piasco


 
AVVISI :
  • Domenica 23 gennaio donazione di sangue sala comunale dalle ore 8.00 alle 11,30 ……..VENITE NUMEROSI!!

  • Domenica 23 gennaio ci sarà anche 8° camminata di fitwalking a saluzzo. L’iscrizione e di € 5 devoluti per un progetto di solidarietà, come già gli anni scorsi (la quota verrà pagata dall’ associazione ADAS per tutti i donatori).

La partenza (prevista per le ore 10,15) e l’arrivo si terranno a saluzzo in Piazza Cavour. E’ possibile iscriversi sino a giovedì 20 gennaio 2011 e anche il giorno della manifestazione sino a mezz'ora prima della partenza; la borsa gara è garantita ai primi 4.000 iscritti. Iscrizioni al sottoscritto ……

L’iniziativa, senza dubbio molto importante, non deve compromettere la buona riuscita della donazione che è la cosa principale della giornata!

  • Congresso nazionale fidas a Parma : anche quest’anno si propone a chi è interessato (donatori e simpatizzanti ) la possibilità di partecipare al congresso di domenica 15 maggio con una gita di 2 giorni con la Cacao viaggi di Cuneo. Partenza da saluzzo sabato 14 maggio alle ore 7.00

Ore 14.00 visita guidata di Cremona (Pernottamento Salsomaggiore terme)

Domenica 15 maggio sfilata a Parma, Santa Messa per i donatori, pranzo e visita guidata di Parma e rientro in serata. Costo € 200 a persona.


Durante la donazione di domenica ci saranno anche le schede per le votazioni del rinnovo del direttivo di Piasco (un massimo di 6 persone) TRIENNIO 2011-2013.
Le schede saranno già pre-compilate e ognuno darà le proprie preferenze.
 
 
Di Geo (del 07/03/2010 @ 15:45:58 in Cultura, linkato 1530 volte)
Buongiorno a tutti, mi è stato chiesto di pubblicizzare la serata di sabato sera su questo blog...cerco di fare del mio meglio.

SABATO 13 MARZO 2010
La compagnia Teatrale di saluzzo
“TEATRO DEL MARCHESATO”

"Sporchi soldi! Ma divertentissimi”
Una nuova commedia che vede come protagonisti gli stessi attori che portarono in scena “Matrimonio col Vizietto”. La commedia semplice e divertente narra la storia di un comunissimo impiegato Saluzzese che al ritorno dal lavoro, per sbaglio entra in possesso di una valigetta uguale alla sua, contenente tre milioni di euro. L’effetto euforia è immediato, ma sulle tracce per il ritrovamento del denaro troppe persone e tanti avvenimenti faranno scaturire situazioni comiche e divertentissime gag. Che fine farà il denaro? E cosa succederà ai protagonisti? Venite a scoprirlo voi stessi il 13 marzo 2010 a Piasco!

Il ricavato della serata verrà interamente devoluto per l'ospedale di Sololo in Kenya per la cura dei bambini di età inferiore ai 5 anni.



Per rendere meglio l'idea di cosa si può fare con “pochi” euro vi elenco i risultati ottenuti grazie agli aiuti raccolti (lo scorso anno) durante la serata della rassegna teatrale e quelli derivanti da privati.
I dati, come già detto si riferiscono all'anno 2009 per la precisione dai primi di novembre 2008 a metà ottobre 2009 :
  • 3000 bambini sotto i cinque anni curati;
  • il tasso di mortalità (bambini al di sotto dei 5 anni) era sui dieci bambini al mese, ora si era ridotto a tre casi in un anno;
  • è stato acquistato un carico di farmaci per un'improvvisa epidemia di colera;
  • acquistato un nuovo gruppo elettrogeno da 40 kw per l'ospedale;
  • acquistato un nuovo frigo a panneli solari per la sala operatoria;
  • è stato potenziato con panneli fotovoltaici per la luce notturna il reparto generale (chirurgia e pediatria)
  • è stata calata una nuova pompa solare in ospedale;
  • c'è stata un'ottimizzazione dell'acqua (ora l'ospedale ha giornalmente circa 7000-10000 lt d'acqua a disposizione);
  • è stata ristrutturata la sala da fisioterapia, con l'acquisto degli attrezzi, i quali sono stati prodotti presso un centro di riabilitazione in Kenya;
  • sono stati inviati due infermieri per il corso da fisioterapisti;
  • è stata allestita presso l'ospedale un'aula per corsi di aggiornamento del personale, con testi e pc e video proiettore;
  • è stato inviato del personale della sala operatoria a corsi di aggiornamento presso altre strutture sanitarie;
  • è stata ristrutturata la sala raggi, con invio di un intensificatore di brillanza dall'Italia è stato inviato sul posto un tecnico di radiologia italiano, volontario in Kenya, per un corso al personale sanitario sull'uso dell'intensificatore e taratura dell'apparecchio. 
Tutti questi lavori sono stati svolti con la collaborazione del personale della manutenzione dell'ospedale e con l'impiego di lavoratori occasionali, perlopiù studenti, per lavori di manutenzione straordinaria, scavi, ecc..

Visti questi numeri non possiamo far altro che darci apèuntamento sabato 13 marzo alle 21 presso la Sala Polivalente per dare una mano a quei bambini di Sololo (e non solo) che quotidianamente hanno bisogno del nostro aiuto.

Buon pomeriggio a tutti..

Geo
 
Di Dulce (del 02/12/2010 @ 15:30:11 in Eventi, linkato 1224 volte)


Il popolo dell'acqua torna in piazza

CANCUN - TORINO : 4 DICEMBRE 2010

Per la giustizia sociale e ambientale, per l'acqua e i beni comuni

Dal 26 novembre al 10 dicembre ha luogo a Cancun (Messico) la 16-ma Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico. In queste due settimane si manifesta in tutto il mondo per la giustizia climatica. L'Acqua è il primo elemento attraverso il quale il cambiamento climatico influenza l'ecosistema terrestre.

In Italia i movimenti per l'acqua pubblica tornano in piazza in tutte le regioni dando vita a nodi pulsanti di una rete che, da nord a sud, intende preservare un bene primario come l'acqua e difenderlo dalla privatizzazione.

Il Comitato Referendario Cuneo e Provincia partecipa alla

manifestazione regionale del 4 dicembre a TORINO con Programma

ore 14 ritrovo alla Fontana Angelica in PIAZZA SOLFERINO dove confluirà il corteo degli Studenti partito da Piazza Arbarello

ore 15 corteo fino a PIAZZA CASTELLO e MANIFESTAZIONE con i Comitati Piemontesi per l'Acqua Pubblica, con artisti, scrittori e musicisti, con Beppe Grillo e con il prof. Ugo Mattei

La partenza da Cuneo è prevista con il treno delle ore 12.03 con raccolta degli aderenti a

Centallo 12.15 ,Fossano 12.25 ,Savigliano 12.36 ,Cavallermaggiore 12.42 e Racconigi 12.50

Per informazioni

Cuneo Fossano: Oreste Delfino 3201425545  Alberto Collidà 3479802622

Mondovì : Rosa Pesa 3495372854

Savigliano saluzzo: Walter Vassallo 3200552443    Gianluca Sasia 3336010470


A Piasco il ritrovo è previsto alle ore 11.45 in Piazza Biandrate
 al fine di organizzare il trasporto a Savigliano.


L'ACQUA NON SI VENDE L'ACQUA SI DIFENDE

MUOVITI ADESSO





 
Di cagio (del 07/06/2008 @ 15:05:27 in generale, linkato 2031 volte)
un pirla sul parcheggio dei disabiiNon sono certo tempestivo nel dare la notizia sul blog, visto che tra giornali e passaparola molti lo sanno già, ma secondo me vale la pena spendere due parole anche qua: L'agente di polizia municipale (o civich alla torinese, o guardia come siamo abituati noi) Corrado Costa lascerà il suo incarico a Piasco per andare a saluzzo, per un periodo di prova di 4 mesi che potrebbe diventare definitivo. Di Costa si è parlato, fin troppo, nei bar e nelle piazze, e non è mia intenzione dare giudizi sul suo operato: le valutazioni sui lavoratori le fanno i superiori; Probabilmente le valutazioni che han fatto in questi anni erano buone. Mi auguro, a questo punto, che il fatto che un agente si trasferisce non vada a legittimare comportamenti incivili, approfittando del fatto che un vigile solo non può tenere a bada tutto il paese per tutto il giorno. Piasco non deve diventare il far west ed i diritti di tutti vanno comunque rispettati, non solo dagli automobilisti, ma anche da loro. Prometto che da oggi insulterò tutti quelli che si giustificheranno con frasi del tipo “tanto Costa non c'è più” o “solo 5 minuti” o “dovevo solo prendere il pane, o il caffè, o le sigarette”.
PS1: ho una canzone dei Meganoidi che frulla per la testa da tutta la settimana e non me la tolgo proprio!
PS2: grazie Diego didacum per la foto, ovviamente la carriola in questione non è di un disabile.
 
Di dottore (del 29/01/2007 @ 14:59:51 in Eventi, linkato 2032 volte)
Come purtroppo abbiamo potuto notare, davanti alla Sala Polivalente di Piasco sono scomparsi i poster pubblicitari dei Film. Questa è stata una decisione sofferta, ma "obbligata", per la Pro Loco. Purtroppo quest'anno non ha avuto molti titoli che hanno fatto incassi record un po' in tutta Italia, quindi anche da noi non è che la gestione sia stata molto redditizia, anzi... Ma questo non è il nostro scopo, infatti abbiamo tirato avanti anche se la decisione stava già prendendo piede prima del Natale, proprio perché questo è un servizio che la Pro Loco vuole dare alla popolazione e non essere una macchina da soldi, perché nessuno di noi vuole ingrassare a spese della Pro Loco. Il problema si è posto proprio ora con l'inizio della rassegna teatrale, per noi eliminare il sabato, vuol dire eliminare la serata che porta più gente la cinema, quindi ridurre drasticamente gli incassi, pur mantenendo gli stessi costi.. Facendo due conti la cosa non può reggere, anche perché la pro loco non ha basta soldi per poter sostenere queste spese che togliendo l'incasso del sabato diventano troppo onerose. Questo il motivo della fine della rassegna cinematografica. Ora parte una mia critica personale a tutte quelle persone che non hanno fatto niente perchè questo non accadesse. Infatti è stato chiesto e ribadito più volte di poter usufruire della sala anche il sabato e di spostare la rassegna al venerdì, ma nessuno ci è mai venuto incontro. Per carità è giusto che si facciano anche altre cose a Piasco e la Pro Loco non è proprietaria della Sala (anzi paga l'affitto al comune per proiettare i cinema), quindi via libera come tutti gli anni alla rassegna. Un'altra soluzione era quella della proiezione dei film il venerdì sera, una via di mezzo, naturalmente non avremmo avuto gli incassi del sabato, ma qualcosa è meglio di niente! Purtroppo ci sono arrivate voci per vie traverse che se avessimo occupato la sala al venerdì ci saremmo trovati sputtanati (scusate il termine, ma rende l'idea) su tutti i giornali perchè non avremmo permesso le prove dei teatri, quindi avremmo fatto saltare la rassegna. Secondo me il direttivo Pro Loco è stato fin troppo buono a lasciare la sala libera, perchè le prove si potevano benissimo fare da lunedì a giovedì, BEN 4 SERE! La cosa che mi dispiace di più è che molti se la prendono con il gestore della sala, che dicono che non ha più voglia di dare i film, che lo fa per ripicca, o se la prendono con la Pro Loco. Questo non è giusto, perchè la gente deve sapere come vanno veramente le cose, ed è per questo che ringrazio cagio che ha avuto la brillante idea di questo Blog. Penso di parlare a nome di tutti quando dico che la decisione di chiudere è stata difficile da prendere, e ci dispiace moltissimo per tutte quelle famiglie che potevano vedere in questo servizio un modo per passare coi loro figli un sabato sera diverso senza correre fino a saluzzo, Savigliano o Cuneo (Borgo), e per tutti quei giovani che potevano tranquillamente venire al cinema senza doversi far scarrozzare con le macchine per più di 20 km, e di poter usufruire dello sconto tesserati che permetteva l'ingresso a soli 3 € (6,50€ saluzzo e Savigliano - 7€ Borgo S.Dalmazzo). Dottore (Matteo Dalmasso)
 
Di nicola 4 (del 07/01/2008 @ 14:29:30 in Carnevale, linkato 1523 volte)
Argomento quello del carro senzaltro più leggero rispetto agli importanti temi trattati ultimamente sul blog (leggermente monopolizzato)..ma che ricopre la sua importanza nelle varie attività piaschesi sia perché impegna una dozzina di giovani (e uno meno giovane) per ben 6 mesi lanno sia perché attira persone che vogliono far parte del gruppo coreografico da tutto il saluzzese e non solo..a proposito ad oggi sfioriamo i 300 iscritti e dato che siamo buoni accettiamo ancora eventuali ritardatariquindi chi volesse può ancora iscriversi ma.datevi una mossa! Domenica 13 gennaio si svolgerà lultima delle 4 prove del balletto in programma ed esorto chi non ha ancora effettuato neppure una prova a parteciparvi dato che come ogni anno puntiamo moltissimo sulla coreografia. Nonostante questanno i tempi siano veramente ristretti anche la costruzione del carro è a buon punto e a guardarlo bene direi che abbiamo fatto proprio un bel carro (oltre ad esserci fatti un bel c),ma del resto uno che deve solo più portare la brandina in quel capannone come potrebbe dire il contrario! Abbiamo corso e stiamo ancora correndo per riuscire a rispettare la data della presentazione ufficiale Domenica 20 gennaio a Piasco..ora confidiamo nelle buone condizioni del tempo! Mi giungono voci che anche la nuova canzone del carro verrà incisa a breve grazie allausilio di alcune fervide menti piaschesi! Chissà cosa ci aspetta questanno! Bene ora chiudo e vi invito a venirci a vedere oltre che a Piasco anche a Pinerolo o Luserna o saluzzo.non a Racconigi perché sfiliamo in quaresima e fa pecà! Ciao Quattro di Quelli che. il carro PS: il carro scorso sometimes qualche fanciulla ci deliziava la sera con torte e thè caldo, durante la costruzione di questo sembra si sia persa un po la buona abitudine.comunque avete ancora 2 settimane di tempo per farvi perdonare
 
Di cagio (del 20/04/2007 @ 14:11:13 in Eventi, linkato 1908 volte)
Fortunato Depero - Il Ciclista Attraversa la città. 1945Dal 20 al 29 aprile ci sono le giornate per la sicurezza stradale: i politicanti fanno delle dichiarazioni, l'aci appende degli striscioni che stimolano la gente a toccarsi i “gioiellini”, in qualche locale si distribuiscono foto scioccanti ed alcoltest portatili con cui i più “feroci” possono sfidarsi a chi regge di più.
Non viviamo in una grande città e molti Critical Mass non hanno idea di cosa sia. A me come idea piace un casino: tanta gente insieme che in bicicletta si riappropria della strada, mettendo in crisi chi ha scelto l'automobile! Da noi non si può pretendere di arrivare a tanto, ma una sera si può fare una bella festa tutti assieme: si esce in bici (con le luci, mi raccomando), ci si ritrova da qualche parte e poi semplicemente si va in qualche pub, bar o cosa si preferisce. In pratica una serata normale per uno scandinavo.
L'abbiamo già fatto il 4 novembre 2006, in 4 e ci siamo divertiti per 16! Io, che ho una calamita per le “grane”, ce l'ho anche fatta a litigare con primate addetto alla sicurezza di un locale (cioè un buttafuori) perché non mi lasciava parcheggiare la mountan bike dove volevo io, poi per fortuna Daffy mi ha salvato; lo ringrazio ancora adesso.
Che ne pensate? Se la cosa vi piace proponete la serata e qualche idea su dove andare nei commenti e fate girare il messaggio!

Qua sotto trovate il testo di quello che potrei chiamare “critical mass zero” visto il numero di partecipanti, o “beta test del CM”. Michele, Sonia e Daffy hanno detto che la “beta girava bene, funzionava, era solo da implementare”... rilasciamo la versione ufficiale?

Sabato 4 novembre 2006 ore 21,30
Piasco – Costigliole saluzzo – Verzuolo

PRIMO CRITICAL MASS CUNEESE

  • dedicato a quelli che dicono faccia freddo e stanno fuori dai locali a fumare nel tempo in cui noi facciamo, con calma, ben più di un chilometro
  • dedicato a quelli che sostengono come unica causa degli incidenti stradali la poca responsabilità dei giovani, e che in sessanta anni non sono riusciti a far altro che creare una società basata sull'auto, creando i miti della velocità e dei grandi consumi come simboli di virilità
  • dedicato a chi crede che i problemi della Terra si risolvano rottamando alcune carrette non “Euro 4”
  • dedicato a chi per rilassarsi o per pensare si fa un giro in macchina
  • dedicato a chi vuole la sua stradina illuminata dal comune ma non pensa alla sicurezza di strade statali e provinciali (che tradotto vuole dire: non sarebbe l'ora di fare della piste ciclabili?)
  • dedicato a chi sponsorizza le squadre ciclistiche e poi va al lavoro a 1600 metri da casa con l'ammiraglia
  • dedicato a chi preferisce prendere la sua auto così torna quando vuole ed evita di parlare con chi gli sta antipatico
  • ...
 
Di Geo (del 20/06/2008 @ 14:09:59 in Eventi, linkato 2020 volte)
Vigili urbani, Polizia, Croce Rossa, Protezione Civile, AIB, guardia forestale...cosa sarà mai successo in piazza mercoledì 18 giugno??? sicuramente un ATTENTATO!?!?!?!?
Noooo...niente di grave...tranquilli!! Si è solamente svolta la giornata S.O.S. in piazza organizzata nell'ambito delle attività di Estate Ragazzi.

Si era già fatto, qualche anno fa un pomeriggio simile quindi non è stato una vera e propria novità ma, visto l'interesse avuto dai bambini/ragazzi quel giorno, a distana di 4-5 anni si è pensato di riproporre l'evento con l'obbiettivo di coinvolgere più persone possibile.

Come si dice in questi casi la macchina organizzativa si è messa in moto e dopo domande scritte, lettere, telefonate, inviti è riuscita ad ottenere un buon numero di risposte positive.
Dalle 14:30 di mercoledì 18 giugno le piazze Martiri e Tommaso Rosso sono state dunque invase da uomini (e donne) in divisa pronti a spiegare ai ragazzi quale fosse il loro compito all'interno della società.

La Polizia Stradale di saluzzo ha fatto vedere l'etilometro e l'autovelox, la protezione civile le idrovore e altri strumenti, la CRI l'ambulanza, le barelle e, coinvolgendo alcuni ragazzi ha simulato un intervento, l'AIB ha rinfrescato un po' la giornata annacquando un po' i ragazzi e gli animatori, i Vigili (anzi le vigilesse) hanno spiegato come muoversi con sicurezza sulle strade del paese e soprattutto some attraversare la strada e la forestale ha parlato dei fiori delle piante e degli animali tutti noi possiamo incontrare sulle nostre montagne. Il Soccorso Alpino si sarebbe volentieri calato dal campanile ma purtroppo un intervento in val Po non gli ha permesso di arrivare a Piasco..peccato...rinnoveremo l'invito l'anno prossimo.

Il suono delle sirene degli automezzi ha poi concluso gioiosamente la giornata...




A nome dell'Oratorio di Piasco e di tutti gli animatori ringrazio tutti i corpi e gruppi che hanno partecipato alla giornata S.O.S. in piazza.

Foto: http://blog.piasco.net/dblog/fotogallery.asp?fotografia=43

Geo
 
Di dottore (del 19/06/2008 @ 14:05:34 in Eventi, linkato 26799 volte)
Leggo ora sul sito del Corriere di saluzzo che Sabato apre la Piscina!

Riporto di seguito l'articolo di Beppe Olivero tratto appunto dal sito del Corriere:

Apre la piscina


PIASCO
- Con l’arrivo annunciato e tanto atteso dell’estate, sabato 21 giugno apre i battenti la nuova piscina privata all’aperto. Presso l’imponente impianto sportivo in fase di costruzione lungo la provinciale della Valle Varaita (che a lavori ultimati potrà contare ancora su tre vasche al coperto), si stanno completando i lavori del parcheggio e della nuova rotatoria stradale. Salvo improbabili colpi di coda del maltempo, dunque, l’impianto estivo completato già la scorsa estate aprirà ufficialmente al pubblico.

La nuova area sportiva piaschese si estende, complessivamente, su circa 3500 metri quadrati di terreno e comprende una vasca grande di 25 metri per 12,5 con un’altezza media di 125 cm. ed una più piccola per i bambini di 8 metri per 7 ed una profondità di appena 60 cm.

Completa l’offerta ludico - sportiva una terza vasca sempre di 8 metri per 7, più profonda, posta allo sbocco di un divertente acqua scivolo a 4 corsie, lungo circa 20 metri ed alto 6.

L’acqua di tutte le vasche, precisano opportunamente i gestori, è riscaldata ed è usufruibile sempre ad una temperatura di 27-28° gradi circa. Un’ampia area verde con docce e spogliatoi e tanto di vista panoramica sul Monviso e sulle altre cime della Valle Varaita fa da splendida cornice agli impianti natatori. La gestione è affidata alla Hydro Sport, la stessa società che da anni cura con ottimi risultati la piscina di San Salvatore.

beppe olivero

Fonte: http://www.corrieredisaluzzo.it




Visto che molti visualizzano questo post per sapere orari e prezzi della Piascina
li aggiungo qui di seguito poi appena ho 5 minuti di tempo preparo anche una pagina su Piasco.net..

ORARI E TARIFFE 2009

Piscina Esterna

Orario:
tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00

Prezzi
Ingresso Sabato, Domenica e Festivi €. 9,00
Ridotto (3-14 anni) €. 6,00
Ingresso Feriale (Lun- Ven) €. 8,00
Ridotto Feriale €. 6,00
Ingresso Pausa Pranzo (12:00 - 14:30) €. 5,00
Ingresso dopo le 16:30 (16:30 - 19:00) €. 5,00

Piscina Interna - Nuoto Libero

Prezzi e Orari
Lunedì - Martedì - Mercoledì 12:00 - 14:30 €. 5,00
Giovedì 19:30 - 21:30 €. 5,00
Venerdì 20:00 - 22:00 €. 5,00
Sabato, Domenica e Festivi Come per la Piscina Esterna 


Per maggiori informazioni potete contattare la piscina telefonando al numero: 0175 04.95.10
 
Di dottore (del 24/02/2007 @ 13:51:12 in generale, linkato 1836 volte)

Posto per intero la mail che ha inviato Beppe Olivero rispondendo all'articolo di Cagio riguardante il Consiglio Comunale di Piasco. ((S)consiglio)

Ecco la mail:

Lintervento sul blog di Gigi Cagioni, in merito al pezzo del C.C. piaschese di gennaio pubblicato sul Corriere di saluzzo, mi costringe alla replica se non altro perché mi vede direttamente tirato in ballo.

Lamico Cagio si sorprenderà quando, tanto per cominciare, lo ringrazio per la risposta allintervento di Silver. Al Corriere, con tutti i limiti di questo mondo, non abbiamo padroni politici quindi le cronache a gentile richiesta proprio non ci toccano.

Forse Cagio si sorprenderà ancora di più quando gli rispondo che condivido al cento per cento anche la sua conclusione altrochè seconda repubblica qui non siamo nemmeno usciti dal feudalesimo. La situazione in Italia, purtroppo, è questa qua e non da ora ma da decenni!!!! Basta guardarsi attorno e vedere dove sono finiti tanti finanziamenti pubblici. Report, circa un anno fa, ha dedicato una trasmissione intera allargomento. Non so se Cagio lha vista, di certo so che mi sono incazzato sul serio anchio.

Premesso questo posso affermare in tutta onestà che, nonostante il partito dellonorevole monregalese sia lontano anni luce dalle mie posizioni politiche, ho interpretato nel modo diametralmente opposto a Cagio la visita di Costa agli amministratori piaschesi. A mio modo di vedere, e forse mi sbaglio per troppo buonismo, mi è parso un tentativo di avvicinare le istituzioni alla gente. Incontrare pubblicamente chi gestisce la vita amministrativa di un paese, mi è sembrato un modo trasparente per conoscere da vicino e, magari, farsi carico dei problemi reali di tutti i giorni. Ho interpellato qualche collega della carta stampata con più esperienza di me ed ho avuto la conferma che, se non unica, uniniziativa come quella del giovane onorevole del centro destra è piuttosto rara.

Sono convinto che se tanti parlamentari di maggioranza ed opposizione si ricordassero della gente comune anche lontano dai periodi elettorali lItalia sarebbe un pochino più giusta.

In un particolare fondamentale non concordo per niente su quanto scritto da Cagio, un po maliziosamente, nel suo intervento sul blog. Il deputato non ha promesso un interessamento diretto nella questione del finanziamento della nuova scuola media anche perché, ha precisato, ledilizia scolastica è di competenza della Regione. Mi sembra, invece, che si sia dichiarato disponibile a seguire la vicenda per offrire uninformazione tempestiva e dei consigli sulle nuove opportunità di finanziamento che via via si presenteranno.

Tutto sempre alla luce del sole, senza accordi sotto banco. Se è vero che siamo ancora al medioevo, perlomeno è un modo un po meno arbitrario di gestire la cosa pubblica.

Sono daccordo di nuovo con Cagio quando scrive che, in fondo, le cose più interessanti nel consiglio in questione sono arrivate dalle relazioni di Monge e Gherzino sul Consorzio Monviso Solidale e sulla sala Polivalente. Tanto interessanti da meritare qualcosa in più di due semplici righe di commento, quindi ho rimandato ai numeri successivi un pezzo per ciascuno dei due argomenti.

Nelle settimane seguenti, purtroppo, è mancato lo spazio perché sono entrati in scena il Carnevale con il nostro fantastico Carro ed il Museo dellArpa, ma sugli argomenti prometto che ci ritornerò, magari nella Quaresima periodo un po meno ricco davvenimenti.

Il problema del finanziamento della Nuova Scuola Media su cui ho centrato il pezzo in questione, del resto, è destinato a diventare di grandattualità già nei prossimi giorni quando i nostri amministratori saranno costretti a fare scelte difficili e dolorose per le nostre tasche.

Concludo qui anche se sul ritorno allepoca del feudalesimo ci sarebbe da scrivere un torrente di parole. Se pensiamo che dopo cinque anni di governo del partito che ha fatto del federalismo la sua bandiera ci ritroviamo, non solo senza aver fatto un minimo passo avanti, ma anche privati della scelta diretta dei nostri rappresentanti in Parlamento allora diciamo tutto.

Cordialmente Beppe Olivero corrispondente da Piasco del Corriere di saluzzo

Ps Complimenti per la realizzazione del blog. Consiglio a tutti quelli che bazzicano da queste parti di frequentare qualche volta il blog: www.beppegrillo.it per trovare un informazione veramente alternativa e molto spesso illuminante.

 
Di Dulce (del 09/04/2008 @ 13:49:38 in Eventi, linkato 1945 volte)

Decrescita felice

Liberamente estratto dalla serata di giovedì 3 aprile a saluzzo.

Di questi tempi tutti parlano di risparmio energetico, di raccolta differenziata,di case ecologiche,biocarburanti… questo è il segno che si sa qual è il problema e che la terra sta soffrendo e noi siamo sopra e in gioco c’è il futuro della nostra discendenza.

La verità e che da secoli che sappiamo che è così pero non facciamo nulla perché ogni uno e rimasto intrappolato nel modo di vivere del capitalismo- consumismo pensando che non tocca a noi prender la decisione di fare qualcosa.Pallante fondatore del movimento, come tanti altri pensatori posono commuoverci ma il giorno dopo continuare a lasciarsi trascinare dalla corrente .

E ora di trasformare il PIL in benessere Interno Lordo propone Pallante

Cosa vuol dire lui spiega che comperare provoca il aumento del pil  a tal punto che noi stessi siamo una merce .

Come diceva Robert Kennedy, 18 marzo 1968, Università del Kansas:
"Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell’ammassare senza fine beni terreni.
Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell’indice Dow-Jones, né i successi del paese sulla base del prodotto nazionale lordo (PIL).
Il PIL comprende anche l’inquinamento dell’aria e la pubblicità delle sigarette, e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine-settimana.
Il PIL mette nel conto le serrature speciali per le nostre porte di casa, e le prigioni per coloro che cercano di forzarle. Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza per vendere prodotti violenti ai nostri bambini. Cresce con la produzione di napalm, missili e testate nucleari, comprende anche la ricerca per migliorare la disseminazione della peste bubbonica, si accresce con gli equipaggiamenti che la polizia usa per sedare le rivolte, e non fa che aumentare quando sulle loro ceneri si ricostruiscono i bassifondi popolari.
Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro educazione o della gioia dei loro momenti di svago. Non comprende la bellezza della nostra poesia o la solidità dei valori familiari, l’intelligenza del nostro dibattere o l’onestà dei nostri pubblici dipendenti.
Non tiene conto né della giustizia nei nostri tribunali, né dell’equità nei rapporti fra di noi. Il Pil non misura né la nostra arguzia né il nostro coraggio, né la nostra saggezza né la nostra conoscenza, né la nostra compassione né la devozione al nostro paese.
Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta. Può dirci tutto sull’America, ma non se possiamo essere orgogliosi di essere Americani"

E allora depiliamoci con le 8 R

Rivalutare. Rivedere i valori in cui crediamo e in base ai quali organizziamo la nostra vita, cambiando quelli che devono esser cambiati. L’altruismo dovrà prevalere sull’egoismo, la cooperazione sulla concorrenza, il piacere del tempo libero sull’ossessione del lavoro, la cura della vita sociale sul consumo illimitato, il locale sul globale, il bello sull’efficiente, il ragionevole sul razionale. Questa rivalutazione deve poter superare l’immaginario in cui viviamo, i cui valori sono sistemici, sono cioè suscitati e stimolati dal sistema, che a loro volta contribuiscono a rafforzare.

 

Ricontestualizzare. Modificare il contesto concettuale ed emozionale di una situazione, o il punto di vista secondo cui essa è vissuta, così da mutarne completamente il senso. Questo cambiamento si impone, ad esempio, per i concetti di ricchezza e di povertà e ancor più urgentemente per scarsità e abbondanza, la “diabolica coppia” fondatrice dell’immaginario economico. L’economia attuale, infatti, trasforma l’abbondanza naturale in scarsità, creando artificialmente mancanza e bisogno, attraverso l’appropriazione della natura e la sua mercificazione.

Ristrutturare. Adattare in funzione del cambiamento dei valori le strutture economico-produttive, i modelli di consumo, i rapporti sociali, gli stili di vita, così da orientarli verso una società di decrescita. Quanto più questa ristrutturazione sarà radicale, tanto più il carattere sistemico dei valori dominanti verrà sradicato.

Rilocalizzare. Consumare essenzialmente prodotti locali, prodotti da aziende sostenute dall’economia locale. Di conseguenza, ogni decisione di natura economica va presa su scala locale, per bisogni locali. Inoltre, se le idee devono ignorare le frontiere, i movimenti di merci e capitali devono invece essere ridotti al minimo, evitando i costi legati ai trasporti (infrastrutture, ma anche inquinamento, effetto serra e cambiamento climatico).

Ridistribuire. Garantire a tutti gli abitanti del pianeta l’accesso alle risorse naturali e ad un’equa distribuzione della ricchezza, assicurando un lavoro soddisfacente e condizioni di vita dignitose per tutti. Predare meno piuttosto che “dare di più”.

Ridurre. Sia l’impatto sulla biosfera dei nostri modi di produrre e consumare che gli orari di lavoro. Il consumo di risorse va ridotto sino a tornare ad un’impronta ecologica pari ad un pianeta. La potenza energetica necessaria ad un tenore di vita decoroso (riscaldamento, igiene personale, illuminazione, trasporti, produzione dei beni materiali fondamentali) equivale circa a quella richiesta da un piccolo radiatore acceso di continuo (1 kw). Oggi il Nord America consuma dodici volte tanto, l’Europa occidentale cinque, mentre un terzo dell’umanità resta ben sotto questa soglia. Questo consumo eccessivo va ridotto per assicurare a tutti condizioni di vita eque e dignitose.

Riutilizzare. Riparare le apparecchiature e i beni d’uso anziché gettarli in una discarica, superando così l’ossessione, funzionale alla società dei consumi, dell’obsolescenza degli oggetti e la continua “tensione al nuovo”.

Riciclare. Recuperare tutti gli scarti non decomponibili derivanti dalle nostre attività.   

NON  E UNA COSA FACILE!!!

Pallante dava alcun  esempi….

 

 

 

 

 

AUTO PRODURE A CASA TUTTO QUELLO QUE SI PUO’ REIMPARARE A FARE COSE DI PRIMA NECESSITA’ COME IL PANE YOGURT VINO BURRO FORMAGGI ETC  al posto di comperare e far muovere trasporti ed usare risorse non recuperabili.

Per esempio sua nonna che andava alla fontana a prendere l’acqua nel tragitto parlava con delle altre persone, faceva moto, prendeva dell’ acqua buona senza spendere.

Oggi noi possiamo seguire questa strada e non contribuire all’inquinamento con le bottiglie. 

Fare le cose per amore e non per denaro.

Gli anziani stanno meglio con i familiari che con persone pagate e a loro estranee.

I bambini necessitano più dell’ insostituibile amore materno che del asilo nido.

Il dono è una virtù da recuperare.

E’  necessario fare una riorganizzazione delle priorità nella nostra vita.

Ritrovarci sinceramente .

Dulce.

PD: alcuni link

 

http://www.decrescitafelice.it/   sito ufficiale del movimento

http://www.rtsi.ch/trasm/micromacro/welcome.cfm?idg=0&ids=0&idc=10305   un bel video che sembra il riassunto della serata di saluzzo

 

www.depiliamoci.it  Website degli autori Roberto Lorusso e Nello De Padova  che sono impegnati in una articolata serie di incontri volti a diffondere la Cultura del Bil.

 
Di Anna76 (del 31/12/2007 @ 13:38:30 in Notizie, linkato 1519 volte)

Vi rubo un minuto di tempo per informarvi che i meetup di Beppe Grillo del Cuneese (tra cui il meetup di saluzzo) hanno inviato ieri mattina i file ad ogni singolo Comune (quindi anche Piasco), con alcune richieste in merito all'iniziativa Comuni a 6 stelle.

In breve chiediamo ad ogni Comune di indicarci come si comporta su 6 temi: Energia, Rifiuti, Esposizione finanziaria (eventuale indebitamento del Comune), Acqua, Connettività e Servizi per cittadini (asili, scuole, impianti sportivi, medici di base, farmacie, parchi pubblici, parcheggi, ...)

Ecco il testo della lettera inviata al nostro Comune:

Egregio sig. Sindaco del Comune di Piasco

Spettabile Amministrazione Comunale

In allegato alla presente ci permettiamo di inviarVi una lettera di presentazione e una breve descrizione relativamente ad una iniziativa che come Meetup della Provincia di Cuneo abbiamo deciso di intraprendere. Così come in oggetto specificato si tratta di schede che vi richiediamo cortesemente di compilare e che riguardano 6 attività che riteniamo strategiche per lo sviluppo del nostro territorio.

Entro i primi 15 giorni del mese di Gennaio, sul nostro sito ( http://beppegrillo.me... ) e sui siti dei meetup della nostra Provincia che avranno aderito all'iniziativa, sarà pubblicato un'elenco di nominativi delegati per interfacciarsi con i Comuni al fine di coaduivarvi per risolvere eventuali problematiche che riscontraste nel rispondere alle domande riportate sulle schede inviate. Il programma prevede che per ogni scheda sia sufficiente una tempistica di due mesi (sulla lettera di istruzioni è specificato l'ordine ed il cronoprogramma) in modo da poter raccogliere i dati ed interpretarli nel modo più corretto possibile entro la fine del 2008.

Confidiamo sulla Vostra gentile collaborazione con lo spirito e la filosofia che, Democrazia sia anche e soprattutto Partecipazione dei Cittadini e che sia nostro Dovere informarci, comprendere e proporre eventuali soluzioni derivanti dalla esperienza e dalla professionalità che ognuno di noi possa avere maturato. Nel ringraziarvi anticipatamente della collaborazione che vorrete dedicarci, vi auguriamo i nostri migliori auguri di un sereno e collaborativo 2008.

Vi aggiornerò appena avremo le risposte.

Buon anno nuovo a tutti i piaschesi!

 
Di Dulce (del 13/01/2009 @ 13:36:42 in Notizie, linkato 4276 volte)
COMUNE DI PIASCO


Martedì 13 gennaio 2009 - Ore 21:00
Piasco - Sala Polivalente


Presentazione alla Popolazione
del progetto della

NUOVA SCUOLA MEDIA
Progetto realizzato da:
- Ing. Gaudenzi di Bologna
- Arch. Bachiorrini di saluzzo
 
Costo Stimato dell'opera: 1.700.000,00 €
Contributi già erogati:
- Governo Italiano 150.000,00 €
- Regione Piemonte 693.000,00 €

Mutuo di 825.000,00 €
già accordato dalla Cassa Depositi e Prestiti
...............................................................................................................................................................................................................................................
il progetto completo lo potete scaricare qui
...............................................................................................................................................................................................................................................
 
Sicuramente lo sapevate ma ho deciso di postarlo nel blog
con la speranza che questa sera il progetto sia almeno simile
a questi che riporto qui sotto.
 
Edifici scolastici
La scuola Gebhard-Müller di Biberach (Germania)Il centro scolastico di Biberach (Germania) è stato costruito negli anni Settanta come progetto di modello scolastico con tre differenti scuole sotto lo stesso tetto. Uno dei principali requisiti richiesti è stato quello che il nuovo fabbricato a tre piani doveva soddisfare è stato quello di offrire una struttura spaziale delle aule facilmente variabile. Nel nuovo edificio sono inoltre combinate diverse tecnologie innovative, una delle quali è lo sfruttamento geotermico del suolo. Una pompa di calore estrae energia dalla falda idrica allo scopo di riscaldamento e raffreddamento dell’edificio. Il riscaldamento e il raffreddamento degli locali avviene per mezzo di solai termoattivi alimentati con acqua a bassa temperatura.....more
4a Architekten -  Riedbergschule
Una scuola elementare a Francoforte s.M.
Nel quartiere Riedberg di Francoforte sul Meno, si sta attualmente svolgendo il più grande intervento di urbanizzazione della Regione Assia. Secondo le previsioni, entro il 2012, vi dovranno abitare fino a 15.000 persone. Sono previste dodici scuole d’infanzia e quattro nuove scuole. Una di queste è stata costruita come edificio passivo....more 
 
 
Scuola „passiva“ di Waldshut (Germania) 
A Waldshut, non lontano dal Lago di Costanza, è stata realizzata una delle prime scuole secondo il concetto dell’edificio passivo. Tramite lo sfruttamento di masse inerti, l’uso di un sistema di ventilazione controllato con recupero di calore e un forte isolamento termico dell’involucro edilizio, il fabbisogno termico dell’edificio risulta inferiore a 15 kWh/m²a. Lo standard energetico è stato certificato dal Passivhaus-Institut di Darmstadt.....more
 
Prima scuola “passiva” certificata
Il terzo corpo di ampliamento della scuola Waldorf di Brema è il primo edificio scolastico tedesco certificato secondo lo standard di edificio passivo. Il fabbisogno termico è di 14,7 kWh/(m²a) e quello di energia primaria ammonta a 103,5 kWh/(m²a). Gli impianti alimentati con energia geotermica ed energia solare sono osservabili da docenti e studenti in quanto fanno parte dell’attrezzatura didattica della scuola. Gli studenti controllano e misurano i consumi energetici e, nell’ambito delle lezioni di fisica, si assumono anche parte della manutenzione.....more
 
Ristrutturazione energetica della biblioteca universitaria di Brema
Riduzione del 70% del consumo di energia primaria; miglioramenti energetici, architettonici, impiantistici ed ergonomici; impianti indipendenti di riscaldamento, ventilazione e di raffreddamento.....more   
 
Centro di Informatica della TU Braunschweig (D) L’edificio del Centro di Informatica ha sei piani ed è contiguo all’edificio a torre dell’Università Tecnica (TU) di Braunschweig. Il fabbisogno termico specifico dell’edificio ammonta a 39 kWh/m2 anno (calcolato secondo la legge del 95). Attualmente è in esecuzione un ampio programma pluriennale di monitoraggio.....more
 
Zentrum für Umweltbewusstes Bauen - Kassel
Il Zentrum für Umweltbewusstes Bauen e.V. - ZUB - è l'istituto interdisciplinare di edilizia ecologica dell’Università di Kassel (Germania).....more
 
 
Solar-Campus-Jülich (Germania)
Il Solar-Campus Jülich ospita l’Istituto per l’Energia Solare (SIJ), un reparto dell’Istituto Tecnico (Fachhochschule) di Aachen (Aquisgrana). Con il progetto si è voluto dimostrare che un complesso architettonico a basso consumo energetico, adeguatamente progettato, non comporta costi supplementari o quasi.....more
 

 !!PARTECIPATE NUMEROSI !! PARTECIPATE NUMEROSI !!

Dopo tutti questi esempi dalla Germania volevo inserire anche questo nostro gioiello italiano

che si trova a LAION in val Gardena un paese di 2410 abitanti

http://www.4shared.com/file/80450799/7c3f41ce/ScuolaPassiva.html

 

  • Commitente: Comune di Laion
  • Progettista: arch.TV
  • D.L.: Dr.Arch. Johann Vonmetz
  • CasaClima ® Gold+
  • Consumo energetico 9kWh/m2a
  • Impianto solare: 18,00 m2a
  • Luglio 2004 - Luglio 2006
  • Costi totali: 1.500.000,00 €
  • Superf. utlie: 624,90 m2  su due piani
  • Cubatura tot.: 2.823,53 m3

PKE

 

Ringrazio Alessio per averci messo a conoscenza del progetto di Mussotto d’Alba e ho deciso di renderVi partecipi postando l’articolo foto e prezzo di questa realizzazione.

 
Costruzione di un fabbricato ad un solo piano fuori terra di circa 1200 mq, con i seguenti locali scolastici:
• n. 9 aule con antistanti zone filtro e guardaroba (di cui 3 con finitura al rustico);
• n.2 laboratori multifunzionali ed accorpabili, segreteria;
• sala insegnanti;
• servizi igienici per normodotati e per disabili;
• segreteria;
• ripostiglio- magazzino;
• bidelleria;
• ampio spazio ricreativo comune centrale.
Il fabbricato, alla luce del sempre maggiore interesse sociale per il rispetto dell’ambiente, è pensato con l’utilizzo di materiali ecocompatibili e riciclabili, nel pieno rispetto della natura, quali pietra, legno, acciaio e vetro. Inoltre l’acqua calda, il riscaldamento e l’energia elettrica potranno essere prodotte in gran parte da energie alternative.
 
Ripartizione Opere Pubbliche - Settore Programmazione e Progetti strategici e Settore Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica
Responsabile Unico del Procedimento: Arch. Daniela ALBANO
Progettisti: Arch. Daniela ALBANO e Geom. Maurizio CAUDA
Collaboratori esterni: ing. Francesco Gobino (per la parte impiantistica) e arch. Giorgio Sordo (per la parte strutturale e coordinazione sicurezza)
€1.300.000,00

http://www.comune.alba.cn.it/COMUNE/Servizi_Uffici/Opere_Pubbliche/LavoriPubblici/da%20Ripartizione%20Opere%20Pubbliche/Scuole%20ed%20edifici%20comunali/Nuova%20Media%20Mussotto/Media%20Mussotto.htm

 

 
Alba: una scuola con i muri di lana, edificio ecocompatibile
 
Nel 2006, la scuola Media 'Macrino' di Frazione Mussotto ad Alba, subì un maldestro tentativo di furto, che causò una dispersione delle fibre di amianto contenute nei pannelli dell’edificio. La scuola venne tempestivamente chiusa e le lezioni trasferite in una sede provvisoria. Mentre la struttura prefabbricata veniva demolita ed il luogo completamente bonificato, partì l’idea di costruire un nuovo edificio, che tenesse conto dei dettami dell’architettura bio-compatibile ed eco-sostenibile. A distanza di un anno dall’inizio dei lavori i traguardi sono stati raggiunti e la Città di Alba è pronta ad inaugurare la nuova scuola 'ecologica'. Martedì 27 gennaio alle 11, in Via Cesare Delpiano 5, verrà tagliato il nastro e benedetta la struttura, mentre il Sindaco, Giuseppe Rossetto, l’Assessore all’Ambiente ed ai Lavori pubblici, Alessandro Pelisseri, e l’Assessore all’Istruzione, Ivana Brignolo Miroglio, illustreranno al Direttore didattico Michele Cauda ed agli studenti, le caratteristiche che rendono speciale la loro scuola.

La progettazione ha seguito i principi dell’architettura naturale: pannelli fotovoltaici, terrazzini pensili verdi, riscaldamento a pavimento, materiali ecocompatibili e riciclabili, nel pieno rispetto della natura, quali pietra, legno, acciaio e vetro ecc.
I muri perimetrali sono stati realizzati con mattoni ottenuti esclusivamente da miscele di argilla, evitando di utilizzare tecniche artificiali di alleggerimento, quali l’inserimento nell’impasto di polistirolo, fanghi o atri rifiuti di lavorazioni industriali. Come isolante termico è stato invece scelto un materiale tanto singolare, quando naturale: la lana di pecora.
La lana è un materiale completamente bio-compatibile in quanto non si polverizza, non provoca reazioni allergiche, non genera polveri irritanti ed è la fibra più igroscopica che esista, cioè assorbe l’umidità per restituirla molto lentamente equilibrando l’aria.
Indispensabile il potere mitigante dei 'ponti termici' dei fogli di sughero naturale. Il tetto, in legno lamellare di abete, è invece coibentato con pannellature in fibra di legno, non trattate chimicamente, per evitare di immettere nella produzione e nell’ambiente sostanze nocive per la salute. Le fibre impiegate derivano dagli scarti della lavorazione delle conifere delle segherie che, riciclati, ritornano ed essere un indispensabile ed ecologico materiale edile. E’ in fase di realizzazione una centrale termica a biomasse, un’esperienza pilota per la realtà cittadina, segnale della crescente sensibilità verso il risparmio energetico.
L’impianto verrà alimentato a biomasse legnose e riscalderà tre plessi scolastici e l’impianto sportivo della frazione, consentendo l’eliminazione delle vetuste centrali esistenti. A breve verrà completato un sistema di raccolta delle acque piovane che, convogliate in appositi serbatoi, saranno utilizzate per l’irrigazione del verde. La Regione Piemonte ha lodato questa iniziativa, ammettendola ad un finanziamento. Il nuovo fabbricato, di circa 1.200 metri quadrati, ospita nove aule, due laboratori multifunzionali con annessa segreteria, la sala insegnanti, i servizi igienici, la segreteria didattica, un magazzino-ripostiglio, la bidelleria ed un ampio spazio ricreativo comune centrale.

Alessandro Pelisseri – Assessore ai Lavori Pubblici e all’Ambiente commenta: “I criteri di ecosostenibilità, costituiscono uno degli elementi fondanti di una serie di progetti che la città di Alba vuole portare avanti. In questi anni si è fatta molta campagna a favore delle energie alternative e dell’utilizzo di materiali ecologici. Le Amministrazioni comunali devono dare il buon esempio ai cittadini, progettando edifici che rispondano alle nuove esigenze di risparmio energetico e di tutela dell’ambiente". Ivana Brignolo Miroglio – Assessore all’Istruzione commenta: “La scuola del Mussotto rappresenta un progetto pilota che ha aperto le porte ad nuovo modo di concepire le strutture pubbliche. Una struttura luminosa, ariosa, confortevole ed ecologica, non solo sostiene nel miglior modo i ragazzi nello studio, ma insegna loro a rispettare l’ambiente".

 

 
Di cagio (del 16/09/2010 @ 13:31:00 in Associazioni, linkato 1234 volte)
Ricevo e pubblico

Il Gruppo Alpini di Piasco per festeggiare il 55esimo di fondazione invita Sabato 16 ottobre 2010 alle 21 presso la chiesa parrocchiale di Piasco al concerto dell'Associazione Corale Carignanese che eseguirà un concerto di canti alpini e popolari
Ingresso libero
Il concerto corale sarà dedicato alla memoria del Cav. Emilio Nazer capogruppo e socio fondatore

I referenti del gruppo: Domenico Romano Giovanni Pissanchi
piasco.saluzzo@ana.it

LAssociazione Corale Carignanese da 25 anni a questa parte ha scelto di non essere solo un coro che canta, ma un gruppo impegnato nella ricerca continua delle tradizioni e dei valori propri della saggezza popolare, nati da secoli di gestualità quotidiana.
Pur coscienti dei limiti che ha un gruppo corale come il nostro, rispetto alle realtà tecnologiche e multimediali, la passione che ci anima ci porterà a continuare lopera di salvaguardia delle tradizioni orali
perché non tutto vada perduto
Leggi il resto sul sito dell'associazione Corale Carignanese
 
Di cagio (del 22/09/2011 @ 13:25:06 in Eventi, linkato 1602 volte)
Venerdì 7/10

ore 21 presso la Sala Polivalente Dr. Serra

Proiezione del film PIAZZÀTI (Maimàas Fitàas) di GIORGIO DIRITTI, regista del film “Il vento fa il suo giro”.

Documentario sociale sull’ ”affitto” dei bambini nelle epoche passate a scopo lavorativo. Parteciperà alla serata Grazia Monge di Costigliole, sceneggiatrice del film.

In collaborazione con il gruppo V.A.S. di Piasco


Sabato 8/10

ore 20 3^ edizione de

“IL MONDO NEL PIATTO”

cena multietnica a base di piatti provenienti dalla cucina tipica di: Mexico • Argentina • Albania • Somalia • Bosnia • Ecuador • Burkina Faso • Romania. Prenotazioni al numero 333 8398208 entro mercoledì 5 ottobre o al raggiungimento di 250 partecipanti. Costo: adulti euro 18, bambini fino a 12 anni euro 10. presso il padiglione delle feste in piazza Biandrate.

.
Domenica 9/10
dalle ore 10

• Mostra mercato dei prodotti ortofrutticoli in collaborazione con l’agenzia A4 Coldiretti di saluzzo - presso Piazza della Pace

• Mostra fotografica a cura dello Studio fotografico Ruatta Livio

in via Umberto I°

• Apertura del Museo dell’arpa Victor Salvi

in occasione della Sagra d’Autunno. Ingresso ridotto per tutti (euro 2.50)

orario di apertura: 10 - 13 / 14 - 17. in Via Rossana,7 Piasco Fr S.Antonio.

• Grande Scatolata pro asilo e mercatino dei libri nuovi ed usati

a cura delle maestre e dei bimbi della scuola materna di Piasco

in piazza Martiri della Liberazione

• Mercatino delle pulci e dell’antiquariato - in via Wild e via Marconi.

• Mostra di pittura dell’artista Mondelli Luca – presso il palazzo Comunale

• Bancarelle lungo le vie del paese

• Negozi in piazza

ore 11.30 Inaugurazione ufficiale della XXII^ Sagra d’Autunno con il saluto delle autorità - presso Piazza della Pace

ore 12.30 Grande pranzo a base di polenta di “pignulet”, salsiccia, spezzatino e formaggi, presso il padiglione delle feste in piazza Biandrate, in collaborazione col Gruppo Alpini di Piasco. Non occorre prenotazione, siete tutti invitati costo euro 8

dalle 15 • Liscio con l’orchestra “Maurizio e la Band” presso il padiglione delle feste in piazza Biandrate

• Esibizione del gruppo storico del Saluzzese con scherma e danze medievali - presso Piazza Martiri della Liberazione

• Animazione ed intrattenimento per tutte le età con il “Ludobus” dell’associazione L’albero del Macramé di Mondovì - in via Umberto I°

• Canti popolari - lungo le vie del paese

• Spettacoli di giocoleria con il verzuolese “LUCA CHIARVA” - in piazza Martiri della Liberazione

• Divertimento per i più piccoli con il Castello Gonfiabile - piazza Martiri della Liberazione

• Distribuzione di Frittelle e Caldarroste in piazza Biandrate

• Macinatura con mulino a pietra del granoturco “pignulet” in piazza Biandrate piazza


ore 21 Serata danzante con l’orchestra “Maurizio e la Band” presso il padiglione delle feste con ballo a palchetto in piazza Biandrate. Ingresso libero.


Lunedì 10/10

ore 21 Presentazione della gara ciclistica professionistica GIRO DEL PIEMONTE che partirà da Piasco giovedì 13 ottobre in collaborazione con il Comune di Piasco.

Durante la serata animazione con la corale I DESPIASENT

A fine serata PENNE ALL’ARRABBIATA offerte dalla Pro Loco


Martedì 11/10

Serata danzante con l’orchestra “POLIDORO GROUP”, presso il padiglione delle feste con ballo a palchetto in piazza Biandrate. Ingresso libero


Giovedì 13/10

Partenza della gara ciclistica professionistica GIRO DEL PIEMONTE

Da Piasco a Novi Ligure (Al
 
Di Mirko Sil (del 07/06/2009 @ 13:23:50 in eventi, linkato 1164 volte)
A.D.A.S. associazione donatori autonomi del sangue Di saluzzo e sue Valli Gruppo di Piasco Santuario di valmala domenica 28 giugno 2009 5 giornata di ringraziamento del donatore e promozione alla donazione del sangue PROGRAMMA CIASCUNO RAGGIUNGERA IL SANTUARIO CON MEZZI PROPRI ORE 11,00 SANTA MESSA PER I DONATORI DEFUNTI A SEGUIRE PRANZO AL SACCO LASSOCIAZIONE. DISTRIBUIRA POLENTA, SPEZZATINO e SALCICCIA Coloro che fossero interessati devono dare ladesione entro mercoledì 24/06/09 a Silvestro Mirko 0175 797062 Degiovanni Serafino 0175 79 156 + Il capogruppo Silvestro Mirko
 
Di dottore (del 19/04/2011 @ 12:47:37 in Eventi, linkato 1320 volte)
Continuano gli appuntamenti cinematografici alla Sala Polivalente dottor Serra di Piasco, e con l'arrivo della primavera, la Pro Loco propone una rassegna di film più leggera con commedie divertenti, ma non banali. Nel periodo tra Pasqua e l'arrivo dell'estate, che a Piasco coincide con la festa di San Filippo a fine maggio, verranno proposti 5 film, al prezzo di 5 euro per chi compra l'abbonamento in prevendita. La proloco prosegue quindi la stagione con la formula uno a uno (un film per un Euro) differenziando gli abbonamenti in base alla serata scelta: sono in vendita 200 tessere per il giovedì e 200 per il venerdì.

Questo il programma:
CHE BELLA GIORNATA Giovedì 28 Aprile - Venerdì 29 Aprile con Checco Zalone
IMMATURI Giovedì 05 Maggio - Venerdì 06 Maggio con Ambra Angiolini, Raoul Bova, Ricky Memphis, Luca Bizzarri, Barbora Bobulova, Paolo Kessisoglu
FEMMINE CONTRO MASCHI Giovedì 12 Maggio - Venerdì 13 Maggio con Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Francesca Inaudi, Claudio Bisio, Serena Autieri, Luciana Littizzetto
QUALUNQUEMENTE Giovedì 19 Maggio - Venerdì 20 Maggio con Antonio Albanese
SEGUI IL TUO CUORE Giovedì 26 Maggio - Venerdì 27 Maggio con Zac Efron, Charlie Tahan, Amanda Crew, Augustus Prew, Donal Logue, Kim Basinger

Gli abbonamenti si possono acquistare presso le prevendite di:
- Tabaccheria Tallone Davide - P.zza Tommaso Rosso - Piasco
- Tabaccheria del Borgo - Fr. SantAntonio - Piasco
- Tabaccheria Brugiafreddo - Via Piasco, 1
- Costigliole saluzzo
- Palestra Fatti di Fitness - Via G.Marconi, 2 - Venasca
- Segnavia - Porta di Valle - Via Provinciale - Brossasco
 
Di Dulce (del 05/12/2012 @ 12:27:40 in Associazioni, linkato 2025 volte)









logo tatawelo

Prefinanziamento 2013

Adesione entro il 15 dicembre 2012

Cari/e amici, amiche e sostenitori del Progetto Tatawelo, 
sulle montagne del Chiapas stanno nuovamente maturando i frutti rossi del caffè.

I soci della cooperativa Ssit Lequil Lum in Chiapas (come anche gli amici del Guatemala) si apprestano a raccoglierli e noi invitiamo nuovamente tutti voi a sostenere questa raccolta, partecipando al prefinanziamento. 

C’è tempo fino al  15 Dicembre per ordinare il caffè che i produttori raccoglieranno nei prossimi mesi.

I termini, le condizioni e il modulo d’ordine per partecipare al prefinanziamento sono compilabili a questo indirizzo: 


https://docs.google.com/spreadsheet/ccc?key=0Au-mBLWrM6uSdFdFa3pNbF9nV1gxQlZfbFFISnBYb3c#gid=0


Cosa vuol dire partecipare al prefinanziamento

Aderire alla Campagna di Prefinanziamento significa sostenere i produttori durante i mesi della raccolta e permettere all’Associazione Tatawelo di inviare l’anticipo ai produttori nel momento della definizione del contratto d’acquisto.

Il prefinanziamento è uno dei cardini del commercio equo solidale. Significa costruire una filiera trasparente che collega produttori del Sud e consumatori del Nord in una rete di solidarietà e significa rompere i classici meccanismi di indebitamento, di prestiti e interessi bancari, nel Sud e nel Nord del Mondo.

Attraverso il prefinanziamento del Cafè Tatawelo è possibile prenotare entro il 15 dicembre 2012 una certa quantità di caffè, acquistandolo ad uno sconto del 25%, mettendo così a disposizione dei produttori di caffè e dell'Associazione Tatawelo le risorse per sostenere il raccolto e sviluppare il progetto.

Il caffè, prenotato e pagato al momento dell’ordine, sarà consegnato ai prefinanzianti nell’estate 2013, dopo essere stato raccolto, lavato, asciugato, ammassato e selezionato dai produttori, spedito in Italia e qui macinato, tostato e impacchettato.

 

Referenze ordinabili attraverso il prefinanziamento


E' possibile prefinanziare le seguenti referenze di caffè:


 
Ø      Tatawelo Café Excelente (pacchetto giallo)

Prodotto dall’Associazione Tatawelo, unisce due arabiche provenienti rispettivamente dai Municipi Autonomi Zapatisti del Caracol 5 Roberto Barrios, in Chiapas (Messico) e dal Guatemala. Pregi e caratteristiche delle due varietà si uniscono armoniosamente, donando alla miscela “Excelente” gusto e aroma particolarmente equilibrati.
Il pacchetto, invece di essere sottovuoto, ha una valvola unidirezionale "intelligente" che consente il parziale sfogo dei gas naturalmente prodotti dal caffè, assicurandone la conservazione ottimale. Il caffè appena tostato e macinato viene confezionato nel sacchetto con valvola "salvaroma", che impedisce all'aria di entrare e ossidare la miscela. Il pacchetto resta morbido, mentre il caffè prosegue così la maturazione nei propri aromi, salvaguardando la purezza originaria del gusto.


Oltre al "pacchetto giallo" è possibile ordinare le referenze della linea "Café Progetto Tatawelo", prodotte dalla Cooperativa Libero Mondo in collaborazione con l'Associazione Tatawelo:


 Ø      Cialde (e cialde decaffeinate)

Le cialde vengono prodotte a partire dall'arabica del Messico (Ssit Lequil Lum) e dal Guatemala (El Bosque), e dalla robusta, proveniente dalla Tanzania (coltivata dalla coop. Kagera).


 Ø      Café espresso

Caffè proveniente dal 100% arabica Chiapas,  appositamente macinato per la  macchina espresso.


 Ø      Café decaffeinato

Proveniente dall'arabica messicana, viene decaffeinato con un metodo naturale: il processo di estrazione della caffeina avviene mediante l'utilizzo di vapore acqueo e acetato di etile, sostanza organica presente già in origine nel chicco di caffè. Il contenuto residuo di caffeina è inferiore allo 0,10%.


 Ø      Café miscela 

Miscela arabica-robusta che unisce il profumo dell’arabica messicana alla corposità della robusta africana (caffè prodotto dalla Coop Kagera in Tanzania), correttamente dosati per ottenere un gusto forte, pieno e armonioso.


 Ø      Café Chiapas arabica monorigine

Caffè monorigine coltivata nelle Comunità Zapatiste del Chiapas (Messico).  Il caffè del Chiapas è riconosciuto come una delle migliori arabiche al mondo. Il suo gusto delicato  mantiene la peculiarità aromatica dell’area di provenienza, con un equilibrio nei toni di acidità e dolcezza e un aroma fruttato e floreale.


 Ø      Grani (500 gr.)

Caffé miscela in grani 70% arabica, proveniente dal Messico, 30% robusta proveniente dalla Tanzania.


Come si partecipa al prefinanziamento

Per aderire al prefinanziamento:

Come lo scorso anno abbiamo formato un gruppo di sostenitori Tatawelo

il caffè lo ordiniamo insieme e il prossimo anno condivideremo un momento di festa dove avverrà la distribuzione del raccolto.

il modulo di ordine si compila online a questo indirizzo

https://docs.google.com/spreadsheet/ccc?key=0Au-mBLWrM6uSdFdFa3pNbF9nV1gxQlZfbFFISnBYb3c#gid=0

il pagamento avverrà preferibilmente con il lancio della campagna in occasione di un evento pubblico

del 13 dicembre quando al Circolo Culturale Arci Ratatoj in via ML Alessi in saluzzo alle ore 21 ci potrete incontrare

assaggiare il caffè TATAWELO e vedere in prima visione il film

BLACK GOLD    http://vimeo.com/25666594   

Black Gold analizza l’itinerario che segue il mercato del caffè, portandoci sulle tracce di un bene la cui presenza nel nostro quotidiano è data per scontata. Già acclamato in numerosi festival, il film denuncia la drammatica situazione dei coltivatori di caffè in Etiopia. Sono gli effetti della globalizzazione: mentre le multinazionali dell’alimentazione continuano ad aumentare i loro profitti, le raccolte di caffè vengono pagate sempremeno e i coltivatori etiopi sono costretti ad abbandonare le loro coltivazioni un tempo floride.


Per Informazioni

walter vassallo e dulce chan cab

per l'associazione Tatawelo

kimako@gmail.com

0175 79311    320 055 24 43



Aumento del prezzo vendita

L'analisi dei costi componenti il Prezzo Trasparente per le varie referenze prefinanziabili, di cui alcune soltanto ipotizzabili in questo momento, ha determinato una "ridefinizione" del prezzo di vendita. Il Tatawelo Café Excelente passerà dagli attuali 3,80 a 3,90 (variazione di poco meno del 3%), i Grani arriveranno a 7,95 dagli attuali 7,50 (variazione del 6%), mentre per le altre 6 referenze verranno mantenuti i prezzi attualmente in vigore.

Queste "contenute" variazioni di prezzo sono dovute alle condizioni specifiche di produzione che ogni referenza ha, principalmente per l'aumento dei costi vivi di lavorazione, materiali di confezionamento e trasporto.
Sul sito www.tatawelo.it potete trovare la scheda del Prezzo Trasparente del Tatawelo Café Excelente.


Novità dal Chiapas:

caffè autocertificato dalle Giunte di Buon Governo zapatiste

certificazione organica
zapatista


La grande novità di quest’anno è l’autocertificazione del caffè prodotto dalla Cooperativa Ssit Lequil Lum.

Le autorità zapatiste hanno riconosciuto che si tratta di un caffè organico e di alta qualità, rilasciando alla cooperativa una certificazione.

I produttori chiapanechi non riconoscono l’efficacia dei sistemi di certificazione internazionale, che trovano eccessivamente cari e poco seri. Hanno scelto quindi, nell’ambito del loro percorso di autonomia, di dotarsi di una serie di criteri nella raccolta e lavorazione del caffè, che tutti i soci devono rispettare.

Una commissione di soci della cooperativa (cosiddetti tecnici locali e municipali), che ricevono una formazione costante dalla Ong messicana Desmi, si fanno carico della formazione degli altri soci e della verifica del loro lavoro.

Visitano annualmente le piantagioni di tutti i soci, valutano il rispetto dei criteri adottati dalla cooperativa, e danno indicazioni correttive sulle tecniche di coltivazione organica del caffè (semina, potatura, tecniche di concimatura, utilizzo di alberi per ombra, ecc..), nonché sulla coltivazione degli altri alimenti destinati al consumo quotidiano. 

L’autocertificazione rilasciata dalle autorità zapatiste è il risultato di un lavoro iniziato quasi 10 anni fa (dal momento stesso della costituzione della cooperativa), e che premia la cura e l’amore per la Madre Terra dimostrata quotidianamente dai nostri produttori.


 

Novità dal Guatemala:


I soci della Cooperativa Nueva Esperanza del Bosque continuano il processo di conversione alla coltivazione organica, anche grazie alla sensibilizzazione dei volontari italiani, con l'ente certificatore Mayacert; il loro percorso punta alla salvaguardia, al mantenimento della biodiversità e alla tutela del territorio, duramente colpito dai ripetuti uragani degli ultimi anni, che hanno causato la distruzione di intere coltivazioni.

In Guatemala non esistono autorità o enti autonomi che possano certificare o seguire un processo di autocertificazione, pertanto da quest'anno il nostro partner italiano per l'importazione del caffè da commercio equo, la nuova cooperativa Shadhilly (nata dalla cooperativa Mondo Solidale per dedicarsi esclusivamente al caffè ed ai progetti a questo collegati) ha deciso di iniziare la collaborazione con Adisque, un'associazione di Quetzaltepeque, che intende promuovere lo sviluppo delle popolazioni locali sostenendo principalmente l'istruzione degli adulti con i proventi del caffè di qualità certificato organico, prodotto ed elaborato nella zona, contrastando inoltre il riciclaggio di denaro proveniente dal narcotraffico per la compravendita del caffè attraverso i coyotes. 

---

Per maggiori informazioni sul Progetto e l'Associazione Tatawelo  visita il sito: www.tatawelo.it

 
Di Geo (del 04/03/2010 @ 12:12:52 in Cultura, linkato 1242 volte)
Mi è arrivata una mail per un incontro
venerdi sera 5 marzo a saluzzo
a sostegno della campagna contro il turismo sessuale
.


Copio e incollo quello che c'era scritto nella mail.

Incontro venerdì 5 marzo a saluzzo 2010 (Antico Palazzo Comunale)
Si partirà dalla proiezione di un filmato girato nell'estate del 2008 in un quartiere di Fortaleza, una città nel nordest del Brasile diventata negli ultimi anni una delle mete principali del turismo sessuale in Brasile, per poi provare ad affrontare insieme questo discorso, a vedere come tocca le nostre vite o come riesca a restarne fuori pur riguardandole e infine provare a capire quali siano i modi in cui si può agire per intaccare questo meccanismo.

Di Brasile si parlerà, ma sarebbe sbagliato circoscrivere questa problematica al nome di una città o di una nazione perchè il turismo sessuale va al di là di una precisa realtà culturale e spesso sfrutta i pregiudizi culturali come inconsce giustificazioni di atti che sono universalmente intollerabili.
Se avete tempo e vi interessa ci vediamo venerdi alle 9, all'Antico Palazzo  comunale di saluzzo.







scarica la locandina


Spargete la voce!


Geo
 
Di Dulce (del 05/06/2012 @ 12:11:28 in Associazioni, linkato 1130 volte)


Solarecollettivo Onlus www.solarecollettivo.it
promotore del percorso "Ambientiamoci",
educazione ambientale svolta presso diverse scuole della Provincia di Cuneo,
con l'intento di condividere rivolgendosi ad un pubblico adulto organizza
Martedì 12 giugno ore 21 
Stazione FS   Costigliole saluzzo (cn) presso sede Carpe Diem Onlus

SAPONE E DINTORNI
(corso autoproduzione di saponi e cosmetici naturali
)


euro 20 con prenotazione ai numeri 017579311 - 3200552443


Programma:
  • Introduzione al sapone e ai cosmetici naturali.
  • Come leggere una etichetta INCI ed analisi degli ingredienti presenti in un prodotto industriale.
  • Riconoscimento degli ingredienti più adatti,degli strumenti da utilizzare e dove reperirli.
  • Dimostrazione della preparazione di un balsamo labbra e di un eco-deodorante spray.
  • Descrizione delle fasi salienti della saponificazione col metodo a freddo.
  • Guidati dal nostro formatore ogni partecipante preparerà 1 Kg di sapone per il corpo all’olio di oliva bio.
  • Le materie prime le portiamo noi, a voi resteranno i prodotti e le ricette.

Partecipare all'incontro vi consentirà di vedere tutte le fasi di lavorazione, conoscere le norme di sicurezza e , potrete tornare a casa con il VOSTRO sapone.
Ci sono tantissimi vantaggi e buoni motivi per produrre in casa il sapone:
  • è salutare: rispetta la nostra pelle evitando l’uso di molti prodotti chimici, che spesso la danneggiano e provocano allergie.
  • è ecologico: non produce scorie tossiche per l’ambiente e permette di evitare prodotti inquinanti, consentendo il riuso/riciclo di numerosi contenitori di plastica; sono a Km Zero impedendo l’inquinamento da trasporto,
  • è economico: gli ingredienti base sono poco costosi e facilmente reperibili, la spesa non è aggravata dai costi di tutti i passaggi della filiera commerciale e della pubblicità.
  • è etico: l’autoproduzione permette di non comprare più detergenti commerciali, prodotti soprattutto da multinazionali a discapito di ambiente, animali e altri uomini.
  • è facile e divertente: basta una semplice attrezzatura da cucina, un po’ di preparazione e di prudenza.... e un pizzico di creatività!
 
Di dottore (del 28/05/2007 @ 11:52:25 in generale, linkato 1851 volte)

Mirko e TeoIl nostro amico Mirko (che vediamo in questa foto, è quello di destra, per chi non l'avesse capito!), ci ha mandato un po' di materiale per porre l'attenzione su di una realtà che è il gruppo di donatori di sangue di piasco.

Speriamo che con questo post, possiamo chiarire e togliere i dubbi a tutte quelle persone che sono un po' titubanti, ed a invogliare nuovi donatoria farsi avanti!

Inoltre ricordo che Domenica 17 giugno 2007 ci saràla GIORNATA NAZIONALE DEL DONATORE DI SANGUE (Iscrizioni entro il 30 Maggio)
Clicca qui per il programma >>>

Il Gruppo di Piasco
Questa associazione di donatori volontari è nata nel 1962 per merito di quattro uomini di buona volontà e di grande spirito: GERARDI ANTONIO (capogruppo), OLIVERO GIOVANNI (vice capogruppo), FINA PIERINO e GERARDI FRANCESCO che già da due anni donavano il proprio sangue a chi ne aveva bisogno ( in casi di emergenza si donava braccio a braccio cioè dal donatore allammalato). Oggi il sangue viene conservato in sacche speciali contenenti un liquido anti-coagulante.
Il simbolo dei donatori di sangue di Piasco è un labaro (stendardo) la cui madrina (dal 1962) era la signora BENIGNO Giacomina;deceduta ( purtroppo) durante il suo suo 40 anniversario del suo mandato il 02-10-02.
L A.D.A.S. è una associazione di volontari che ha lo scopo di propagandare la coscienza del DONO del sangue in forma gratuita e anonima. Il nostro gruppo conta n. 210 donatori di cui 105 attivi (almeno una donazione allanno).

Perchè donare?
Il sangue, elemento di vita, non si può fabbricare. E indispensabile per gli interventi chirurgici, in genere, ed interventi di elezione come quelli cardiochirurgici e per il trapianto di organi nonché di malattie quali leucemia talassemia etc. Donare il sangue è il più bel gesto che un uomo possa fare ad un altro uomo, è una partecipazione alla sofferenza altrui, esprime solidarietà disinteressata e unopera di dedizione amichevole.
Oggi servono 40.000 unità di sangue intero per ogni milione di abitante, quindi in totale sono necessarie circa 2.300.000 unita di sangue intero e 1.770.000 litri di plasma lanno perché il nostro paese abbia quanto occorre.
Se ogni persona in grado di donarlo contribuisse anche con una minima quantità di sangue in un anno, tutti i problemi sarebbero risolti.

Il beneficio
I controlli sui donatori sono molto accurati, al fine di evitare prelievi a persone che non sono nelle migliori condizioni fisiche. La quantità di sangue che viene prelevata è molto limitata, e viene ricostituita in pochi giorni dallorganismo. Inoltre,diventare un donatore periodico - cioè sottoporsi al prelievo almeno un paio di volte allanno - offre molti vantaggi, perchè il donatore e il suo sangue vengono frequentemente controllati, offrendo lopportunità di cogliere molte malattie al loro sorgere. Aumentare il numero dei donatori periodici è lunico sistema per evitare la speculazione o il rischio di contagio.

Chi può donare il sangue?
Ogni individuo sano di età compresa fra i 18 ed i 65 anni, di peso corporeo non inferiore ai 50 kg. Al momento della donazione devono essere nella norma, cioè nei limiti previsti dalla legge: la temperatura corporea, la pressione arteriosa , la frequenza cardiaca e lemoglobina.

Dove si può donare?
Presso il centro di raccolta fisso dellOspedale Civile di saluzzo*.
Presso il centro Trasfusionale dellospedale di Savigliano**.
Presso i centri mobili della Banca del Sangue e del Plasma della città di Torino.

*con decorrenza dal mese di gennaio i prelievi festivi saranno effettuati nella seconda domenica nei mesi dispari dalle ore 8.00 alle ore 10.00. Durante la settimana il LUNEDI MERCOLEDI VENERDI dalle ore 8.00 alle ore 10.00.
**prelievi domenicali effettuati nella seconda domenica sia dei mesi dispari che nei mesi pari dalle ore 8.00 alle ore 10.00. Durante la settimana TUTTI I GIORNI dalle ore 8.00 alle ore 10.00.


Il Sangue: comè fatto e a che serve
Il sangue è un liquido che rappresenta il 7% del nostro corpo. E responsabile delle più importanti funzioni vitali. Si compone di una parte liquida, il plasma, e di minuscoli corpi invisibili ad occhio nudo,ma numerosissimi e attivissimi ed instancabili nel purificare e difendere il corpo umano: si tratta dei globuli bianchi, dei globuli rossi e delle piastrine.Il sangue in base a particolari sostanze presenti nei globuli rossi si differenzia in quattro tipi fondamentali: gruppo A gruppo B ,gruppo AB e gruppo O . Conoscere il proprio gruppo sanguigno è molto importante.
Riassumendo: i globuli rossi ossigenano lorganismo, i bianchi ci difendono dalle infezioni e le piastrine sono essenziali per la coagulazione.Insomma il sangue testimonia lo stato di salute del nostro corpo e ci è indispensabile per vivere.

Per informazioni
rivolgersi a SILVESTRO Mirko Tel. n. 0175/797062 n.3478276568 silmirk@libero.it

 
Di Dulce (del 25/02/2009 @ 11:28:42 in Eventi, linkato 2364 volte)

28 FEBBRAIO 2009

DRONERO: ore 10,30

inaugurazione Mostra di Pittura presso la sala Tripoli, via Mazzini angolo via Roma; ore 17,30 conferenza su “Trifase, un sistema italiano” presso il Centro G. Giolitti, via XXV Aprile 25.

1 MARZO 2009 

DRONERO: ore 9

presentazione di cicli ferroviari presso la Stazione ferroviaria; ore 11,30 trasferimento a Villar S. Costanzo.

VILLAR S. COSTANZO: ore 12

visita al parco dei “Ciciu” con aperitivo e possibilità di pranzare presso la locanda omonima (è gradita la prenotazione);
ore 14,30 visita alla cripta della chiesa di S. Pietro in Vincoli (XI sec.).

BUSCA: ore 9

apertura mostra filatelica a tema presso la Stazione ferroviaria;

ore 12 arrivo, da Savigliano, del treno speciale a vapore del Museo Ferroviario Piemontese con la locomotiva N° 3;

ore 15 corsetta del treno speciale da Busca a saluzzo e ritorno;

ore 18 partenza del treno speciale per Savigliano.

Informazioni: A.F.T.V.M.Gian Piero Fissore, tel. 0171 918239 -Pietro Zitano, tel. 0175 79533


  

 

E' stata una bellissima giornata ,credo che turisticamente i treni a vapore abbiano un futuro perchè ho visto molto entusiasmo nei volti dei viaggiatori e molta passione nelle persone che hanno organizzato l'evento.

Spero che non sia una volta l'anno ma che presto rivedremo camminare treni come questo che hanno davvero molto da offrire. Un' esperienza unica. un elogio alla lentezza in un mondo che corre.

 
Di Dulce (del 05/07/2012 @ 09:50:13 in Ambiente, linkato 3923 volte)

Al sindaco del comune di Piasco
sig. Roberto Ponte
e p.c. allamministrazione comunale
di Piasco

Oggetto: Richiesta installazione Casetta dellacqua a Piasco

Il gruppo VAS Circolo di Piasco

torna a chiedere

allamministrazione comunale di Piasco (vedi precedente richiesta del novembre 2010)
di installare una Casetta dellacqua sul territorio comunale sulla base del notevole
successo che questi impianti stanno avendo nei comuni limitrofi (vedi Costigliole saluzzo) ,
al fine di fornire alla popolazione acqua dellacquedotto affinata cioè depurata
con eliminazione di sostanze in sospensione e di eventuali inquinanti chimici, odori e
sapori sgradevoli garantendo unottima qualità della stessa, quindi acqua più buona, più
controllata, più economica, più ecologica e indirettamente minor utilizzo di bottiglie
in plastica da dover riciclare, con la possibilità di fornire uno splendido servizio alla
popolazione a costo zero per le casse comunali ,tutto ciò anche in considerazione del fatto
che la centralissima fontana Barale di Piasco spesso risulta inquinata.

Il gruppo VAS si rende pertanto disponibile ad un confronto per trovare insieme
allamministrazione comunale e ad eventuali cittadini interessati la strada migliore da
intraprendere.

Fiducioso che la presente richiesta venga accolta favorevolmente, resto in attesa di un
gradito riscontro.

Distinti saluti.

Piasco, 05 luglio 2012

costigliole saluzzo la casetta dell'acquaun successo a costo zero per l'amministrazione

 
Di cagio (del 21/02/2007 @ 09:27:33 in Carnevale, linkato 1872 volte)
foto del carnevale di Saluzzo
Piasco c'è!
Arrivano le prime foto delle sfilate di saluzzo. Ne arriveranno molte altre e se ne avete scattate di belle fatele avere a me o a Dottore le le pubblicheremo.
Vai alla fotogallery
 
Di Dulce (del 17/04/2012 @ 08:29:16 in Eventi, linkato 1327 volte)


VERZUOLO, Palazzo Drago VENERDI 20 aprile, ore 21

Presentazione del libro DI QUA NON SONO LIBERO (Edizioni Trengari, 2012) a cura del Comitato Antirazzista Saluzzese.

 Il racconto dei braccianti africani a saluzzo “Nomi, volti, storie. I migranti non sono una categoria sociale alla quale associare soltanto diffidenza, pregiudizi, paure. Esseri umani che si portano dentro drammi, solitudine e nostalgia che spesso non possono neppure manifestarsi a causa dell’indifferenza che li circonda e delle difficoltà quotidiane che essi incontrano per soddisfare bisogni primari quali il lavoro, la casa, il cibo. Costretti a muoversi continuamente alla ricerca di una occupazione, aggrappati ad uno straccio di contratto, ossessionati dalla burocrazia, ostaggi di norme incomprensibili e anonimi funzionari di questura. Sfruttati, truffati, in alcuni casi ridotti in schiavitù, ammutoliti dalla paura e dalla stanchezza, delusi da una realtà diversa da quella immaginata alla partenza. E allora, incrociare gli sguardi e riconoscersi, saper ascoltare, condividere una condizione di precarietà che ci accomuna tutti e la tensione al cambiamento, non escludere la dimensione del conflitto, inevitabile in una società ingiusta e violenta. Le storie che abbiamo raccolto alla stazione ci raccontano tutto questo e altro ancora: in un italiano stentato, in modo semplice e spontaneo magari anche ingenuo. E gonfiano il cuore di passione e di rabbia”. Durante la serata sarà proiettato il film LA TERRA (E)STREMA (Italia, 2009) di Montalbano, Giardina, Sposito Terra che non lascia scampo, fruttuosa, che arricchisce, che può lasciare morti di fame, rendere schiavi, assassinare. Terra che rispecchia la struttura di una società in bilico tra benessere ed estrema povertà, tra accesso all`universo conosciuto e ignoranza del proprio cortile, dove sempre più forte è il rischio della catastrofe che accade nella situazione di più ovvia normalità. Questa è una terra estrema che non è soltanto Sicilia... La terra (e)strema è un racconto delle "campagne" e dei soggetti che compongono la produzione e il sistema agricolo, soggetti che sono diventati invisibili ai più, al mondo urbano e metropolitano: il piccolo produttore, che diviene bracciante di sè stesso, e il bracciante straniero, che lavora per due soldi, nella maggior parte dei casi senza contratto, senza casa e costretto a ripiegare su un sistema di accoglienza ambiguo e simulatore. Il film è una produzione indipendente di Andy Studio Video, cofinanziata da Stiftung Menschenwurde und Arbeitswelt [Berlino] Stiftung Omina Freundeshilfe [Zurigo], Associazione studi giuridici sull’immigrazione e Arci Sicilia. ANPI e Coimitato Antirazzista saluzzese
 

Ricerca fotografie per saluzzo

Anteprima - Clicca per ingrandire
Di cagio (del 06/02/2008 @ 20:33:50, vista 4664 volte)
La sfilata al freddo e sotto la pioggia di domenica 03/02/2008 a saluzzo, riscaldata da una bella vittoria ...
 
Anteprima - Clicca per ingrandire
Di cagio (del 21/02/2007 @ 09:18:29, vista 5928 volte)
Foto della sfilata a saluzzo domenica 18 febbraio 2007 ...
 
Anteprima - Clicca per ingrandire
Di cagio (del 26/02/2007 @ 09:10:49, vista 4834 volte)
Foto della sfiliata di martedì 20 febbraio a saluzzo ...
 
Ci sono 21 persone collegate

< ottobre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 




Titolo
Agricoltura (3)
Ambiente (33)
Associazioni (16)
Carnevale (18)
Cultura (12)
Eventi (119)
generale (60)
Informatica (1)
Natale (2)
NO alla centrale (13)
Notizie (37)
Politica (53)
Raccolta differenziata (6)
Solidariet (12)
Urbanistica (2)
Viabilit (3)

Catalogati per mese:
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017

Gli interventi pi cliccati

Ultimi commenti:
Io un commento voglio f...
07/02/2013 @ 13:47:53
Di Franca Torta
Ho pubblicato, volentie...
05/02/2013 @ 22:33:20
Di beppe olivero
Buon giorno; visto che ...
05/02/2013 @ 00:46:32
Di Jack
...a proposito di "appa...
28/01/2013 @ 16:32:21
Di Giordana Pierbartolo (PIERH2O)
Buongiorno Fred, purtro...
28/01/2013 @ 16:06:13
Di Giordana Pierbartolo (PIERH2O)


Titolo
Autori (4)
carnevale07 (6)
carnevale08 (7)
eventi (4)
gite (2)
natale (1)
sagradautunno (6)
solidariet (1)
splash (5)

Le fotografie pi cliccate

Visita la nostra città virtuale!


Titolo
è partita la raccolta differenziata "porta a porta". Riusciremo a superare il 90% di differenziata?

 sì, entro 6 mesi
 sì, ma ci vorranno tra 6 e 18 mesì
 sì, però ci andrà più di un anno e mezzo
 No, è impossibile

Titolo
Sei di Piasco o quasi?
Hai un tuo blog e vuoi che i tuoi amici e concittadini lo vedano?
Chiedi a Cagio e Dottore e pubblicheranno il link al tuo blog qua sotto!


Titolo


17/10/2017 @ 11:18:37
script eseguito in 645 ms


 

 Home page © Copyright 2003 - 2017 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source