Piasco.net - Il Blog! ...by Cagio
Piasco.net Home Meteo Arte e Cultura Storia Pro Loco
\\ Home Page : Articolo
gen13mar
SCUOLE MEDIE
Di Dulce (del 13/01/2009 @ 13:36:42, in Notizie, linkato 5089 volte)
COMUNE DI PIASCO


Martedì 13 gennaio 2009 - Ore 21:00
Piasco - Sala Polivalente


Presentazione alla Popolazione
del progetto della

NUOVA SCUOLA MEDIA
Progetto realizzato da:
- Ing. Gaudenzi di Bologna
- Arch. Bachiorrini di Saluzzo
 
Costo Stimato dell'opera: 1.700.000,00 €
Contributi già erogati:
- Governo Italiano 150.000,00 €
- Regione Piemonte 693.000,00 €

Mutuo di 825.000,00 €
già accordato dalla Cassa Depositi e Prestiti
...............................................................................................................................................................................................................................................
il progetto completo lo potete scaricare qui
...............................................................................................................................................................................................................................................
 
Sicuramente lo sapevate ma ho deciso di postarlo nel blog
con la speranza che questa sera il progetto sia almeno simile
a questi che riporto qui sotto.
 
Edifici scolastici
La scuola Gebhard-Müller di Biberach (Germania)Il centro scolastico di Biberach (Germania) è stato costruito negli anni Settanta come progetto di modello scolastico con tre differenti scuole sotto lo stesso tetto. Uno dei principali requisiti richiesti è stato quello che il nuovo fabbricato a tre piani doveva soddisfare è stato quello di offrire una struttura spaziale delle aule facilmente variabile. Nel nuovo edificio sono inoltre combinate diverse tecnologie innovative, una delle quali è lo sfruttamento geotermico del suolo. Una pompa di calore estrae energia dalla falda idrica allo scopo di riscaldamento e raffreddamento dell’edificio. Il riscaldamento e il raffreddamento degli locali avviene per mezzo di solai termoattivi alimentati con acqua a bassa temperatura.....more
4a Architekten -  Riedbergschule
Una scuola elementare a Francoforte s.M.
Nel quartiere Riedberg di Francoforte sul Meno, si sta attualmente svolgendo il più grande intervento di urbanizzazione della Regione Assia. Secondo le previsioni, entro il 2012, vi dovranno abitare fino a 15.000 persone. Sono previste dodici scuole d’infanzia e quattro nuove scuole. Una di queste è stata costruita come edificio passivo....more 
 
 
Scuola „passiva“ di Waldshut (Germania) 
A Waldshut, non lontano dal Lago di Costanza, è stata realizzata una delle prime scuole secondo il concetto dell’edificio passivo. Tramite lo sfruttamento di masse inerti, l’uso di un sistema di ventilazione controllato con recupero di calore e un forte isolamento termico dell’involucro edilizio, il fabbisogno termico dell’edificio risulta inferiore a 15 kWh/m²a. Lo standard energetico è stato certificato dal Passivhaus-Institut di Darmstadt.....more
 
Prima scuola “passiva” certificata
Il terzo corpo di ampliamento della scuola Waldorf di Brema è il primo edificio scolastico tedesco certificato secondo lo standard di edificio passivo. Il fabbisogno termico è di 14,7 kWh/(m²a) e quello di energia primaria ammonta a 103,5 kWh/(m²a). Gli impianti alimentati con energia geotermica ed energia solare sono osservabili da docenti e studenti in quanto fanno parte dell’attrezzatura didattica della scuola. Gli studenti controllano e misurano i consumi energetici e, nell’ambito delle lezioni di fisica, si assumono anche parte della manutenzione.....more
 
Ristrutturazione energetica della biblioteca universitaria di Brema
Riduzione del 70% del consumo di energia primaria; miglioramenti energetici, architettonici, impiantistici ed ergonomici; impianti indipendenti di riscaldamento, ventilazione e di raffreddamento.....more   
 
Centro di Informatica della TU Braunschweig (D) L’edificio del Centro di Informatica ha sei piani ed è contiguo all’edificio a torre dell’Università Tecnica (TU) di Braunschweig. Il fabbisogno termico specifico dell’edificio ammonta a 39 kWh/m2 anno (calcolato secondo la legge del 95). Attualmente è in esecuzione un ampio programma pluriennale di monitoraggio.....more
 
Zentrum für Umweltbewusstes Bauen - Kassel
Il Zentrum für Umweltbewusstes Bauen e.V. - ZUB - è l'istituto interdisciplinare di edilizia ecologica dell’Università di Kassel (Germania).....more
 
 
Solar-Campus-Jülich (Germania)
Il Solar-Campus Jülich ospita l’Istituto per l’Energia Solare (SIJ), un reparto dell’Istituto Tecnico (Fachhochschule) di Aachen (Aquisgrana). Con il progetto si è voluto dimostrare che un complesso architettonico a basso consumo energetico, adeguatamente progettato, non comporta costi supplementari o quasi.....more
 

 !!PARTECIPATE NUMEROSI !! PARTECIPATE NUMEROSI !!

Dopo tutti questi esempi dalla Germania volevo inserire anche questo nostro gioiello italiano

che si trova a LAION in val Gardena un paese di 2410 abitanti

http://www.4shared.com/file/80450799/7c3f41ce/ScuolaPassiva.html

 

  • Commitente: Comune di Laion
  • Progettista: arch.TV
  • D.L.: Dr.Arch. Johann Vonmetz
  • CasaClima ® Gold+
  • Consumo energetico 9kWh/m2a
  • Impianto solare: 18,00 m2a
  • Luglio 2004 - Luglio 2006
  • Costi totali: 1.500.000,00 €
  • Superf. utlie: 624,90 m2  su due piani
  • Cubatura tot.: 2.823,53 m3

PKE

 

Ringrazio Alessio per averci messo a conoscenza del progetto di Mussotto d’Alba e ho deciso di renderVi partecipi postando l’articolo foto e prezzo di questa realizzazione.

 
Costruzione di un fabbricato ad un solo piano fuori terra di circa 1200 mq, con i seguenti locali scolastici:
• n. 9 aule con antistanti zone filtro e guardaroba (di cui 3 con finitura al rustico);
• n.2 laboratori multifunzionali ed accorpabili, segreteria;
• sala insegnanti;
• servizi igienici per normodotati e per disabili;
• segreteria;
• ripostiglio- magazzino;
• bidelleria;
• ampio spazio ricreativo comune centrale.
Il fabbricato, alla luce del sempre maggiore interesse sociale per il rispetto dell’ambiente, è pensato con l’utilizzo di materiali ecocompatibili e riciclabili, nel pieno rispetto della natura, quali pietra, legno, acciaio e vetro. Inoltre l’acqua calda, il riscaldamento e l’energia elettrica potranno essere prodotte in gran parte da energie alternative.
 
Ripartizione Opere Pubbliche - Settore Programmazione e Progetti strategici e Settore Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica
Responsabile Unico del Procedimento: Arch. Daniela ALBANO
Progettisti: Arch. Daniela ALBANO e Geom. Maurizio CAUDA
Collaboratori esterni: ing. Francesco Gobino (per la parte impiantistica) e arch. Giorgio Sordo (per la parte strutturale e coordinazione sicurezza)
€1.300.000,00

http://www.comune.alba.cn.it/COMUNE/Servizi_Uffici/Opere_Pubbliche/LavoriPubblici/da%20Ripartizione%20Opere%20Pubbliche/Scuole%20ed%20edifici%20comunali/Nuova%20Media%20Mussotto/Media%20Mussotto.htm

 

 
Alba: una scuola con i muri di lana, edificio ecocompatibile
 
Nel 2006, la scuola Media 'Macrino' di Frazione Mussotto ad Alba, subì un maldestro tentativo di furto, che causò una dispersione delle fibre di amianto contenute nei pannelli dell’edificio. La scuola venne tempestivamente chiusa e le lezioni trasferite in una sede provvisoria. Mentre la struttura prefabbricata veniva demolita ed il luogo completamente bonificato, partì l’idea di costruire un nuovo edificio, che tenesse conto dei dettami dell’architettura bio-compatibile ed eco-sostenibile. A distanza di un anno dall’inizio dei lavori i traguardi sono stati raggiunti e la Città di Alba è pronta ad inaugurare la nuova scuola 'ecologica'. Martedì 27 gennaio alle 11, in Via Cesare Delpiano 5, verrà tagliato il nastro e benedetta la struttura, mentre il Sindaco, Giuseppe Rossetto, l’Assessore all’Ambiente ed ai Lavori pubblici, Alessandro Pelisseri, e l’Assessore all’Istruzione, Ivana Brignolo Miroglio, illustreranno al Direttore didattico Michele Cauda ed agli studenti, le caratteristiche che rendono speciale la loro scuola.

La progettazione ha seguito i principi dell’architettura naturale: pannelli fotovoltaici, terrazzini pensili verdi, riscaldamento a pavimento, materiali ecocompatibili e riciclabili, nel pieno rispetto della natura, quali pietra, legno, acciaio e vetro ecc.
I muri perimetrali sono stati realizzati con mattoni ottenuti esclusivamente da miscele di argilla, evitando di utilizzare tecniche artificiali di alleggerimento, quali l’inserimento nell’impasto di polistirolo, fanghi o atri rifiuti di lavorazioni industriali. Come isolante termico è stato invece scelto un materiale tanto singolare, quando naturale: la lana di pecora.
La lana è un materiale completamente bio-compatibile in quanto non si polverizza, non provoca reazioni allergiche, non genera polveri irritanti ed è la fibra più igroscopica che esista, cioè assorbe l’umidità per restituirla molto lentamente equilibrando l’aria.
Indispensabile il potere mitigante dei 'ponti termici' dei fogli di sughero naturale. Il tetto, in legno lamellare di abete, è invece coibentato con pannellature in fibra di legno, non trattate chimicamente, per evitare di immettere nella produzione e nell’ambiente sostanze nocive per la salute. Le fibre impiegate derivano dagli scarti della lavorazione delle conifere delle segherie che, riciclati, ritornano ed essere un indispensabile ed ecologico materiale edile. E’ in fase di realizzazione una centrale termica a biomasse, un’esperienza pilota per la realtà cittadina, segnale della crescente sensibilità verso il risparmio energetico.
L’impianto verrà alimentato a biomasse legnose e riscalderà tre plessi scolastici e l’impianto sportivo della frazione, consentendo l’eliminazione delle vetuste centrali esistenti. A breve verrà completato un sistema di raccolta delle acque piovane che, convogliate in appositi serbatoi, saranno utilizzate per l’irrigazione del verde. La Regione Piemonte ha lodato questa iniziativa, ammettendola ad un finanziamento. Il nuovo fabbricato, di circa 1.200 metri quadrati, ospita nove aule, due laboratori multifunzionali con annessa segreteria, la sala insegnanti, i servizi igienici, la segreteria didattica, un magazzino-ripostiglio, la bidelleria ed un ampio spazio ricreativo comune centrale.

Alessandro Pelisseri – Assessore ai Lavori Pubblici e all’Ambiente commenta: “I criteri di ecosostenibilità, costituiscono uno degli elementi fondanti di una serie di progetti che la città di Alba vuole portare avanti. In questi anni si è fatta molta campagna a favore delle energie alternative e dell’utilizzo di materiali ecologici. Le Amministrazioni comunali devono dare il buon esempio ai cittadini, progettando edifici che rispondano alle nuove esigenze di risparmio energetico e di tutela dell’ambiente". Ivana Brignolo Miroglio – Assessore all’Istruzione commenta: “La scuola del Mussotto rappresenta un progetto pilota che ha aperto le porte ad nuovo modo di concepire le strutture pubbliche. Una struttura luminosa, ariosa, confortevole ed ecologica, non solo sostiene nel miglior modo i ragazzi nello studio, ma insegna loro a rispettare l’ambiente".

 

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa

Technorati tag  ambiente; comune; edifici; energia; progetto; scuola; struttura; studenti;

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli....

Replica a Cagio by Beppe Olivero (7%)
Consiglia Diego (9%)
CagiOrson Wells (19%)
stasera energia (100%)
Atti di vandalismo a Piasco! (14%)
Il Cinema c'! (25%)
Da Strada dei Cannoni a Cannonata di Asfalto (6%)
La delibera 110 (22%)
Iniziativa Comuni a 6 stelle (36%)
C' il VAS, butumie el fiur! (11%)
Io ci volevo fare un inceneritore! (50%)
Piasco come ti vorrei 2 (15%)
FANTAPIASCO (21%)
A PROPOSITO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA. UNA PROPOSTA (14%)
riforestiamo (7%)
al piaschese non far sapere... co i ndar en tla cava ed pere (8%)
BIO CASA NOSTRA (29%)
IL PROGRESSO DELL' ACQUA (2%)
L'ENERGIA FAI DA TE, COSì CI SALVEREMO DAL NUCLEARE (38%)
A Proposito di Scuole Medie (5%)
E' nata la "Boul"!! (8%)
Puliamo il Mondo 2008 (17%)
semplice..basta andare in via vittime di Bologna n. 26... (15%)
NONNO VIGILE (71%)
STRATEGIA RIFIUTI ZERO (18%)
PILLOLE DI RISPARMIO ENERGETICO (50%)
M'illumino di Meno a Piasco (14%)
I risultati ARPA (10%)
RIFIUTI ZERO (8%)
si deve sempre bruciare? (17%)
COME UN UOMO SULLA TERRA (3%)
Raccolta porta a porta del verde (5%)
Fate bollire l'acqua (25%)
Convocazione consiglio comunale (67%)
Arriva la Casa dellAcqua a Costigliole! (8%)
 
# 1
sicuramente non verrà proposta una scuola come quelle degli esempi sopra, senza dubbio.
Poi, per stimolare la partecipazione alla serata, segnalo che lo studio dell'architetto Bachiorrini di Saluzzo è quello che ha progettato la kosa in piazza della Pace.
Di  -Cagio-  (inviato il 13/01/2009 @ 15:42:38)
# 2
Ieri sera ho partecipato e il progetto non mi è sembrato male. La mia speranza è ora che l'opera se l'aggiudichi una ditta seria che non utilizzi materiali scadenti per stare nel prezzo. Speriamo anche in bene nel direttore lavori.
Di  Polin  (inviato il 14/01/2009 @ 16:23:30)
# 3
Confrontando il progetto presentato ieri sera ho notato che la scuola di Laion è:
di dimensioni simili alla nostra
di un importo simile alla nostra
ma sono state fatte scelte molto diverse in materia di ecocompatibilità non nascondendosi sul non poter fare per ragioni economiche.
Di  walter  (inviato il 14/01/2009 @ 18:48:56)
# 4
Quoto Polin. Certo un po più di attenzione all'efficienza energetica sicuramente si poteva fare (non mi piace l'idea di dover aprire le finestre a gennaio per cambiare l'aria di una classe... il calore viene sprecato eh!!) però tutto sommato non è malvagio il progetto. Certo che il comune e il progettista a mio avviso si dovranno fare garanti che ciò che è scritto sulla carta venga riportato fedelmente nella costruzione dell'opera! Ci andrà molto controllo.
Di  diego  (inviato il 14/01/2009 @ 19:33:17)
# 5
A me il progetto è piaciuto e spero che inizino al più presto i lavori (se ho capito bene settembre).
L'unica perplessità resta il tetto in rame del portichetto di ingresso, per il resto mi sembra un gran bel progetto.

Una cosa è certa: in un computo metrico i materiali sono dettagliatamente scritti (modello, tipologia, materiale, misure, ...) per cui la ditta deve solo eseguire l'opera assemblando i vari materiali scelti dal progettista.

Tocca al direttore dei lavori (e non al Comune) accertare che i lavori vengano fatti come da capitolato e come da progetto (per questo viene pagato un direttore dei lavori).

Mi sembra molto interessante il discorso del riscaldamento con caldaia a cippato ... siamo i primi in tutta la Valle! E forse in tutta la Provincia!

Insomma, io sono contenta.
Di  anna  (inviato il 14/01/2009 @ 20:03:02)
# 6
Anche a me è piaciuto il discorso della caldaia a cippato sempre che il materiale sia poi reperito nelle vicinanze come promesso,
è anche sensata la divisione del riscaldamento a pavimento per locale ( sicuramente le aule a nord saranno più fredde e la sala polivalente se non utilizzata potrebbe restare al fresco) ma lefficienza energetica di una costruzione viene per la maggior parte dallisolamento e la nuova struttura ha la classica LANA DI ROCCIA oramai sorpassata da materiali più ecologici funzionali e di prestazioni migliori ad esempio la FIBRA DI CELLULOSA che determinerebbe un consumo di energia minore del 24%.
http://www.edilportale.com/csmartnews/09_2_1.asp
il 24% in meno di costi di riscaldamento per sempre.
Ci sarà tempo di cambiare alcune cose o il progetto presentato è definitivo?
Per esempio al posto della pensilina di rame si potrebbe mettere un recupero delle acque piovane ( si risparmia il 50% di acqua)
oppure i tubi solari da illuminazione che garantiscono le lampade spente di giorno e hanno una luce più gradevole dei classici neon.
Il progetto presentato era prevalentemente estetico e,anche se gradevole,ha toccato solo minimamente questi temi a mio giudizio importanti.
Mi aspettavo una sensibilità maggiore sulla scia del lodevole progetto Tetto Fotovoltaico che verrà installato sulla palestra e soddisferà il fabbisogno energetico della Palestra, Scuola Materna, Scuola Primaria a cui sarebbe buono aggiungere anche la Nuova Scuola Media quando sarà il momento.
Di  walter  (inviato il 15/01/2009 @ 01:37:38)
# 7
bravo Walter, l'acqua! In una scuola i consumi di acqua sono per gran parte dati dagli sciacquoni (non ci si fa la doccia a scuola) ed è molto impotrante che in un impianto nuovo venga tenuto conto di non sprecare acqua potabile per mandarla direttamente in fogna!
Pensando ancora alle finestre le soluzioni per il ricambio d'aria sono 2: visto che non ci sarà un sistema di ricambio meccanico si potranno aprire le ninestre ogni 15 minuti e garantire i 30 mc/persona/ora oppure, si sceglierà di non cambiare l'aria. Un inpianto di circolazione forzata, anche non sufficiente a garantire gli scambi previsti dalla normativa, ma almeno parziale sarebbe un buon sistema per garantire un benessere maggiore in termini di qualità dell'aria ed evitare sbalzi temici ai ragazzi.
Di  *Cagio*  (inviato il 16/01/2009 @ 13:29:22)
# 8
ricordiamoci che - a livello pratico - il ricambio d'aria avviene prevalentemente nell'ora dell'intervallo, nella pausa pranzo e all'uscita dei bambini da scuola, quando i bidelli iniziano a pulire.

Sull'isolamento, non sono molto aggiornata e quindi non posso esprimere il mio parere. Però penso che i tecnici del Comune e l'Amministrazione Comunale abbiano scelto insieme al progettista i materiali da utilizzare e quindi vado sulla fiducia.

E' giusto che facciamo le nostre osservazioni, ma se le avessimo fatte prima (quando è stato dato l'incarico di progettazione) era meglio, era il tempo giusto allora.

Comunque sono molto contenta che ci siano ancora persone che si interessano di ecologia ed economia (che andranno sempre più a braccetto), ... pensavo che fossimo rimasti in pochi !!! : - )))
Di  anna  (inviato il 16/01/2009 @ 13:58:21)
# 9
Esempio di Scuola Media ecocompatibile non lontana da noi.
Non viene citato l'ammontare della spesa, ma ci si può informare!
http://www.targatocn.it/it/internal.php?news_code=59863&ca t_code=
Di  Ω Alessio  (inviato il 19/01/2009 @ 09:04:55)
# 10
sarebbe bello che il sindaco e alcuni membri del consiglio comunale potessero partecipare all'inaugurazione della scuola di Mussotto d'Alba.
Di  ausilia  (inviato il 19/01/2009 @ 21:44:20)
# 11
io sulla fiducia non ci sto, mai.
Per quanto riguarda il ricambio d'aria, se avviene nell'intervallo e nella pausa pranzo è ampiamente insufficente a quanto previsto per legge.
Le osservazioni le facciamo adesso perché la scuola è stata presentata martedì scorso. Se fosse stato fatto conoscere il progetto un anno o due prima si sarebbero fatte prima, matematico. E sicuramente ne avrei fatte di più, e non sarei stato zitto di fronte a certe affermazioni di carattere economico ed ingegneristico. Adesso serve a poco e non mi scaldo.
Di  -cagio-  (inviato il 20/01/2009 @ 09:53:37)
# 12
inoltre devo dire che trovo esteticamente molto gradevoli gli esempi di scuole proposte da Walter e quella del Mussotto, addirittura più di quella presentata alla polivalente. De gustibus, per carità!
Sottolineo come queste scuole non costino di più ed abbiano tempi di realizzazione molto brevi, la metà o meno di quanto previsto per noi.
Ovviamente a progettarle e farle servono esperienza e capacità che non tutti possono offrire.
Di  -cagio-  (inviato il 20/01/2009 @ 09:58:32)
# 13
Più ci penso e più mi tormento. Ma perchè a Mussotto sono riusciti a fare una scuola con le dimensioni più o meno simili alla nostra futura e con circa la stessa spesa (non sono più i 100.000 € più o meno che cambiano) ma con tecniche progettuali, impiantistiche e costruttive molto molto più attuali e "ecocompatibili" rispetto alla struttura che verrà costruita a Piasco, la quale avrà anche una bella forma ma è pur sempre un edificio di classe B (forse)??
Di  -didacum-  (inviato il 02/04/2009 @ 20:27:55)
# 14
il progetto delle medie
è in download all'inizio della pagina.
Di  walter  (inviato il 05/05/2009 @ 21:14:46)
# 15
Walter e Dulce vi ringrazio. Prossimamente cercherò di capirci qualcosa
Di  Polin  (inviato il 05/05/2009 @ 22:41:05)
# 16
Grazie anche da parte mia a Walter e Dulce
Scorrendo i nomi dei vari file sembra che il capitolato sia completo. Cercherò al più presto di visionarlo e controllare
Di  Ivo Margaria  (inviato il 06/05/2009 @ 22:21:13)
Ci sono 104 persone collegate

< ottobre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             

Cerca per parola chiave
 




Titolo
Agricoltura (3)
Ambiente (33)
Associazioni (16)
Carnevale (18)
Cultura (12)
Eventi (119)
generale (60)
Informatica (1)
Natale (2)
NO alla centrale (13)
Notizie (37)
Politica (53)
Raccolta differenziata (6)
Solidariet (12)
Urbanistica (2)
Viabilit (3)

Catalogati per mese:
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021
Maggio 2021
Giugno 2021
Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
Ottobre 2021

Gli interventi pi cliccati

Ultimi commenti:
Io un commento voglio f...
07/02/2013 @ 13:47:53
Di Franca Torta
Ho pubblicato, volentie...
05/02/2013 @ 22:33:20
Di beppe olivero
Buon giorno; visto che ...
05/02/2013 @ 00:46:32
Di Jack
...a proposito di "appa...
28/01/2013 @ 16:32:21
Di Giordana Pierbartolo (PIERH2O)
Buongiorno Fred, purtro...
28/01/2013 @ 16:06:13
Di Giordana Pierbartolo (PIERH2O)


Titolo
Autori (4)
carnevale07 (6)
carnevale08 (7)
eventi (4)
gite (2)
natale (1)
sagradautunno (6)
solidariet (1)
splash (5)

Le fotografie pi cliccate

Visita la nostra città virtuale!


Titolo
è partita la raccolta differenziata "porta a porta". Riusciremo a superare il 90% di differenziata?

 sì, entro 6 mesi
 sì, ma ci vorranno tra 6 e 18 mesì
 sì, però ci andrà più di un anno e mezzo
 No, è impossibile

Titolo
Sei di Piasco o quasi?
Hai un tuo blog e vuoi che i tuoi amici e concittadini lo vedano?
Chiedi a Cagio e Dottore e pubblicheranno il link al tuo blog qua sotto!


Titolo


17/10/2021 @ 15:47:38
script eseguito in 1442 ms


 

 Home page © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source